Home » Green Economy »Nazionali »Politiche » Verso la stagione fredda: soluzioni e regole per l’efficienza energetica:

Verso la stagione fredda: soluzioni e regole per l’efficienza energetica

ottobre 10, 2017 Green Economy, Nazionali, Politiche

La stagione fredda, anche se quest’anno sembra tardare, è ormai alle porte e per chi deve ancora intervenire con ristrutturazioni, sostituzioni di impianti o manutenzione, è consigliabile velocizzare le scelte e affidare gli incarichi a ditte o artigiani specializzati. A partire dal 15 ottobre – a seconda delle zone climatiche del Paese – sarà infatti possibile accendere il riscaldamento.

Ma parlare solo di “termosifoni” sarebbe riduttivo. L’efficienza energetica, in ambito termico, è una disciplina che tocca diversi settori dell’impiantistica e misure di isolamento passivo, in forma integrata: si va dai pannelli solari alle caldaie a condensazione, dalle valvole termostatiche agli infissi a taglio termico.

Indipendentemente dalla fascia climatica di appartenenza, gli interventi di isolamento dell’involucro e la sostituzione dei serramenti sono il primo passo verso l’abbattimento delle emissioni nocive e dei costi – grazie anche agli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti, che consentono una detrazione su Irpef e Ires del 65% della spesa sostenuta, spalmata in 10 anni. Si tratta di un passaggio logico, secondo un principio di buon senso, che suggerisce di cominciare l’opera di efficientamento tappando innanzitutto “i buchi”.

Lo step successivo è solitamente la sostituzione delle vecchie caldaie con prodotti più efficienti e avanzati dal punto di vista tecnologico. In alcuni casi i nuovi bollitori d’acqua a condensazione, integrabili con un sistema a pannelli solari o altre forme “combinate” per la produzione di riscaldamento e acqua calda sanitaria, possono risultare una scelta anche più ecologica della tradizionale caldaia.

Questi bollitori possono essere installati a parete o a terra, internamente o esternamente all’abitazione. All’impianto viene abbinato un piccolo pannello solare esterno, capace di comunicare con il bollitore e di fornirgli l’energia necessaria non solo per la produzione di acqua calda sanitaria, ma anche per il riscaldamento. Una soluzione in grado di garantire un considerevole risparmio annuo, che può ulteriormente aumentare quando la caldaia del bollitore sia a condensazione. Mentre un impianto di tipo classico disperde infatti nell’atmosfera, attraverso un camino, una grande quantità di ossidi di azoto e monossido di carbonio (e recupera solo una piccola parte del calore sensibile), un impianto a condensazione riesce a recuperare buona parte del vapore acqueo prodotto da quei fumi di scarico e a utilizzare il loro calore per preriscaldare l’acqua di ritorno dell’impianto.

Se la giornata è poco soleggiata e l’energia da fonte rinnovabile non è sufficiente, il bollitore passa poi, in modalità automatica, dal pannello solare alla rete elettrica – fermo restando che è possibile, anche in questo caso, sottoscrivere contratti di fornitura di “energia verde” certificata con garanzia d’origine, che assicurano una provenienza della produzione elettrica “a monte” da fonti rinnovabili.

Anche l’acquisto e l’installazione di questo tipo di impianti può beneficiare delle detrazioni fiscali per le riqualificazioni energetiche del 65%, in scadenza al 31 dicembre 2017. Nell’incertezza della proroga al 2018 è dunque consigliato approfittare dell’opportunità di risparmio.

A proposito di scadenze e obblighi di legge, è importante anche ricordare, in chiusura, quelli legati all’ambito specifico dei riscaldamenti. Oltre al già citato Decreto del Presidente della Repubblica n. 412 del 26 agosto 1993 (che determina le regole e i tempi di accensione degli impianti nelle sei “zone climatiche” d’Italia), i condomini dovrebbero infatti verificare il completamento dell’installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione delle calorie consumate (le cosiddette “valvole termostatiche”), il cui obbligo scadeva – senza ulteriori proroghe – il 30 giugno 2017. Infine è bene per tutti tenere a mente che, per legge, la temperatura interna agli edifici non può mai superare i 18 gradi centigradi, nelle attività industriali e artigianali, e i 20 gradi centigradi nelle abitazioni private, nelle scuole e negli uffici, con una tolleranza per entrambi i casi di 2 gradi centigradi.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

febbraio 23, 2018

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

Quest’anno Caterpillar e RAI Radio2 dedicano l’iniziativa “M’illumino di Meno“ alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi, ricordiamocelo, c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. Entro fine giornata del 23 febbraio 2018, la quattordicesima edizione di “M’illumino di Meno” ha dunque l’obiettivo di raggiungere la Luna a piedi con 555 [...]

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende