Home » Aziende »Campioni d'Italia »Pratiche »Rubriche » Gruppo Rampini: dall’Umbria i bus elettrici alla conquista dell’Europa:

Gruppo Rampini: dall’Umbria i bus elettrici alla conquista dell’Europa

Gli autobus elettrici di ultima generazione, unici in Europa per autonomia e capacità di trasporto, arrivano dalla provincia di Perugia. A Passignano, sulle rive del lago Trasimeno, il Gruppo Rampini produce, da 65 anni, mezzi speciali: bus, gatti delle nevi, veicoli per regia mobile e per trasmissioni satellitari.

Nel 2007 è arrivato il primo bus elettrico, giunto poi sul mercato nel 2010: “Lo abbiamo sperimentato per tre anni: in giro c’erano forti perplessità, e prima di vederlo circolare nei centri urbani volevamo essere sicuri delle sue performance”, spiega il direttore marketing Giuseppe Lepore. Un mezzo non molto diverso da quelli oggi in uso a Piacenza, Gorizia, Siena e Nizza, fino a Schladming, sede a febbraio scorso degli ultimi campionati mondiali di sci alpino. Nella cittadina austriaca i bus Rampini sono stati usati per effettuare il servizio navetta nei giorni delle gare. Da lì, il passo per approdare nella capitale Vienna è stato breve: l’azienda municipale di trasporto pubblico Wiener Linien ha acquistato 12 mezzi. “Si tratta di un accordo di grande rilevanza: il valore globale della maxi-commessa è di circa sei milioni di euro”, sottolineano dall’azienda, che conta un centinaio di dipendenti e quasi 14 milioni di fatturato nel 2012.

A rendere particolari i bus del Gruppo umbro sono le capacità di trasporto e di autonomia, unite a dimensioni medie (non si tratta di minibus): “Un mezzo che marcia in piano con due terzi del carico può percorrere fino a 120-150 chilometri: più di un turno di lavoro, se si considera che almeno in Italia la velocità media a cui viaggiano i mezzi pubblici nelle città italiane è 15 chilometri orari…”, continua Lepore.

I nuovi autobus elettrici Alè in forza a Vienna sulle linee urbane 2A e 3A garantiscono un servizio ottimale nelle strade del centro storico della città, grazie alle loro dimensioni ridotte (lunghezza di circa 8 metri e larghezza inferiore a 2,20 metri) e alla loro capacità di trasporto (fino a 40 passeggeri: 13 seduti, 26 in piedi e un posto-carrozzina per disabili). Per Vienna, oltre alla normale tecnologia di carica in deposito, Rampini ha realizzato in collaborazione con Siemens un pantografo che consente ai bus di ricaricarsi attraverso la linea tranviaria: “Durante le soste al capolinea, preleva per tempi estremamente brevi, circa 10 minuti, energia dalla linea di alimentazione aerea dei tram per ricaricare le batterie agli ioni di litio installate a bordo, assicurando sempre una completa autonomia rispetto al servizio richiesto”. Una soluzione che, commenta l’AD Stefano Rampini, permette di “disporre di un autobus totalmente elettrico, sia per quanto riguarda la trazione che l’impianto di riscaldamento e di condizionamento per autista e passeggeri, in grado di garantire la possibilità di un servizio prolungato e continuativo secondo le diverse necessità”.

Un risultato ottenuto grazie all’importanza attribuita dall’azienda al settore Ricerca & Sviluppo: “La ricerca è interna, ma per ogni progetto ci avvaliamo delle competenze delle università, in particolare di Pisa e di Perugia. Oltre il 10% dei dipendenti si occupa di progettazione e sviluppo di nuovi mezzi”. A Passignano è nato nel 2010 anche un bus a idrogeno, con trazione elettrica: “E’ in corso la sperimentazione di servizio, e lo stiamo presentando alle aziende di trasporto”.

Per adesso, però, osserva Lepore, “è impensabile coprire tutti i servizi di trasporto pubblico con mezzi elettrici e a idrogeno. I costi sono al momento troppo elevati”. E se all’estero le città hanno maggiori possibilità di investimento, nel nostro Paese l’acquisto si limita sempre a pochi bus: “In Italia c’è la sensibilità, ma mancano i soldi”. Eppure, a conti fatti, “il maggior costo, circa il doppio rispetto a un autobus diesel, si ammortizza durante la vita del mezzo: minori spese per l’alimentazione e per la manutenzione, a parità di autonomia e affidabilità”.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende