Home » Nazionali »Politiche » “Salva ILVA”: secondo la Corte il decreto del 2015 è incostituzionale:

“Salva ILVA”: secondo la Corte il decreto del 2015 è incostituzionale

marzo 26, 2018 Nazionali, Politiche

La Corte Costituzionale, con la sentenza numero 58 depositata il 23 marzo, ha sancito l’illegittimità del decreto “Salva-ILVA” del luglio 2015, il nono di una lunga serie emanata dai Governi in carica. In particolare si tratta del decreto con cui, di fatto, si aggirava il provvedimento di sequestro dell’altoforno n. 2 all’indomani dell’ennesima morte sul lavoro, quella dell’operaio Alessandro Morricella. Un provvedimento che, ancora una volta, secondo i comitati locali e le associazioni ambientaliste, mise il Governo “dalla parte della produzione e del profitto a danno delle persone”.

La Corte ha evidenziato come nel decreto non fosse prevista alcuna prescrizione stringente per evitare che una simile tragedia si potesse ripetere, mantenendo inalterato il rischio per altri operai nel medesimo posto di lavoro. “Al di là di quanto questa sentenza potrà prevedere in termini pratici per la fabbrica – scrive in una nota stampa il comitato Giustizia per Taranto – registriamo la conferma di quanto la città ripete da anni: ai governi non importa proprio nulla dell’occupazione e della sicurezza dei lavoratori, ancor meno dell’ambiente. Tutti i decreti sono serviti unicamente a garantire la produzione e, con essa, le banche in credito col siderurgico”.

Per questo motivo le associazioni locali, a seguito del provvedimento della Corte, chiedono alla Procura di Taranto, di ricorrere anche contro il decreto del 2012, “quello da cui tutto ebbe inizio”, ovvero il provvedimento che consentì agli impianti sequestrati di continuare la propria attività senza le dovute tutele ambientali e di sicurezza. La Procura tarantina già a fine 2012 ricorse alla Consulta, ma questa allora lo respinse concedendo tempo all’ILVA per adeguarsi alle prescrizioni previste dalla nuova Autorizzazione Integrata Ambientale. Il tempo per intervenire concesso all’azienda finì nel 2015 senza che si ottemperasse, in realtà, a quanto previsto.

“L’illegittimità però – spiegano da Giustizia per Taranto – non interviene in automatico e può essere sancita solo da un nuovo ricorso della Procura; che è esattamente quanto ci aspettiamo che avvenga adesso, per un’autentica  tutela dei lavoratori e degli abitanti della città.”

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende