Home » Aziende »Eventi »Nazionali »Politiche »Pratiche » Csr manager Italia: verso una low carbon economy:

Csr manager Italia: verso una low carbon economy

febbraio 23, 2011 Aziende, Eventi, Nazionali, Politiche, Pratiche

Courtesy of l'enefer, Flickr.comIl territorio è malato, il reddito è da fame. La bolla finanziaria dopo che si è sgonfiata ha lasciato per strada economie in frantumi. L’ambiente è diventato non una risorsa in pericolo, ma la risorsa più scarsa. Clima e finanza, due mondi, due crisi, una sola soluzione. “Low carbon economy” è la ricetta di Csr manager network Italia, l’associazione nazionale che raduna i professionisti di imprese, fondazioni d’impresa, società professionali, Pubblica amministrazione, enti non profit che si dedicano alle problematiche socio-ambientali e di sostenibilità connesse alle attività aziendali. Il network, con il suo presidente Caterina Torcia, si è dato appuntamento martedì 22 febbraio alla Cattolica di Milano per discutere di strategie, strumenti e nuove frontiere. “L’impresa ha un ruolo importante, non si può limitare solo a far quadrare i bilanci, ha una responsabilità sociale”, dice Edo Ronchi oggi a capo della Fondazione per lo sviluppo sostenibile. “Le aziende – continua l’ex ministro – soprattutto in questo mondo globalizzato, devono saper guardare oltre, il globale. Per uscire da questa crisi, anzi da queste crisi, bisogna avere coraggio, saper guardare oltre. Di solito a scommettere sul futuro ci si azzecca”. E il futuro è una via trasversale, che non va né a destra né a sinistra, la tutela dell’ambiente non ha colori. “E’ dell’amministrazione Sarkozy il vasto piano di ampliamento della produzione di energia eolica grazie alla costruzione di una nuova rete di pale sulle coste atlantiche francesi per un valore di circa 10 miliardi di euro. Una svolta radicale per la politica delle energie rinnovabili francesi.

Ed era stato proprio il “verde-rosso” Daniel Cohn-Bendit, sul palco di Lione a siglare la nascita del nuovo partito ecologista francese frutto della fusione tra Verts e Europe Ecologie, a dire “saremo intransigenti con tutti i produttivisti, non saremo né di destra né di sinistra”. Così dovrebbe essere anche in Italia, non solo nel pubblico, ma anche nel privato. “Le imprese sono sempre un passo avanti della politica, la politica vive nella sua arretrattezza e per smuovere le coscienze bisogna fare leva sul dinamismo delle imprese”, ha concluso Ronchi. Un vitalismo rappresentato da tante realtà. Una di queste si chiama Barilla. “Con il Center for Food and Nutrition abbiamo affiancato alla più conosciuta piramide alimentare, una nuova piramide che classifica gli alimenti secondo il loro impatto ambientale per aiutare le persone a scegliere un’alimentazione che sia non solo equilibrata da un punto di vista nutrizionale ma anche sostenibile”, racconta Luca Ruini, HSE&E director della Barilla. “Abbiamo iniziato dieci anni fa, come produttori di largo consumo per me era necessario pensare a una trasformazione delle prospettive economiche. Oggi molti i passi compiuti come la diminuzione dei gas serra e la minimizzazione dell’impatto ambientale lungo la filiera, ma c’è anche l’incremento fino al 95% del packaging (impacchettamento e imballaggio) riciclabile”.

Innovazione e sostenibilità vanno a pari passo. Come racconta l’esperienza di Primo Barzoni, presidente e amministratore delegato Palm produttrice di greenpallet,protagonisti del Salone del Gusto di Torino 2010. La sua falegnameria si è trasformata in pochi decenni da impresa di provincia ad azienda leader del pallet in Italia, ma soprattutto è riuscito ha far diventare i “bancali” oggetti di design sostenibili. Vedere lontano e green anche se, come ricorda in chiusura il filosofo (coautore insieme a Jovanotti del libro “Viva tutto”) Franco Bolelli: “L’Italia è un Paese refrattario al nuovo, quando ci si avvicina troppo bisogna subito trovare una giustificazione con il passato. L’innovazione è nutrimento, è ciò che non ci fa deperire. Facebook, Skype, hanno trasformato le nostre vite. Non si può più vivere senza mandare una mail, scrivere un post, tutti siamo diventati creatori di contenuti. Rivoluzionario. Strumenti che non devono essere visti come la perdita di qualcosa, il trionfo della comunicazione fittizia. E’ la nuova comunicazione che implica qualcosa di più importante e da cui non si può più tornare indietro: la connessione. Oggi non esistono linee di confine, perché scegliere una cosa sola nel mondo connesso e globale. Perché le aziende dovrebbero solo fare fatturati e non sostenibilità?”.

Francesca Fradelloni


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende