Home » Aziende »Idee »Pratiche »Pubblica Amministrazione »Smart City » Cymatics: arte e imprese per unire tecnologia e natura:

Cymatics: arte e imprese per unire tecnologia e natura

L’acqua e l’energia solare. La natura e la tecnologia. La grande installazione Cymatics dell’artista multimediale giapponese Suguru Goto, visitabile a Torino fino al 5 giugno, raccoglie e unisce questi temi. È la dimostrazione di come l’arte contemporanea, a volte criticata per essere troppo distante dai problemi quotidiani, possa far riflettere anche sui temi ambientali. Come la valorizzazione delle risorse idriche, su cui tutti gli organismi internazionali, a partire dall’ONU, mettono l’accento. O come il ruolo fondamentale delle energie rinnovabili, componente essenziale per la transizione verso un’economia europea low carbon.

L’opera, inaugurata il 30 maggio scorso, in occasione dello Share Festival – evento ricorrente contenuto, quest’anno, all’interno del più ampio Smart City Festival – è una scultura cinetica sonora che armonizza alcuni elementi-simbolo (l’acqua, ma anche le vibrazioni sonore) in un ambiente tecnologico, comunicando la visione che l’artista ha elaborato sulle forze della natura. Da fuori, quello che si vede è solo un grande cubo nero incorniciato in una struttura di legno. All’interno, si apre un mondo: “Onde sonore agiscono su materiali naturali come l’acqua mettendola in moto per creare ambienti in armonia”, spiegano Simona Lodi e Chiara Garibaldi, curatrici dell’installazione. Il visitatore può scegliere, su un Ipad, tra diversi tipi di tonalità sonore, e automaticamente l’opera si muove e genera vibrazioni. Davanti allo spettatore nascono giochi d’acqua, opere d’arte naturali che ricordano i frattali e che vengono proiettate anche su uno schermo perpendicolare rispetto allo specchio d’acqua. “Cymatics crea ambienti metafisici e spirituali allo stesso tempo. Un luogo dove l’arte è un ponte tra realtà materiali e spirituali, tra tecnologia e natura, tra umanesimo e scienza: l’acqua viene messa in moto per creare ambienti dove onde sonore trasformano i materiali stessi in forme geometriche. Musica da vedere e immagini da sentire sono il risultato di un percorso creativo intrapreso dall’artista per trovare una rappresentazione sensoriale della complessità della percezione dell’uomo”, continuano le organizzatrici.

L’opera è alimentata a energia solare, con moduli fotovoltaici collocati sul tetto della struttura di legno che copre l’installazione. “Finora – racconta l’artista – avevo lavorato con i robot, quindi indagando il rapporto tra l’uomo e la macchina. Questa volta ho analizzato piuttosto la relazione tra la macchina e la natura, introducendo nella mia opera i temi ambientali”. Una relazione che non è affatto di contrapposizione: “Nella cultura giapponese, il rapporto tra uomo e natura è molto presente. Ma allo stesso tempo la tecnologia è molto sviluppata. L’idea di un’unione tra natura e tecnologia appartiene al mio background: l’opera integra queste due componenti. Dal mio punto di vista, infatti, natura e tecnologia non sono all’opposto, ma coesistono. Non c’è una delle due che domina l’altra, né una inferiore: sono sullo stesso piano”.

Ma un altro aspetto rende Cymatics un caso di studio interessante: l’installazione è stata realizzata coinvolgendo imprese e istituzioni del territorio, come la Camera di Commercio di Torino, il Museo Regionale di Scienze Naturali, l’Environment Park e altri centri di ricerca e aziende, in un rapporto di cooperazione che può contribuire a diffondere la cultura della sostenibilità abientale in maniera più trasversale, uscendo dagli steccati che spesso separano il mondo dell’arte da quello produttivo. La scultura è stata prodotta da Action Sharing (piattaforma nata da Piemonte Share dove artisti, ingegneri, informatici e aziende del territorio si possono incontrare per sviluppare progetti di ricerca sul filo conduttore dell’arte e dell’innovazione) con il LIM (Laboratorio Interdisciplinare di Meccatronica del Politecnico di Torino), che ha curato tutta la progettazione ingegneristica.

“Abbiamo lavorato insieme per trovare un modo appropriato di alimentare l’installazione con energia rinnovabile. Noi collaboriamo con diverse aziende, e così abbiamo proposto il progetto alla Vass”, racconta Davide Damosso, direttore R&D di Environment Park. La Vass produce dei particolarissimi moduli fotovoltaici che, spiega l’AD Giuseppe Gianolio, “contengono anche l’isolamento termico e i cavi di solito posizionati sul tetto”. È stata la Vass a trovare la segheria Gallo Legnami, che ha costruito la grande copertura in legno dell’installazione. “Siamo stati i primi in provincia di Asti a fare questo tipo di lavorazioni. Per partecipare al progetto, abbiamo lavorato anche di sabato e di domenica, ma è stata una bella occasione”, commenta il titolare Giovanni Gallo.

Suguru Goto guarda il grande cubo nero e sorride: “Iniziative come queste sono molto speciali, perché permettono di conoscersi e lavorare insieme. Per gli artisti, la collaborazione con il mondo dell’industria non è molto semplice. La nostra mentalità è molto diversa da quella di chi lavora in un’azienda. Non è facile collaborare, e spesso nemmeno incontrarsi”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende