Home » Aziende »Pratiche »Pubblica Amministrazione » Dall’amianto al fotovoltaico, come risanare i tetti di Bologna:

Dall’amianto al fotovoltaico, come risanare i tetti di Bologna

E’ un verdetto di morte, la parola amianto. Incentivarne la rimozione, con la contestuale diffusione del fotovoltaico, è il duplice obiettivo, di tutela della salute e di efficientamento energetico, alla base del protocollo sottoscritto da Comune di Bologna, Unindustria e CNA che prenderà avvio il mese prossimo. “I tetti di Bologna, dall’amianto al fotovoltaico” è il primo progetto esecutivo del locale Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes) che prevede, in ottemperanza con gli impegni del Patto dei Sindaci, la realizzazione di azioni per favorire l’efficienza energetica e la riduzione delle emissioni climalteranti.

Già il sistema di incentivazione della produzione di energia da fonti rinnovabili (DM 5 Luglio 2012, cosiddetto “V Conto Energia“), prevede una maggiorazione delle tariffe incentivanti per I’elettricità generata da impianti fotovoltaici, nel caso in cui gli impianti siano installati su edifici bonificati dall’amianto. Tale meccanismo di incentivazione, introdotto dal DM del 19 febbraio 2007, ha subìto però i ritocchi imposti dalla spending review. Ecco perchè il progetto bolognese si pone come “un meccanismo alternativo al sistema di incentivi statali - spiega Carlotta Ranieri, responsabile Ambiente ed Energia di CNA – che permette di scaricare i costi dello smaltimento sull’intera filiera degli operatori coinvolti”.
La proposta tecnico-economica del progetto, che vanta un illustre precedente nella campagna Eternit free di Legambiente e AzzeroCO2, si basa su un sistema di sconti praticati dalle imprese incaricate di smaltire le coperture in amianto e d’installare pannelli fotovoltaici, sconti proporzionali alle superfici trattate e alle tecnologie installate. In sostanza, chi volesse far rimuovere coperture in cemento-amianto troverebbe un “pacchetto” di procedure codificate e di imprese già selezionate, impegnatesi a rispettare un “listino prezzi” concordato dalle associazioni di categoria.
Quindi, oltre al beneficio economico derivante dal risparmio energetico e dall’energia autoprodotta, il privato otterrebbe uno smaltimento gratuito dei metri quadrati di amianto destinati ad essere ricoperti dai pannelli fotovoltaici. Un esempio: secondo le tabelle presentate a Bologna, per una copertura di 60 mq di amianto da sostituire con 30 mq di impianto fotovoltaico da 3 kWh di potenza, si otterrebbe uno sconto di 180 euro a fronte di 2.100 euro di spesa di rifacimento del tetto e circa 8.400 euro per la realizzazione dell’impianto. Lo sconto è cumulabile con i benefici fiscali statali e può arrivare fino a 15mila euro per bonificare superfici, come quelle di capannoni industriali, di 5mila metri quadri, da rivestire con impianti di oltre 220 kWh.
Oltre le positive implicazioni energetico-ambientali degli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio, da Unindustria evidenziano le possibili ricadute positive anche sull’economia del territorio, grazie alla logica di “filiera completa” in grado di aggregare imprese di servizi energetici ed ambientali, fornitrici di impianti fotovoltaici e di servizi per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto. Secondo i promotori, il progetto, che debutterà con interventi sul patrimonio edilizio privato, vanterebbe una potenzialità massima d’installazione di circa 18.000 metri quadri di pannelli fotovoltaici, pari a un centinaio di capannoni industriali, arrivando a generare fino a 13 milioni di euro di investimenti privati.

L’Amministrazione comunale, oltre che nella semplificazione amministrativa, sarà impegnata nel monitoraggio del progetto, affidato ad una commissione tecnica cui prenderanno parte anche i partners Unindustria e CNA. Oltre questo “progetto di sviluppo delle fonti rinnovabili e di rimozione di un elemento fortemente inquinante come l’amianto”, l’Assessore all’Ambiente di Palazzo D’Accursio, Patrizia Gabellini, spiega che il Comune sta inoltre predisponendo un vademecum sugli obblighi in carico ai proprietari, tenuti dalla legge 257/1992 allo smaltimento dell’eternit. Si registrano infatti “presenze ancora significative di amianto – sottolinea Marco Farina, del Settore Ambiente del Comune – sia sui capannoni industriali che sulle superfici residenziali”.

Se la situazione bolognese non è rosea, come rilevato da un censimento commissionato dall’Amministrazione comunale, quella nazionale è allarmante. Secondo i dati dell’ultimo dossier Legambiente, “Liberi dall’amianto, del novembre scorso, l’eternit miete 2 mila vittime all’anno, con gli oltre 34 mila siti ancora da bonificare, pari a più di 32 milioni di tonnellate di amianto sparso in tutto il Paese con cave di materiali contenenti la pericolosa fibra.
“L’attuale sistema di incentivazione approvato con il V Conto Energia ha delle evidenti criticità, che hanno, di fatto, causato una drammatica battuta di arresto della realizzazione degli impianti e delle bonifiche” denuncia Giorgio Zambetti, di Legambiente – ” Si auspica che su questo il Governo e in particolare il Ministero dello Sviluppo Economico facciano un passo indietro per ridare un’accelerazione agli interventi di bonifica delle coperture in cemento amianto in Italia”. Alla campagna Eternit Free, nel solo primo anno, hanno aderito oltre 740 tra aziende e privati.
Cristina Gentile
Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

ottobre 19, 2017

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

Il 27 ottobre a Venezia inaugurerà Climate 04 – Sea Level Rise, progetto d’arte pubblica sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e l’innalzamento del livello del mare in Laguna, che trae ispirazione dai recenti studi sull’innalzamento del livello medio del mare, le onde estreme, e il ruolo delle piante costiere e di barena per l’ecosistema lagunare. L’iniziativa prevede [...]

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

ottobre 18, 2017

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

Un incremento dell’immesso al consumo dei prodotti pari a circa 1.330.000 tonnellate (rispetto alle 875.000 tonnellate di AEE – apparecchiature elettriche ed elettroniche – domestiche e professionali immesse nel sistema attuale) oltre a un aumento del numero di produttori coinvolti nel sistema RAEE, tra i 6.000 e i 9.000 in più (rispetto agli attuali 6.000/7.000 mila): sono [...]

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

ottobre 17, 2017

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

Dopo quasi tre anni di lavoro di sensibilizzazione, promozione, cultura e networking, il CNFFP – Coordinamento Nazionale Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio annuncia l’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del cosiddetto “Bonus Verde”, ovvero la nuova detrazione fiscale del 36% per la cura del verde privato. Annunciato ieri dal Ministro delle Politiche Agricole, [...]

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

ottobre 16, 2017

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

È Hyundai IONIQ la vincitrice del titolo “Green Gold Award 2018”, assegnato dall’Unione Italiana Giornalisti Automotive (UIGA) martedì scorso a Frascati (Roma). Il premio rappresenta un importante riconoscimento alla triplice tecnologia sviluppata da Hyundai sulla gamma IONIQ, prima auto di serie al mondo disponibile in versione Hybrid, Electric oppure Plug-in Hybrid. IONIQ avvicina così le [...]

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

ottobre 13, 2017

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

Nasce a Milano MiMoto, il primo ed unico servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile della città. Un’idea semplice che unisce in sé rispetto per l’ambiente, Made in Italy, sicurezza stradale, condivisione ed efficienza. MiMoto oltre a essere una start up innovativa, è un servizio che ha l’obiettivo primario di offrire ai propri clienti finali [...]

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

ottobre 13, 2017

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

Sbarca in Italia Copernicus, il programma di osservazione della Terra sviluppato dalla Commissione Europea. C3S – Copernicus Climate Change Service è costituito da un insieme complesso di dati provenienti da più fonti (satelliti di osservazione, stazioni di terra, sensori in mare e aerei) che possono fornire informazioni affidabili e aggiornate su ambiente e sicurezza, aiutando a [...]

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

ottobre 12, 2017

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

Il 14 ottobre 2017 si celebrerà la prima Giornata mondiale dell’Educazione Ambientale, a 40 anni dalla Conferenza ONU di Tbilisi (capitale della Georgia), in cui si svolse – il 14 ottobre del 1977 – la Conferenza intergovernativa delle Nazioni Unite sull’educazione ambientale, organizzata da UNESCO e UNEP, che si concluse il 26 ottobre con una Dichiarazione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende