Home » Aziende »Nazionali »Prodotti » Rinnovabili: il Made in Italy che fa innovazione:

Rinnovabili: il Made in Italy che fa innovazione

settembre 14, 2012 Aziende, Nazionali, Prodotti

Ovunque si sente parlare della necessità di nuove tecnologie e innovazione per trasformare l’economia verso un futuro low carbon. A volte più che di vere innovazioni si tratta in realtà di miglioramenti ed evoluzioni di tecnologie precedenti, come avviene ad esempio per lefamiglie” di pale eoliche, che incrementano con il tempo la propria produttività; altre volte l’uovo di Colombo consiste nell’ibridazione di diverse tecnologie.

Una storia di innovazione tutta italiana viene dalla Toscana, dagli stabilimenti della Aria Srl di Prato: si chiama Lucciola ed è il primo generatore eolico al mondo in cogenerazione, ovvero che recupera l’energia termica. Su 50 kW di potenza, si potrà recuperare fino al 20% dell’energia: “Grazie ad un sistema brevettato a pompa di calore – hanno spiegano i responsabili di Aria nella presentazione a ZeroemissionLucciola, funzionando alla massima potenza, oltre a 50 kW/h elettrici potrà fornire ulteriori kW/h termici, circa 10, quindi con un rendimento complessivo ben superiore a quello di un normale aerogeneratore”. La realizzazione su licenza spetterà a un’altra azienda italiana, la Solaris Srl.

Un’altra applicazione di unione di tecnologie particolarmente funzionale è il pannello solare Easy Solar System, prodotto dall’azienda emiliana Italtherm: a prima vista sembra un normale pannello, ma è invece l’unico solare termico in Italia alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico integrato che fornisce energia alla pompa elettrica. Questo permette chiaramente un risparmio in termini di energia elettrica, che viene prodotta dalle celle fotovoltaiche anzichè essere comprata in rete; ma il maggior vantaggio consiste nel non dover collegare il pannello all’impianto elettrico, ma solo all’entrata e all’uscita di acqua, con un risparmio nei costi di installazione e una maggiore applicabilità laddove un collegamento alla rete sia difficoltoso, come ad esempio nelle docce degli stabilimenti balneari, o nelle zone di montagna non raggiunte dalla rete elettrica.

L’azienda Italtherm tra l’altro ha una storia particolare: si descrivono come “un’araba fenice”, risorta dalle sue ceneri. Nel 1970 Paolo Mazzoni, l’attuale presidente, aveva fondato un’altra azienda, la Hermann. Qualche anno fa l’azienda era stata venduta a un gruppo internazionale, pensando che il vantaggio competitivo derivante dalla maggiore apertura all’estero avrebbe potuto assicurare un futuro roseo; invece dopo poco tempo il gruppo proprietario ha deciso per la chiusura della produzione italiana e delocalizzazione degli stabilimenti. “Quando sono stato informato di questa decisione, il vecchio team mi ha coinvolto per mantenere il gruppo di lavoro. – racconta Mazzoni nel blog dell’azienda. – All’inizio sembrava una grande pazzia, ma con l’impegno della vecchia squadra di collaboratori siamo ripartiti da zero e creato questa nuova realtà imprenditoriale. L’italianità ha prevalso: perciò l’abbiamo chiamata Italtherm.”

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende