Home » Aziende »Eventi »Nazionali »Politiche »Pratiche » Csr manager Italia: verso una low carbon economy:

Csr manager Italia: verso una low carbon economy

febbraio 23, 2011 Aziende, Eventi, Nazionali, Politiche, Pratiche

Courtesy of l'enefer, Flickr.comIl territorio è malato, il reddito è da fame. La bolla finanziaria dopo che si è sgonfiata ha lasciato per strada economie in frantumi. L’ambiente è diventato non una risorsa in pericolo, ma la risorsa più scarsa. Clima e finanza, due mondi, due crisi, una sola soluzione. “Low carbon economy” è la ricetta di Csr manager network Italia, l’associazione nazionale che raduna i professionisti di imprese, fondazioni d’impresa, società professionali, Pubblica amministrazione, enti non profit che si dedicano alle problematiche socio-ambientali e di sostenibilità connesse alle attività aziendali. Il network, con il suo presidente Caterina Torcia, si è dato appuntamento martedì 22 febbraio alla Cattolica di Milano per discutere di strategie, strumenti e nuove frontiere. “L’impresa ha un ruolo importante, non si può limitare solo a far quadrare i bilanci, ha una responsabilità sociale”, dice Edo Ronchi oggi a capo della Fondazione per lo sviluppo sostenibile. “Le aziende – continua l’ex ministro – soprattutto in questo mondo globalizzato, devono saper guardare oltre, il globale. Per uscire da questa crisi, anzi da queste crisi, bisogna avere coraggio, saper guardare oltre. Di solito a scommettere sul futuro ci si azzecca”. E il futuro è una via trasversale, che non va né a destra né a sinistra, la tutela dell’ambiente non ha colori. “E’ dell’amministrazione Sarkozy il vasto piano di ampliamento della produzione di energia eolica grazie alla costruzione di una nuova rete di pale sulle coste atlantiche francesi per un valore di circa 10 miliardi di euro. Una svolta radicale per la politica delle energie rinnovabili francesi.

Ed era stato proprio il “verde-rosso” Daniel Cohn-Bendit, sul palco di Lione a siglare la nascita del nuovo partito ecologista francese frutto della fusione tra Verts e Europe Ecologie, a dire “saremo intransigenti con tutti i produttivisti, non saremo né di destra né di sinistra”. Così dovrebbe essere anche in Italia, non solo nel pubblico, ma anche nel privato. “Le imprese sono sempre un passo avanti della politica, la politica vive nella sua arretrattezza e per smuovere le coscienze bisogna fare leva sul dinamismo delle imprese”, ha concluso Ronchi. Un vitalismo rappresentato da tante realtà. Una di queste si chiama Barilla. “Con il Center for Food and Nutrition abbiamo affiancato alla più conosciuta piramide alimentare, una nuova piramide che classifica gli alimenti secondo il loro impatto ambientale per aiutare le persone a scegliere un’alimentazione che sia non solo equilibrata da un punto di vista nutrizionale ma anche sostenibile”, racconta Luca Ruini, HSE&E director della Barilla. “Abbiamo iniziato dieci anni fa, come produttori di largo consumo per me era necessario pensare a una trasformazione delle prospettive economiche. Oggi molti i passi compiuti come la diminuzione dei gas serra e la minimizzazione dell’impatto ambientale lungo la filiera, ma c’è anche l’incremento fino al 95% del packaging (impacchettamento e imballaggio) riciclabile”.

Innovazione e sostenibilità vanno a pari passo. Come racconta l’esperienza di Primo Barzoni, presidente e amministratore delegato Palm produttrice di greenpallet,protagonisti del Salone del Gusto di Torino 2010. La sua falegnameria si è trasformata in pochi decenni da impresa di provincia ad azienda leader del pallet in Italia, ma soprattutto è riuscito ha far diventare i “bancali” oggetti di design sostenibili. Vedere lontano e green anche se, come ricorda in chiusura il filosofo (coautore insieme a Jovanotti del libro “Viva tutto”) Franco Bolelli: “L’Italia è un Paese refrattario al nuovo, quando ci si avvicina troppo bisogna subito trovare una giustificazione con il passato. L’innovazione è nutrimento, è ciò che non ci fa deperire. Facebook, Skype, hanno trasformato le nostre vite. Non si può più vivere senza mandare una mail, scrivere un post, tutti siamo diventati creatori di contenuti. Rivoluzionario. Strumenti che non devono essere visti come la perdita di qualcosa, il trionfo della comunicazione fittizia. E’ la nuova comunicazione che implica qualcosa di più importante e da cui non si può più tornare indietro: la connessione. Oggi non esistono linee di confine, perché scegliere una cosa sola nel mondo connesso e globale. Perché le aziende dovrebbero solo fare fatturati e non sostenibilità?”.

Francesca Fradelloni


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende