Home » Nazionali »Politiche »Racconti d'Ambiente »Rubriche » Torino si prepara alla conversione ecosostenibile. Ecco il nuovo “Programma di Governo”:

Torino si prepara alla conversione ecosostenibile. Ecco il nuovo “Programma di Governo”

Per la rubrica “Racconti d’Ambiente” pubblichiamo oggi, con spirito divulgativo, un testo insolito, non di carattere letterario né saggistico, ma amministrativo, che ci auguriamo possa tradursi in realtà nei prossimi cinque anni. Si tratta del capitolo dedicato all’ambiente nel Programma di Governo della Città Metropolitana di Torino, presentato dalla nuova amministrazione comunale guidata dal sindaco Chiara Appendino.

La città di Torino presenta un patrimonio ambientale, territoriale e naturalistico elevati pur in un contesto fortemente urbanizzato, con enormi opportunità sul piano economico e sociale, ma anche grandi responsabilità nell’ambito della conservazione delle risorse. Vogliamo garantire il diritto alla salubrità, al silenzio e alla bellezza degli spazi della città, preservando l’ambiente e il territorio, quali beni di tutte e tutti.

Anche in ottica di Città Metropolitana, dobbiamo considerare le politiche per l’ambiente come un investimento culturale, sociale, economico anziché una “perdita”, facendo emergere le qualità e le potenzialità dei beni comuni. Vogliamo creare un sistema del verde e delle aree periurbane integrate in un sistema unico della città, che sia fruibile da bambini, bambine e adulti e che aiuti a migliorare la qualità della vita di tutti. Vogliamo mettere in pratica la strategia dei “rifiuti zero” e i principi dell’economia circolare, diminuendo in modo sensibile la quantità di rifiuti conferiti presso l’inceneritore. Lo faremo applicando buone pratiche per la riduzione di produzione dei rifiuti e aumentando la raccolta differenziata, limitando quindi la quantità della frazione residua, che in futuro potrà non essere più inviata a incenerimento ma ad impianti per il recupero di materiale. Torino farà quindi la sua parte per trovare una seria alternativa all’incenerimento dei rifiuti.

Ricerca, innovazione tecnologica e sviluppo, devono diventare sempre più parte della cultura delle comunità, perché solo comprendendo a fondo l’impatto sul quotidiano sarà possibile raggiungere risultati fondamentali per una conversione ecosostenibile dell’intera città. Dobbiamo superare l’ottica delle “emergenze ambientali” in favore di una programmazione lungimirante degli interventi duraturi nel tempo, che sappia guardare oltre il nostro stesso mandato. Strumenti come il “piano della qualità dell’aria” e il “piano del verde” si rendono necessari al fine di perseguire gli obiettivi a lungo termine.

Per realizzare le azioni individuate sarà necessario un costante e continuo confronto con tutti gli altri assessorati. Il coinvolgimento della comunità cittadina tramite la partecipazione attiva e l’ascolto sarà l’elemento imprescindibile per il raggiungimento degli obiettivi comuni.

Siamo consci anche che quando si parla di inquinamento ci sia da considerare anche quello elettromagnetico. A tale proposito seguiremo tutti i principi di precauzione relativi alle onde generate da ogni impianto di emissione, ancor di più se queste apparecchiature si trovano all’interno di edifici scolastici. Chiederemo, in concerto con le altre amministrazioni pubbliche, di ridurre il tempo e/o la quantità delle emissioni in modo che sia garantita la connettività per lo stretto necessario. Inoltre monitoreremo e saremo attenti in modo costante agli sviluppi degli studi in ambito medico­scientifico in merito, perché abbiamo a cuore la salute, l’ambiente ma anche lo sviluppo dei sistemi di connessione alla rete. Ove sarà possibile chiederemo di ridurre il numero di singoli impianti o emittenti, riducendole al numero strettamente necessario a garantire la copertura e/o la connettività dei dispositivi mobili.

Risulta infine importante l’educazione alla conoscenza e difesa del patrimonio naturale, attraverso la divulgazione ambientale. Per rafforzare l’elaborazione e l’attuazione delle azioni strategiche previste nel nostro programma è fondamentale beneficiare di finanziamenti nell’ambito dei Fondi strutturali e di investimento europei e del nuovi programmi ad accesso diretto per il periodo 2014­2020.

Leggi qui l’intero documento del Programma

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende