Home » Internazionali »Politiche » UE: coordinamento e nuove tecnologie per ridurre le emissioni:

UE: coordinamento e nuove tecnologie per ridurre le emissioni

novembre 18, 2010 Internazionali, Politiche

Courtesy of dorli, Flickr.comCambiamenti climatici, politiche per diminuire le emissioni di carbonio, tecnologie energetiche sostenibili e cooperazione tra l’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA) e la Direzione Generale Energia della Commissione Europea. Questi i temi che hanno animato il Summit sullo Strategic Energy Technology Plan 2010 (SET-Plan), tenutosi a Bruxelles il 15 e 16 novembre.

Lanciato nel 2007 dalla Commissione Europea, il SET-Plan rappresenta il pilastro fondamentale in tema di rivoluzione delle tecnologie  sostenibili relative alle politiche climatiche ed energetiche dell’Unione Europea. Il suo obiettivo è quello di creare una piattaforma di coordinamento tra le politiche energetiche europee e la ricerca scientifica riguardante le energie rinnovabili, per elaborare piani comuni di riduzione delle emissioni di carbonio nei Paesi UE.

Il risultato, oggi, è la nascita di progetti di proposta, selezione e implementazione di nuove tecnologie energetiche sulla base di budget economici ben precisi. I settori di sviluppo tecnologico valorizzati ed incentivati nell’ambito degli obiettivi del SET-Plan possono essere racchiusi in sei iniziative fondamentali: promozione e facilitazione dell’utilizzo delle bioenergie nei processi di produzione industriale; costruzione di impianti industriali dotati della CO2 Capture&Storage (CCS) Technology, per minimizzare l’impatto di emissioni dovute all’utilizzo di combustibili fossili; promozione, attraverso strumenti finanziari, di tecnologie sempre più sicure per la costruzione delle nuove centrali nucleari; produzione di energia tramite la combustione di idrogeno; e infine le iniziative per incentivare lo sviluppo di altri due settori chiave delle energie rinnovabili: eolico fotovoltaico.

In occasione del Summit, gli esponenti della comunità politica, scientifica ed industriale dell’Unione Europea hanno fatto il punto sui risultati raggiunti nell’area UE circa le azioni concrete della politica di riduzione delle emissioni CO2.  Le conclusioni sono state soddisfacenti. Negli ultimi anni infatti la rivoluzione tecnologica energetica ha dato i suoi frutti. Di fatto sono aumentate le politiche industriali volte al risparmio energetico e all’utilizzo di tecnologie a bassa emissione di CO2. Grazie anche all’aumento dei finanziamenti pubblici, sono cresciuti notevolmente gli investimenti in fonti rinnovabili, soprattutto per quanto riguarda il settore eolico e fotovoltaico.  Molti Paesi stanno riconsiderando la produzione di energia tramite la costruzione di nuove centrali nucleari.

Il problema del cambiamento climatico legato all’emissione di quantità elevate di CO2 nell’atmosfera è però una questione globale e non solo europea. Si tratta di una problematica non confinabile in una dimensione geografica ristretta riguardante solo alcuni Paesi e limitate aree geografiche. L’intero pianeta ne soffre. Nonostante i risultati positivi raggiunti nei Paesi  dell’UE, le emissioni globali di CO2 dal 2000 al 2007 sono infatti salite ad un tasso medio annuo del 3% rispetto all’1,1% del decennio 1990-2000. Questi sono i dati che emergono dall’Energy Technology Perspective (ETP) 2010 della IEA.

La causa di questi trend negativi va ricercata soprattutto nella crisi economica e nella volontà delle economie emergenti, quali la Cina e l’India, di posizionarsi in maniera aggressiva sul mercato globale. La crisi economica e il conseguente aumento dei prezzi del gas e del petrolio, ha portato poi alla crescita di centrali energetiche alimentate a carbone. Paesi come Cina e India, caratterizzati da una popolazione in forte crescita e da economie in espansione, non hanno del resto come priorità, nelle proprie agende politiche, la questione climatica e la riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

A questo proposito, Bo Diczfalusy, direttore del Comitato Direttivo sulle Tecnologie e Politiche Energetiche Sostenibili della IEA, ha sottolineato, nel suo intervento, la necessità di una stretta collaborazione tra IEA e Unione Europea sui programmi di ricerca e sullo sviluppo e dimostrazione (RSD) delle tecnologie a bassa emissione di carbonio.

Lo scambio di know-how e di informazioni, un coordinamento su scala mondiale della ricerca scientifica e l’elaborazione di politiche e strategie globali, potrebbero essere la chiave  per la costruzione di una piattaforma tecnologica che contribuisca alla diminuzione delle emissioni di carbonio e in cui confluiscano gli strumenti e gli obiettivi dell‘ETP e del SET-Plan.

Donatella Scatamacchia

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende