Home » Aziende »Nazionali »Prodotti » Rinnovabili: il Made in Italy che fa innovazione:

Rinnovabili: il Made in Italy che fa innovazione

settembre 14, 2012 Aziende, Nazionali, Prodotti

Ovunque si sente parlare della necessità di nuove tecnologie e innovazione per trasformare l’economia verso un futuro low carbon. A volte più che di vere innovazioni si tratta in realtà di miglioramenti ed evoluzioni di tecnologie precedenti, come avviene ad esempio per lefamiglie” di pale eoliche, che incrementano con il tempo la propria produttività; altre volte l’uovo di Colombo consiste nell’ibridazione di diverse tecnologie.

Una storia di innovazione tutta italiana viene dalla Toscana, dagli stabilimenti della Aria Srl di Prato: si chiama Lucciola ed è il primo generatore eolico al mondo in cogenerazione, ovvero che recupera l’energia termica. Su 50 kW di potenza, si potrà recuperare fino al 20% dell’energia: “Grazie ad un sistema brevettato a pompa di calore – hanno spiegano i responsabili di Aria nella presentazione a ZeroemissionLucciola, funzionando alla massima potenza, oltre a 50 kW/h elettrici potrà fornire ulteriori kW/h termici, circa 10, quindi con un rendimento complessivo ben superiore a quello di un normale aerogeneratore”. La realizzazione su licenza spetterà a un’altra azienda italiana, la Solaris Srl.

Un’altra applicazione di unione di tecnologie particolarmente funzionale è il pannello solare Easy Solar System, prodotto dall’azienda emiliana Italtherm: a prima vista sembra un normale pannello, ma è invece l’unico solare termico in Italia alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico integrato che fornisce energia alla pompa elettrica. Questo permette chiaramente un risparmio in termini di energia elettrica, che viene prodotta dalle celle fotovoltaiche anzichè essere comprata in rete; ma il maggior vantaggio consiste nel non dover collegare il pannello all’impianto elettrico, ma solo all’entrata e all’uscita di acqua, con un risparmio nei costi di installazione e una maggiore applicabilità laddove un collegamento alla rete sia difficoltoso, come ad esempio nelle docce degli stabilimenti balneari, o nelle zone di montagna non raggiunte dalla rete elettrica.

L’azienda Italtherm tra l’altro ha una storia particolare: si descrivono come “un’araba fenice”, risorta dalle sue ceneri. Nel 1970 Paolo Mazzoni, l’attuale presidente, aveva fondato un’altra azienda, la Hermann. Qualche anno fa l’azienda era stata venduta a un gruppo internazionale, pensando che il vantaggio competitivo derivante dalla maggiore apertura all’estero avrebbe potuto assicurare un futuro roseo; invece dopo poco tempo il gruppo proprietario ha deciso per la chiusura della produzione italiana e delocalizzazione degli stabilimenti. “Quando sono stato informato di questa decisione, il vecchio team mi ha coinvolto per mantenere il gruppo di lavoro. – racconta Mazzoni nel blog dell’azienda. – All’inizio sembrava una grande pazzia, ma con l’impegno della vecchia squadra di collaboratori siamo ripartiti da zero e creato questa nuova realtà imprenditoriale. L’italianità ha prevalso: perciò l’abbiamo chiamata Italtherm.”

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

luglio 28, 2017

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

Attraverso un accordo sulla mobilità elettrica sottoscritto con Nissan e l’acquisto di quattro veicoli 100% elettrici LEAF- attraverso il concessionario Nissan CFL di Lucca – Sofidel, società produttrice di carta per uso igienico e domestico (nota per il brand “Regina“), ha introdotto un importante novità nella gestione del proprio parco auto. Sofidel è infatti la prima azienda [...]

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende