Home » Aziende »Pratiche » Case-vacanza: una formula vincente per fare esperienza di ecosostenibilità:

Case-vacanza: una formula vincente per fare esperienza di ecosostenibilità

febbraio 11, 2013 Aziende, Pratiche

Una casa con vista mozzafiato, un’aria pulita in mezzo a tanto verde, la dimensione familiare e intima aperta all’ospite, alla condivisione, alla curiosità di altre esperienze e vite. È questa Casa Aiva – che appunto significa Acqua, come la preziosa fonte presente nella proprietà, ma anche, nell’acronimo, Aria pulita (siamo a 505 m. s.l.m.), Incanto di un panorama che si estende da Torino fino al cuneese; Vacanza all’insegna del relax, a contatto con la natura e in un ambiente sostenibile; e, ancora, Agricoltura, con i prodotti della vigna, del frutteto e dell’orto: una vera e propria casa-vacanze tra le colline di San Secondo e Prarostino, nel pinerolese, che due ragazzi hanno concepito e aperto circa tre anni fa, per cambiare vita e lavoro.

“Abitavamo già fuori Torino – ci racconta Barbara – padrona di casa e mamma di due bambini – ma cercavamo un luogo che ci affascinasse e che ci permettesse di unire la tranquillità e il contatto con la natura alla vicinanza di scuola e servizi, soprattutto per i nostri figli. Dal primo momento in cui abbiamo visto questa grande casa, ce ne siamo innamorati per la meraviglia della sua posizione, del paesaggio e della natura che la circondano”.

Ma questa non è la storia, ormai sempre più comune, di una famiglia che sceglie di lasciare la città e ristrutturare un cascinale in campagna. “Grazie alle grandi dimensioni della casa – prosegue Barbara – abbiamo potuto ricavare un appartamento in più, rispondendo ad un sogno che da tanto tempo avevamo nel cassetto: io lavoro come consulente turistica da oltre dieci anni, ma da tempo desideravo fare qualcosa di più pratico, che mi permettesse di far conoscere il nostro bellissimo territorio e le risorse della regione, di contribuire a valorizzarlo e renderlo vivo”. Nasce così l’idea di una casa-vacanze aperta, che ospita famiglie e offre loro la possibilità di trascorrere alcuni giorni qui come base per visite culturali in città, in montagna o in campagna; ma anche e soprattutto di vivere e conoscere il territorio nella sua essenza, nel suo cibo, nei suoi frutti e prodotti (anche artigianali), facendo sport, passeggiate, e attività all’aria aperta, sempre in contatto e nel rispetto della natura.

Un’attenzione forte, è riservata, ça va sans dire, alla sostenibilità ambientale. “Questa casa ci ha dato la possibilità di mettere in pratica i valori dell’ecosostenibilità a cui ci eravamo avvicinati quando vivevamo a Rivalta, attraverso un Gruppo di Acquisto Solidale e un comitato di cittadinanza attiva, e così, da riflessioni più grandi è maturata la scelta di ristrutturare e arredare la cascina in modo intelligente: la casa oggi è dotata di pannelli solari per la produzione di acqua calda, fotovoltaici per l’energia elettrica, di un sistema di riscaldamento solare per l’acqua della piscina e della doccia esterna, di un cappotto termico per l’isolamento, di una vasca per la raccolta dell’acqua pluviale. Ma non ci siamo fermati ‘all’esterno’, è anche stata arredata completamente con i mobili della Biogriva di Pinerolo, in materiali naturali garantiti per la salute dell’uomo e dell’ambiente (pietra di Perosa e legno massello certificato). Con Franco e Roberta di Biogriva c’è stata un’intesa immediata, una convergenza di sensibilità e da subito abbiamo condiviso lo spirito del progetto”.

Un’operazione win-win a tutti gli effetti, tipica dello spirito più autentico della green economy: il produttore ottiene visibilità qualificata (grazie ai numerosi ospiti italiani e stranieri che soggiornano nella casa-vacanze) e i padroni di casa hanno potuto arredare i locali in maniera coerente e a condizioni agevolate. “La collaborazione è venuta spontanea – prosegue ancora Barbara – ci hanno suggerito di realizzare l’arredamento su misura in legno massello certificato PEFC trattato al naturale, solo con olii e cere, in essenze diverse per ogni ambiente della casa. La cucina è in abete, il bagno in castagno e la camera da letto in cirmolo, materiale riconosciuto per le sue proprietà rilassanti e il piacevole aroma, che rende l’ambiente davvero confortevole e molto apprezzato dagli ospiti. Riteniamo che questa sia un’opportunità in più per i nostri ospiti, che possono così unire il piacere del contatto con la natura esterna ai benefici di un arredamento bio-compatibile all’interno”.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende