Home » Nazionali »Politiche »Rassegna Stampa » La proposta per un ISTAT del Suolo:

La proposta per un ISTAT del Suolo

febbraio 9, 2010 Nazionali, Politiche, Rassegna Stampa

Courtesy of Lo Scugnizzo (flickr)I Radicali hanno recentemente presentato una proposta di legge per creare un ISTAT del Suolo, ovvero un Osservatorio nazionale sull’uso del suolo, contro la cementificazione e il dissesto. Tema quanto mai di attualità soprattutto a seguito dei tragici fatti siciliani e degli scontri a Ischia per l’abbattimento di case abusive.

La proposta di legge, firmata dei deputati Elisabetta Zamparutti, Marco Beltrandi, Rita Bernardini, Maria Antonietta Farina Concini, Matteo Mecacci e Maurizio Turco, ha come obiettivo principale quello di fornire le tecniche e gli strumenti per valutare le trasformazioni degli usi del suolo. Questo tipo di valutazioni è da effettuare su scala nazionale con un’unità territoriale non più grande di 2.500 mq e sono da tenere in considerazione anche la consistenza delle aree dimesse e sottoutilizzate e la quota di patrimonio edilizio non utilizzato. Si devono inoltre raccogliere dati relativi ai limiti di consumo del suolo per poter adottare misure politiche adeguate alla tutela e alla salvaguardia dello stesso.

Annualmente l’Osservatorio dovrebbe redigere un rapporto, da sottoporre al Parlamento, in cui siano state censite le modalità di utilizzo delle varie aree. A guidare l’Osservatorio nazionale sul suolo, secondo la pdl dei Radicali, dovrebbe essere un presidente, scelto dal Consiglio dei ministri su proposta del ministero dell’Ambiente, che duri in carica 5 anni con possibilità di rinnovo.

Anche Legambiente, in collaborazione con l’istituto nazionale di urbanistica, ha fondato un Centro di ricerca, non istituzionalizzato, sui consumi del suolo. “In Italia – osserva l’associazione – 100 ettari al giorno scompaiono sotto il peso del cemento, una superficie di territorio equivalente a 50 piazze del Duomo di Milano”. Secondo il presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, “in Italia non solo siamo privi di un piano nazionale di lotta al consumo del suolo, ma deteniamo un grave ritardo nell’acquisizione di dati aggiornati sul processo di cementificazione e sulle conseguenze ambientali, economiche e sociali che ne derivano”. Mentre il contenimento dei consumi del suolo, afferma Federico Oliva, presidente dell’Istituto nazionale di urbanistica, “deve essere una delle priorità del governo del territorio”.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

gennaio 12, 2017

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

Un’edizione “ad alto grado di innovazione” per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, in programma a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. Formula vincente di Klimahouse è l’ormai calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte da 450 selezionate aziende di settore [...]

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

gennaio 12, 2017

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

La difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non ancora sfruttati dall’uomo, il pericolo imminente del riscaldamento globale, la sensibilizzazione verso i temi della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico, la dialettica tra natura e civiltà. Sono questi gli argomenti attorno cui ruota la mostra “Artico. Ultima frontiera” in programma dal 15 gennaio al 2 aprile 2017 [...]

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

gennaio 11, 2017

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

Dal 1° gennaio 2017 le aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, che nei mesi scorsi avevano emesso una gara congiunta per la fornitura di energia elettrica, si riforniscono solo più con energia prodotta da fonti rinnovabili. L’opzione “verde”, che impegna il fornitore a consegnare energia al 100% ottenuta da fonti rinnovabili certificate, consentirà di evitare l’immissione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende