Home » Aziende »Pratiche » Ho.Re.Ca, a scuola di sostenibilità con la METRO Academy:

Ho.Re.Ca, a scuola di sostenibilità con la METRO Academy

gennaio 19, 2015 Aziende, Pratiche

Il mondo della ristorazione e della ricettività è pronto per l’appuntamento Expo sotto il profilo della sostenibilità ambientale? E’la domanda che si è posto METRO Italia, il gigante degli acquisti professionali, insieme all’istituto di ricerca per l’energia e l’ambiente IEFE Bocconi, dando vita, a fine 2014, alla prima edizione di Metronomo, l’Osservatorio sulla Sostenibilità del mondo Horeca, che intende scattare una fotografia dello stato dell’arte tra le piccole e micro imprese italiane del settore e aiutarle a mettere in atto azioni concrete, a basso investimento, che possano migliorarne la competitività sul mercato.

La situazione, secondo i dati presentati dal direttore di ricerca Fabio Iraldo, dell’ateneo milanese, è incoraggiante, nonostante la crisi (o forse anche grazie a questo stimolo, che aiuta ad “aguzzare l’ingegno”). Su 317 imprese intervistate, il 78% ritiene che la sostenibilità ambientale e sociale sia fondamentale per uno sviluppo sul medio termine e il 68% che costituisca un’opportunità per ridurre i consumi e ottimizzare le risorse. Solo il 29% del totale, però, fa ricorso a certificazioni volontarie, il che significa che le azioni di sostenibilità vengono messe in atto prevalentemente in maniera autonoma, senza far ricorso a linee guida che consentano di delineare un percorso chiaro e definito.

La “top 5″ delle azioni più praticate dai ristoratori e albergatori italiani vede in prima posizione la raccolta differenziata (88% degli intervistati), seguita dall’utilizzo dei dosatori per evitare gli sprechi (73%), la riduzione degli sprechi anche a monte della filiera per il 70% delle imprese, l’uso di bottiglie riutilizzabili o a rendere per il 63% e i prodotti a “km.0” per il 62%. Il ricorso ad apparecchiature a basso consumo energetico vede impegnato il 56,5% del campione, ma quelli che si sono sottoposti ad un vero e proprio audit energetico sono solo il 7,7%. Dato importante è che il 71% delle imprese intervistate ritiene che le azioni intraprese abbiano avuto un impatto reale (o almeno percepito) sugli stakeholder, nonostante il 49,2% pensi (pessimisticamente) che la propria attività sia troppo piccola per produrre “impatti significativi sull’ambiente”. Il 61% crede che quelle azioni abbiano comunque contribuito ad un miglioramento dell’immagine aziendale e il 50% che abbiano aiutato a generare nuove opportunità commerciali (50%).

METRO e IEFE Bocconi hanno cercato di sintetizzare il rapporto tra il costo degli investimenti per ridurre l’impatto ambientale e i benefici che ne conseguono nel Decalogo Metronomo, che identifica 10 azioni a budget contenuto – accessibili anche alle microimprese – ma molto efficaci.

Del resto la sostenibilità è “contagiosa”, “una volta che uno da l’esempio, gli altri seguono”, ricorda Claude Serrailh, il nuovo e intraprendente amministratore delegato che ha assunto la guida di METRO Italia dal 1 ottobre 2014. Ed è per questo che METRO ha anche creato, in tempo da record, la METRO Academy, un’innovativa struttura di formazione (all’interno del punto vendita di San Donato Milanese), aperta sia ai clienti che agli operatori esterni, a livello nazionale. “L’obiettivo della METRO Academy – spiega il responsabile Paolo Iannetti – è quello di diventare un punto di riferimento culturale nel settore Horeca, che spazia dal piccolo bar al ristorante stellato: insomma, tutte le molteplici realtà sempre più importanti per lo sviluppo economico del Paese”.

La METRO Academy vede la collaborazione con CAST Alimenti (il Centro Arte, Scienza e Tecnologia dell’Alimento fondato da Vittorio Santoro) per i corsi di cucina, con Planet ONE per le discipline legate alla caffetteria e alla miscelazione e con AIS Lombardia (Associazione Italiana Sommelier) per trasmettere le conoscenze legate al mondo del vino. La direzione scientifica è stata invece affidata allo chef stellato (due stelle Michelin) Claudio Sadler, che ha voluto imprimere ai corsi un’impronta di rigore degna delle migliori scuole internazionali: “questa è una professione – dice lo chef – in cui è fondamentale iniziare con umiltà e applicazione, avendo ben presente che quello scelto è un lavoro di grande sacrificio, volontà, coraggio e un pizzico di spregiudicatezza ma, al contempo, bellissimo e pieno di soddisfazioni”.

Nelle pagine del sito METRO Italia Cash & Carry dedicate alla METRO Academy è possibile trovare maggiori informazioni sui corsi, gli eventi dedicati ai professionisti Horeca e le modalità di iscrizione.

Andrea Gandiglio

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

febbraio 13, 2017

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

Motivata da una forte coscienza sociale, predisposta a esperienze di possesso on demand, e con una grande apertura alla condivisione di beni e servizi propria della sharing economy, la generazione dei Millennials (i nati tra il 1980 e il 2000) sta cambiando il modo con cui le aziende – tra cui i costruttori di automobili [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende