Home » Nazionali »Politiche » Sardegna antinucleare: 850mila sì al referendum:

Sardegna antinucleare: 850mila sì al referendum

maggio 19, 2011 Nazionali, Politiche

Il 97,14%, contro appena il 2,86 dei No. Quando restavano da scrutinare appena 8 delle 1.820 sezioni elettorali dell’Isola, il conteggio dei Sì aveva già toccato quota 843.103: più di un sardo su due. Una sorpresa persino per i promotori del referendum. Bustianu Cumpostu, leader di Sardigna Natzione, aveva lanciato il referendum antinucleare quasi da solo, giusto qualche ambientalista con lui. Ma ora condivide il trionfo con tutta l’Isola.

D) Nettissimo il pronunciamento dei sardi contro il nucleare nell’Isola: alta l’affluenza (quasi il 60%), schiacciante la vittoria degli 850mila Sì (97,14%). Meglio del previsto?

R) Meglio del previsto. Eravamo sicuri di superare il quorum, ma non di ottenere questo risultato con il SI’ schiacciante. Il popolo sardo ha risposto molto bene, ha capito. C’è stato solo un momento di sbandamento dopo lo stop del Governo italiano alle centrali nucleari. La gente non sapeva più se doveva votare o no, quindi abbiamo dovuto stampare di nuovo tutto il materiale e intensificare la campagna.

 

D) Uniti si vince?

R) Assolutamente sì, soprattutto riguardo ai temi ambientali. Siamo riusciti a togliere le gente dalle gabbie dei partiti, abbiamo creato il nostro Comitato SI’ Nonucleare stando attenti a non farci entrare i partiti, ma sole persone. Al comitato aderiscono più di 200 organizzazioni (comuni, artisti, deputati, senatori, partiti, sindacati, organizzazioni culturali) e più di 5000 cittadini, di tutte le fedi politiche, culturali o religiose.

 

D) Che peso politico ha questo risultato?

R) Noi abbiamo annientato lo scontro tra destra e sinistra, abbiamo neutralizzato battaglie inutili per ottenere questo ottimo risultato per tutto il popolo sardo.

 

D) Però i sardi hanno espresso solo un parere, privo di effetti giuridici. Il Sì venuto fuori dalle urne non può impedire, in linea di principio, che il governo nazionale decida un domani di collocare in Sardegna una centrale nucleare o un deposito di scorie?

R) Non sarebbe però più un regime di diritto ma sarebbe un regime di dittatuta, sarebbe andare contro una volontà popolare, contro un popolo fortemente autonomo. Sarebbe non ascoltare una parte dei cittadini, una parte importante.

 

D) Le prossime battaglie?

R) Ci concentreremo contro le Servitù militari, l’inquinamento a Quirra e altri poligoni che in Sardegna hanno recato gli stessi danni dell’area che ora è stata sequestrata. Ma c’è anche la ultimissima lotta contro il radar. Da qualche settimana si sta tentando di procedere all’installazione di quattro radar militari definiti “anti-migranti”, sulla costa occidentale della Sardegna (Sant’Antioco, Fluminimaggiore, Tresnuraghes, Stintino): inquinamento magnetico. Dico si sta tentando, perché la popolazione, prima a Sant’Antioco, poi a Fluminimaggiore, si sta opponendo, all’ennesimo “ordigno” militare in una regione che già sopporta i due terzi delle installazioni militari di tutta la penisola. Uniti si vince, la salute è un problema di tutti.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende