Home » Aziende »Nazionali »Prodotti » Rinnovabili: il Made in Italy che fa innovazione:

Rinnovabili: il Made in Italy che fa innovazione

settembre 14, 2012 Aziende, Nazionali, Prodotti

Ovunque si sente parlare della necessità di nuove tecnologie e innovazione per trasformare l’economia verso un futuro low carbon. A volte più che di vere innovazioni si tratta in realtà di miglioramenti ed evoluzioni di tecnologie precedenti, come avviene ad esempio per lefamiglie” di pale eoliche, che incrementano con il tempo la propria produttività; altre volte l’uovo di Colombo consiste nell’ibridazione di diverse tecnologie.

Una storia di innovazione tutta italiana viene dalla Toscana, dagli stabilimenti della Aria Srl di Prato: si chiama Lucciola ed è il primo generatore eolico al mondo in cogenerazione, ovvero che recupera l’energia termica. Su 50 kW di potenza, si potrà recuperare fino al 20% dell’energia: “Grazie ad un sistema brevettato a pompa di calore – hanno spiegano i responsabili di Aria nella presentazione a ZeroemissionLucciola, funzionando alla massima potenza, oltre a 50 kW/h elettrici potrà fornire ulteriori kW/h termici, circa 10, quindi con un rendimento complessivo ben superiore a quello di un normale aerogeneratore”. La realizzazione su licenza spetterà a un’altra azienda italiana, la Solaris Srl.

Un’altra applicazione di unione di tecnologie particolarmente funzionale è il pannello solare Easy Solar System, prodotto dall’azienda emiliana Italtherm: a prima vista sembra un normale pannello, ma è invece l’unico solare termico in Italia alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico integrato che fornisce energia alla pompa elettrica. Questo permette chiaramente un risparmio in termini di energia elettrica, che viene prodotta dalle celle fotovoltaiche anzichè essere comprata in rete; ma il maggior vantaggio consiste nel non dover collegare il pannello all’impianto elettrico, ma solo all’entrata e all’uscita di acqua, con un risparmio nei costi di installazione e una maggiore applicabilità laddove un collegamento alla rete sia difficoltoso, come ad esempio nelle docce degli stabilimenti balneari, o nelle zone di montagna non raggiunte dalla rete elettrica.

L’azienda Italtherm tra l’altro ha una storia particolare: si descrivono come “un’araba fenice”, risorta dalle sue ceneri. Nel 1970 Paolo Mazzoni, l’attuale presidente, aveva fondato un’altra azienda, la Hermann. Qualche anno fa l’azienda era stata venduta a un gruppo internazionale, pensando che il vantaggio competitivo derivante dalla maggiore apertura all’estero avrebbe potuto assicurare un futuro roseo; invece dopo poco tempo il gruppo proprietario ha deciso per la chiusura della produzione italiana e delocalizzazione degli stabilimenti. “Quando sono stato informato di questa decisione, il vecchio team mi ha coinvolto per mantenere il gruppo di lavoro. – racconta Mazzoni nel blog dell’azienda. – All’inizio sembrava una grande pazzia, ma con l’impegno della vecchia squadra di collaboratori siamo ripartiti da zero e creato questa nuova realtà imprenditoriale. L’italianità ha prevalso: perciò l’abbiamo chiamata Italtherm.”

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende