Home » Nazionali »Off the Green »Politiche »Rubriche » Se l’Italia va a bafafare…:

Se l’Italia va a bafafare…

febbraio 14, 2014 Nazionali, Off the Green, Politiche, Rubriche

Non ci sto ancora credendo, eppure sembra che andrà a finire peggio di quanto temessi qualche mese fa. Avevo paura, in cuor mio, che gli Italiani ci ricascassero, che, incuranti delle mazzate subite negli anni, riuscissero nuovamente a farsi “intortare”, nelle urne, dall’uomo della provvidenza di turno, dal salvatore della patria (che puntualmente la rovina). Ma in realtà, anche questa volta, sarà molto peggio: gli Italiani il salvatore della patria nemmeno se lo sceglieranno, gli verrà di nuovo calato dall’alto, per la terza volta consecutiva!

Certo lui non avrebbe voluto, lo sta facendo, forzandosi, per fare un favore a noi. E’evidente… E poi tutti lo vogliono, tutti lo acclamano. Sì, non c’è dubbio, Renzie è l’uomo che finalmente cambierà l’Italia – anzi, farà di più, come insegnava Tomasi di Lampedusa: cambierà tutto (per non cambiare nulla). E’questo il destino del Paese.

Oh, scusate, dimenticavo: perché criticarlo se non gli abbiamo ancora dato tempo di dimostrare che lui le cose le sa fare? Non possiamo essere pregiudizialmente e preventivamente negativi. Diamogli tempo fino al 2018, tanto l’Italia è un paese in forma, che può permettersi ancora qualche altro errorino di percorso e gli Italiani stanno bene, mica hanno fretta di cambiare veramente. Basta un premier simpaticone che fa qualche bella battuta e ci dice che ama il Paese e il “fare” (mica il parlare) e noi siamo a posto per altri vent’anni!

E poi Renzi è del PD, quindi è sicuramente green. Ricordo quando ha detto che la green economy… E che la sostenibilità… Ehm, no, in effetti al momento non mi ricordo nulla su questi temi, forse devo essermi distratto quando ne parlava. Ma cosa importa, anche se non ne parla lui ne parla Farinetti, il suo alter ego! E’lui che – questo lo ricordo benissimo – ha messo in guardia i ragazzi di un master in sostenibilità ambientale a non essere troppo green fuori, ma black-mind dentro, non essere cioè troppo estremisti e intransigenti. Giusto, e che diavolo, mica vogliamo essere sostenibili sul serio, l’importante è il marketing ragazzi! E poi è uno che parla spesso anche del biologico. L’ultima volta ha detto che “il biologico è un concetto confuso e farmaceutico che non piace a noi gourmet“, ma forse si è sbagliato, non ha letto bene la frase che gli aveva scritto Baricco, che invece di ambiente se ne intende. E’vero, ha dichiarato “non sono un fanatico ambientalista“, ma poi ha precisato il senso: voleva dire che “le sorti del clima e del pianeta stanno nelle mani dei grandi poteri. Non è spegnendo il gas, consumandone meno, che la Terrà si salverà”. Mannaggia, ha ragione lui, e pensare che oggi qualche migliaio di pirla partecipano a “M’illumino di Meno. ‘Sti cazzari, è dieci anni che ce la menano che spegnendo qualche luce (e magari anche il gas) si salva il Pianeta! E accendete ‘ste lampadine, sfigati oscurantisti, tanto poi arrivano Renzi-Farinetti-Baricco e, quando saranno loro i grandi poteri, vedrete che risolveranno tutti i problemi dell’ambiente! E poi, mica son da soli, ci sono tutti i renziani – della prima e della seconda ora e, da domani, anche quelli della terza. Son tutti ragazzi giovani e brillanti, che arrivano da fuori dei partiti e dai giochi della politica e hanno l’energia giusta. Cavolo, ne ho visti due io, con i miei occhi, seduti per terra, come a Woodstock, a sentire Renzi che parlava a Torino: uno era l’ex ministro Profumo, che ha appena 60 anni e l’altro era Piero Fassino, il sindaco! Signori miei, lui sì che ci può salvare, lo vedi subito guardandolo in faccia che è il nuovo che avanza! Evvai, evviva l’Italia che va a bafafare (BAricco-FArinetti-FAssino-REnzi)!

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende