Home » Aziende »Idee »Pratiche »Recensioni » Annuario “TuttoBio 2015″: il settore si rinnova verso nuove forme di commercializzazione:

Annuario “TuttoBio 2015″: il settore si rinnova verso nuove forme di commercializzazione

marzo 19, 2015 Aziende, Idee, Pratiche, Recensioni

Un mercato dinamico, con una domanda che, maturando, si sposta anche sui prodotti non food e un’offerta in evoluzione, per rispondere alle domande di consumatori sempre più preparati ed esigenti. È questa l’immagine del settore biologico delineata da TuttoBio 2015, l’annuario curato da Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino che raccoglie 11.000 indirizzi di produttori, strutture ricettive e punti vendita reali e virtuali, giunto, quest’anno, alla ventunesima edizione. A vincere sono da una parte i cosmetici e i detergenti biologici certificati, dall’altra le nuove forme di commercializzazione (vedi il boom dei siti di e-commerce), mentre i modelli più tradizionali, che hanno segnato la crescita del biologico dall’inizio – dagli agriturismi ai mercatini, fino ai gruppi d’acquisto solidali – sembrano aver esaurito le proprie potenzialità, almeno momentaneamente.

Osservando i dati relativi al 2014, la maggiore percentuale di crescita si rileva per le bioprofumerie (+114%), passate da 49 a 105: “L’interesse per l’apertura di questo tipo di attività è elevato e attira soprattutto un pubblico giovane e femminile. E pur essendo negozi specializzati con una storia recente, si sono già formate le prime reti” di franchising, spiega il rapporto. Numeri ancora piccoli, è vero, ma che rendono l’idea di una domanda di prodotti biologici diversi da quelli alimentari in rapido aumento. Tendenza testimoniata anche dalla crescita di quasi il 50% degli e-commerce di cosmetici, passati dai 70 del 2013 ai 104 l’anno scorso. Nello stesso periodo, le aziende di cosmetici e detergenti certificati sono salite da 215 a 250.

Se i siti web di vendita di creme, profumi e detersivi bio hanno registrato performance positive, non vanno male neanche i negozi on line di alimenti organici, passati da 210 a 241 siti web dal 2013 al 2014, con un aumento del 15%. In parallelo, anche se su scala più bassa, si osserva la crescita di negozi (+6%): “La sfida sul territorio si sta giocando sulla piazza di Milano, dove hanno aperto i punti vendita pilota di nuove catene”, si legge nell’annuario. Si conferma inoltre “un’elevata incidenza delle varie forme di aggregazione, che raggiunge il 58% dei negozi”. Crescono anche i prodotti bio a marchio nei supermercati, passando da 1.742 referenze nel 2013 a 1.858 nel 2014. In lieve aumento i gruppi d’offerta: ai 25 rilevati nel 2013, l’anno scorso se ne sono aggiunti altri 4. Dinamiche segno di un’offerta in evoluzione, per rispondere a una domanda sempre più ampia, ma anche esigente e articolata. E un’evoluzione simile, già iniziata da alcuni anni, è ancora in corso nelle aziende agricole, dove all’aumento della vendita diretta (+2,5%) si accompagna un’ulteriore crescita delle fattorie didattiche (+4%), risultato di quella multifunzionalità sempre più comune nelle imprese agricole biologiche.

Altrettanto positivo è l’aumento dei locali di ristorazione, soprattutto se si considera la situazione generale del comparto convenzionale, che nel 2013 ha registrato una diminuzione di 9.000 unità. Bar, trattorie, bistrot e gastronomie biologiche sono aumentate nel 2014 del 16%, lo stesso tasso di crescita già registrato l’anno precedente. “Il segmento trainante è sicuramente quello vegetariano e vegano. Come dimostra l’avvio della catena Veggy Days, la prima rete in franchising di ristorazione biologica e vegana in Italia”, spiega l’annuario, in cui si rileva anche che “da tempo la ristorazione bio è in sala d’attesa per una regolamentazione europea o nazionale”. In leggera crescita anche le mense che servono prodotti biologici: nel 2014 se ne registrano 13 in più.

Sono invece in stand by i settori in cui il biologico ha messo prima le radici e che hanno spinto la sua crescita in passato. In lieve flessione gli agriturismi biologici (-1%), in diminuzione i mercatini (-4%), stabili i gruppi d’acquisto solidali, che dal 2004 al 2013 erano invece esplosi facendo segnare un +508%. Modelli organizzativi e forme di business che hanno fatto il loro tempo o forse, più probabilmente, ambiti da ripensare e reinventare, con molti spazi per un ulteriore sviluppo.

L’edizione numero 21 di TuttoBio, accompagnata dal rinnovamento del relativo sito web Biobank.it, è dedicata a quanti hanno scelto il biologico per iniziare una vita diversa: “Per alcuni la molla è il ritorno alla natura, come un bisogno essenziale, insopprimibile, che richiede però un cambio radicale di vita. (…) Per altri a muovere tutto sono le passioni, intese come talenti, coltivate negli anni, che si trasformano in una reale opportunità di lavoro”, scrivono nell’introduzione i curatori del volume, Mingozzi e Bertino. Ci sono la bella storia di Martina Olivieri, 33 anni, che ha lasciato un lavoro nel marketing a Parigi per sviluppare nelle Marche un progetto di produzione di superfood crudo, biologico e vegano, e quella altrettanto coraggiosa di Daniela Pascucci, industrial designer e oggi titolare di una biscotteria naturale nel ravennate. E ancora, ci sono la storia di Osvaldo De Falco, giovane manager tornato in Calabria per investire in un progetto di e-commerce 2.0 di agrumi biologici, e quella di Caspar Vrensen e Annemieke Kranendonk, che hanno lasciato l’Olanda e due lavori di consulenza e pubbliche relazioni per dedicarsi alla coltivazione di zafferano biologico nelle Marche.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende