Home » Internazionali »Politiche » Yes, we CANcun:

Yes, we CANcun

dicembre 9, 2010 Internazionali, Politiche

Christiana Figueres e Ban Ki Moon,Courtesy of Flickr.comA Cancun la seconda e ultima settimana di negoziazioni sul clima apre scenari inediti, mentre trapela la speranza che si possa arrivare a decisivi passi avanti per un accordo su un trattato di riduzione delle emissioni di CO2. O almeno di arrivare a compromessi su alcuni nodi cruciali. I testi negoziali sono ancora aperti, con molte opzioni e incognite e alcuni Paesi mostrano (seppur tardivamente) le loro buone intenzioni.

Il colpo di scena arriva dalla Cina, che martedì ha annunciato di poter accettare impegni volontari ma vincolanti di riduzione delle emissioni di gas serra; a patto, chiaramente, che anche gli altri Paesi firmino analoghi impegni con obiettivi ambiziosi e che si arrivi a un accordo sui finanziamenti e sui trasferimenti di tecnologie pulite. Sembra, quella della Cina, la risposta alle dichiarazioni del Giappone della settimana scorsa, che aveva addirittura negato il suo appoggio a un prolungamento del Protocollo di Kyoto perché alcuni dei maggiori Paesi non ne fanno parte. Oggi la Cina ha fatto lievemente retromarcia, chiarendo che le loro riduzioni avranno carattere solamente volontario. Siamo ai tatticismi politici.

D’altra parte la Cina ha già annunciato di voler arrivare al 15% di produzione di energia da fonti non fossili entro il 2020 e sta considerando la possibilità di introdurre uno schema nazionale di riduzione delle emissioni industriali simile all’Emission Trading Scheme europeo.

Gli Stati Uniti per il momento tacciono, ribadendo la blanda offerta di ridurre le proprie emissioni del 17% rispetto al 2005 (ovvero solo del 5% rispetto al 1990, anno base del Protocollo di Kyoto). La dichiarazione ufficiale statunitense, comunque, arriverà nella giornata di oggi. Infatti, questa è anche la settimana con le “sessioni di alto livello”, ovvero le dichiarazioni ufficiali degli Stati, con la partecipazione di ministri e capi di Stato. Per l’Italia sarà presente il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, che pure interverrà in mattinata.

Giusto prima di partire, la Prestigiacomo ha annunciato che l’Italia ha finalmente provveduto ad onorare l’impegno di 200 milioni di euro previsti per il fast start degli aiuti ai Paesi in via di sviluppo per far fronte ai cambiamenti climatici. La morosità dell’Italia era stata fatta notare da alcune organizzazioni non governative internazionali e dalla stampa. Nel suo blog da Cancun, Andrea Cinquina,  che segue la delegazione italiana per la campagna tcktcktck , riporta come l’Europa stia portando avanti il suo impegno di convogliare finanziamenti per 7,2 miliardi di Euro, impegno preso a Copenhagen per il triennio 2010-2012: i membri dell’Unione Europea avevano già totalizzato quota 2,2 miliardi di Euro. Mancava solo l’Italia: “La cosa non passa inosservata e durante la conferenza stampa interviene un giornalista straniero che domanda al negoziatore belga, presidente di turno dell’UE, il perché l’Italia non abbia ancora adempiuto i suoi obblighi” riporta Andrea Cinquina, che prosegue “Già ero li pronto a vergognarmi per il mio paese, ma la diplomazia dei negoziatori dell’Unione evita un’altra brutta figura all’Italia: Peter Wittoeck (il delegato belga) ricorda infatti come questi dati risalgano al 17 di novembre, evidenziando come in realtà c’è ancora del tempo disponibile affinché paesi come l’Italia possano contribuire al fondo del fast start.” Ancora una volta ci siamo salvati in “zona Cesarini”.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende