Home » Pratiche »Pubblica Amministrazione » A Empoli una scuola polifunzionale eco e bio-sostenibile:

A Empoli una scuola polifunzionale eco e bio-sostenibile

dicembre 27, 2012 Pratiche, Pubblica Amministrazione

Materiali biocompatibili, massima attenzione ai criteri dell’abitabilità e della sostenibilità ambientale, per una scuola che è già il fiore all’occhiello dell’edilizia scolastica provinciale fiorentina. Sono queste le linee guida seguite nel progetto dell’Istituto di Istruzione Superiore Ferraris-Brunelleschi di Empoli, oggetto negli ultimi anni di importanti lavori di ristrutturazione, ammodernamento e ampliamento.

Nel progetto della scuola, inaugurata nei giorni scorsi, si è tenuto in primo piano il rispetto delle condizioni di eco (per l’ambiente) e bio (per la salute umana) sostenibilità: dall’assenza di sostanze tossico-nocive alla salvaguardia dell’ambiente intesa come razionalizzazione dei consumi energetici, dello smaltimento dei rifiuti e dell’uso delle risorse. Nel primo lotto – circa 5500 mq di volume – sono state costruite 16 grandi aule, già predisposte per poter essere utilizzate come laboratori. Al termine dei lavori per il secondo lotto i nuovi spazi diventeranno 50 e comprenderanno, oltre ad altri 13 laboratori, anche una palestra, un auditorium, due bar e varie aule speciali.

I muri sono stati realizzati in laterizio portante, rispettando le prescrizioni previste per le aree ad alta sismicità. Un occhio di riguardo è stato riservato all’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale: le falde di copertura sono in legno, con finitura in tegole e la copertura curva del cosiddetto ‘tetto verde’ è poggiata su travi lamellari. La finitura ad intonaco esterna è completata da un cappotto in fibra di legno e gli infissi esterni sono stati realizzati in legno di larice multistrato.

In un edificio di questo tipo non poteva mancare una grande attenzione agli impianti di riscaldamento, che sono stati realizzati con pannelli radianti a pavimento. Il fabbisogno termico invernale è garantito da una pompa di calore geotermica da 180 KW di potenza, integrata in caso di necessità da una pompa di calore condensata ad aria da circa 11 KW. L’impianto di condizionamento e ricambio dell’aria a portata variabile è dotato di cassette regolatrici di portata a regolazione indipendente, che consentono di regolare autonomamente il clima all’interno di ogni singolo ambiente, limitando ulteriormente gli sprechi di energia.

La creazione dell’auditorium e della palestra permetteranno di mettere a disposizione della comunità – principalmente ai giovani – delle strutture che possono essere sfruttate anche per iniziative culturali non strettamente legate alle attività curriculari scolastiche. L’istituto superiore Ferraris-Brunelleschi di Empoli punta ad essere polifunzionale e ad adattarsi alle effettive esigenze di diverse fasce di utenza, con alcuni punti fermi: una robustezza delle strutture che sia capace di sopportare l’utilizzo continuativo da parte della comunità giovanile e una pianta strutturale razionale che permetta una maggiore facilità nei lavori di pulizia e manutenzione. Tutti i volumi del complesso scolastico sono idonei ad accogliere e sviluppare la vita sociale e possono essere utilizzati autonomamente.

La struttura è sviluppata sull’asse est/ovest in modo tale da avere una maggiore esposizione al sole invernale per mitigare le basse temperature e un’ottima ricezione per la luce diffusa, fondamentale per una scuola. Le serre captanti diventano luoghi di accumulo termico nel periodo invernale e l’orientamento della struttura facilita la circolazione dell’aria fra versanti a differenti temperature, migliorando il raffrescamento estivo.

Il costo complessivo dell’opera è stato di 5,8 milioni di euro, un importo superiore rispetto a quanto preventivato per una struttura tradizionale, ma motivato da un migliore standard qualitativo e di vivibilità dell’immobile, oltre che da un cospicuo risparmio energetico nella conduzione della struttura, che permetterà negli anni di ammortizzare i maggiori costi. L’istituto è il frutto della sinergia e della collaborazione fra i diversi assessori provinciali all’edilizia scolastica che si sono susseguiti negli anni e l’Istituto Nazionale di Bioarchitettura. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato il presidente della provincia di Firenze, Andrea Barducci, l’assessore provinciale all’istruzione e all’edilizia scolastica Giovanni Di Fede e la dirigente dell’istituto, Daniela Mancini. Presente al taglio del nastro anche Luciana Cappelli, sindaco del Comune di Empoli.

Alessandro Gamberi

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

febbraio 13, 2017

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

Motivata da una forte coscienza sociale, predisposta a esperienze di possesso on demand, e con una grande apertura alla condivisione di beni e servizi propria della sharing economy, la generazione dei Millennials (i nati tra il 1980 e il 2000) sta cambiando il modo con cui le aziende – tra cui i costruttori di automobili [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende