Home » Pratiche »Pubblica Amministrazione »Smart City » Bici-plan a Torino: sicurezza dei ciclisti per centrare l’obiettivo ambientale:

Bici-plan a Torino: sicurezza dei ciclisti per centrare l’obiettivo ambientale

«La priorità, adesso, è la sicurezza dei ciclisti. E credo che una politica di sicurezza si faccia innanzitutto con operazioni mirate e concrete, decise insieme alla cittadinanza». Claudio Lubatti, Assessore a Viabilità e Trasporti della Città di Torino, si dichiara soddisfatto della prima sezione di interventi studiati per migliorare la mobilità ciclabile torinese e presentati ieri pomeriggio, insieme all’Assessore all’Ambiente Enzo Lavolta, in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.

«Con i suoi 175 km di percorsi ciclabili, Torino è oggi una delle città italiane con il maggior numero di piste in rapporto all’estensione del territorio”, ha spiegato Lubatti. “Per il momento ci siamo perciò concentrati sul miglioramento di qualità e fruibilità della rete già esistente». In conferenza stampa, i due assessori hanno dunque anticipato alcuni punti dell’atteso Bici-plan, che dovrebbe arrivare in commissione in ottobre per essere approvato – assicura Lavolta – al più tardi i primi giorni di novembre.

Nel mirino ci sono i cosiddetti black point, gli incroci maledetti o i tratti di strada pericolosi e mal segnalati, troppo spesso teatro di incidenti che coinvolgono i ciclisti. Non occorre essere frequentatori assidui della pagina facebook di Salvaiciclisti, ormai diventata una sorta di Spoon River delle due ruote, per rendersi conto di come il già drammatico bollettino dei bikers italiani vittime della strada (oltre 2.550 negli ultimi dieci anni) non accenni ad arrestarsi, proprio mentre la loro presenza e crescita sarebbe sempre più urgente per migliorare la qualità dell’aria. Così, messi da parte (si spera solo momentaneamente) i più grandiosi progetti di ampliamento della rete ciclabile, l’amministrazione torinese ha chiesto la collaborazione di associazioni e coordinamenti cittadini per individuare i punti più critici per la sicurezza di chi si sposta in bicicletta. «Di questi – ha spiegato l’assessore Lubatti -  ne abbiamo scelti 15 su cui interverremo a breve con la messa a punto della segnaletica o il completamento di tratti di pista protetta, mentre i nodi dove non sono presenti piste e dove l’organizzazione viabile è complessa e va ridisegnata, saranno oggetto di approfondimento in una seconda fase. È importante sottolineare che questo non è un “pacchetto chiuso”: vogliamo innanzitutto concretizzare velocemente queste prime proposte, ma siamo aperti ad altri suggerimenti e indicazioni da parte delle associazioni».

Le planimetrie complete dei 15 interventi saranno esposte sabato 22 settembre nel quartiere di San Salvario, chiuso al traffico per la Giornata Europea “In città senza la mia auto”, e saranno poi consultabili sul sito del Comune di Torino. Il costo complessivo dell’operazione black point si aggira intorno ai 25mila euro: «È la dimostrazione – ha commentato l’assessore – che collaborando con i cittadini e investendo su specifiche azioni concrete, si può essere efficaci anche con un budget ridotto».

Giorgia Marino

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende