Home » Aziende »Pratiche » Case-vacanza: una formula vincente per fare esperienza di ecosostenibilità:

Case-vacanza: una formula vincente per fare esperienza di ecosostenibilità

febbraio 11, 2013 Aziende, Pratiche

Una casa con vista mozzafiato, un’aria pulita in mezzo a tanto verde, la dimensione familiare e intima aperta all’ospite, alla condivisione, alla curiosità di altre esperienze e vite. È questa Casa Aiva – che appunto significa Acqua, come la preziosa fonte presente nella proprietà, ma anche, nell’acronimo, Aria pulita (siamo a 505 m. s.l.m.), Incanto di un panorama che si estende da Torino fino al cuneese; Vacanza all’insegna del relax, a contatto con la natura e in un ambiente sostenibile; e, ancora, Agricoltura, con i prodotti della vigna, del frutteto e dell’orto: una vera e propria casa-vacanze tra le colline di San Secondo e Prarostino, nel pinerolese, che due ragazzi hanno concepito e aperto circa tre anni fa, per cambiare vita e lavoro.

“Abitavamo già fuori Torino – ci racconta Barbara – padrona di casa e mamma di due bambini – ma cercavamo un luogo che ci affascinasse e che ci permettesse di unire la tranquillità e il contatto con la natura alla vicinanza di scuola e servizi, soprattutto per i nostri figli. Dal primo momento in cui abbiamo visto questa grande casa, ce ne siamo innamorati per la meraviglia della sua posizione, del paesaggio e della natura che la circondano”.

Ma questa non è la storia, ormai sempre più comune, di una famiglia che sceglie di lasciare la città e ristrutturare un cascinale in campagna. “Grazie alle grandi dimensioni della casa – prosegue Barbara – abbiamo potuto ricavare un appartamento in più, rispondendo ad un sogno che da tanto tempo avevamo nel cassetto: io lavoro come consulente turistica da oltre dieci anni, ma da tempo desideravo fare qualcosa di più pratico, che mi permettesse di far conoscere il nostro bellissimo territorio e le risorse della regione, di contribuire a valorizzarlo e renderlo vivo”. Nasce così l’idea di una casa-vacanze aperta, che ospita famiglie e offre loro la possibilità di trascorrere alcuni giorni qui come base per visite culturali in città, in montagna o in campagna; ma anche e soprattutto di vivere e conoscere il territorio nella sua essenza, nel suo cibo, nei suoi frutti e prodotti (anche artigianali), facendo sport, passeggiate, e attività all’aria aperta, sempre in contatto e nel rispetto della natura.

Un’attenzione forte, è riservata, ça va sans dire, alla sostenibilità ambientale. “Questa casa ci ha dato la possibilità di mettere in pratica i valori dell’ecosostenibilità a cui ci eravamo avvicinati quando vivevamo a Rivalta, attraverso un Gruppo di Acquisto Solidale e un comitato di cittadinanza attiva, e così, da riflessioni più grandi è maturata la scelta di ristrutturare e arredare la cascina in modo intelligente: la casa oggi è dotata di pannelli solari per la produzione di acqua calda, fotovoltaici per l’energia elettrica, di un sistema di riscaldamento solare per l’acqua della piscina e della doccia esterna, di un cappotto termico per l’isolamento, di una vasca per la raccolta dell’acqua pluviale. Ma non ci siamo fermati ‘all’esterno’, è anche stata arredata completamente con i mobili della Biogriva di Pinerolo, in materiali naturali garantiti per la salute dell’uomo e dell’ambiente (pietra di Perosa e legno massello certificato). Con Franco e Roberta di Biogriva c’è stata un’intesa immediata, una convergenza di sensibilità e da subito abbiamo condiviso lo spirito del progetto”.

Un’operazione win-win a tutti gli effetti, tipica dello spirito più autentico della green economy: il produttore ottiene visibilità qualificata (grazie ai numerosi ospiti italiani e stranieri che soggiornano nella casa-vacanze) e i padroni di casa hanno potuto arredare i locali in maniera coerente e a condizioni agevolate. “La collaborazione è venuta spontanea – prosegue ancora Barbara – ci hanno suggerito di realizzare l’arredamento su misura in legno massello certificato PEFC trattato al naturale, solo con olii e cere, in essenze diverse per ogni ambiente della casa. La cucina è in abete, il bagno in castagno e la camera da letto in cirmolo, materiale riconosciuto per le sue proprietà rilassanti e il piacevole aroma, che rende l’ambiente davvero confortevole e molto apprezzato dagli ospiti. Riteniamo che questa sia un’opportunità in più per i nostri ospiti, che possono così unire il piacere del contatto con la natura esterna ai benefici di un arredamento bio-compatibile all’interno”.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende