Home » Aziende »Idee »Pratiche » Il mercante che racconta i prodotti. Intervista a Oscar Farinetti:

Il mercante che racconta i prodotti. Intervista a Oscar Farinetti

ottobre 25, 2010 Aziende, Idee, Pratiche

Oscar Farinetti, Courtesy of altraeconomia.itChilometri zero? Sono contrario, così come al federalismo a tutti i costi. O, almeno, al concetto di chilometri zero così come è andato definendosi negli ultimi tempi. Nato da un’idea di Coldiretti, legata a concetti e giuste rivendicazioni del mondo dei produttori agricoli, trovo che il concetto di chilometri zero sia stato forzato e snaturato.”

“Perché mai dovrei privarmi delle eccellenze, ad esempio della Toscana, se vivo in Piemonte, o viceversa ? Ci sono, al contrario, delle eccellenze che devono circolare anche a chilometri di distanza ed essere universalmente riconosciute ed apprezzate. Bisogna far circolare ciò che di meglio abbiamo, le nostre competenze. Ciò non esclude che si debbano usare il più possibile i prodotti locali e, soprattutto, che si debbano consumare i prodotti di stagione, più buoni e disponibili a costo minore” .

Queste le prime risposte tranchant di Oscar Farinetti, intervenuto nel giorno di inaugurazione del Salone del Gusto, alla Scuola Holden di Alessandro Baricco. Prima di raggiungere il Lingotto il “patron” di Eataly ha incontrato gli studenti della scuola: aspiranti scrittori, sceneggiatori, giornalisti; in una parola: narratori. E a loro Farinetti ha raccontato la sua storia e, soprattutto, quella di Eataly e dell’analisi progettuale che ne è alla base, fondata su idee ben precise, come la concezione dei “contrasti apparenti”, leit –motiv dell’agire di Farinetti.

“In America, ad esempio”- ha proseguito Farinetti-“abbiamo aperto il 1° settembre, a New York, un nuovo negozio. Usiamo prodotti locali (ortaggi, farina, latte etc.) di qualità, ma abbiamo importato le nostre eccellenze, il nostro sapere, con il nostro sostrato culturale e le nostre suggestioni. Nel Montana abbiamo ricreato un ambiente ideale per l’allevamento della razza piemontese, riproducendo le condizioni e gli accordi che pratichiamo con i produttori nostrani. Ma abbiamo anche importato in loco la razza piemontese grazie all’inseminazione artificiale, visto che in America è vietato importare carne dall’estero. La razza piemontese, però, è la migliore per essere mangiata cruda, perché, dunque, privarsene per forza ?”.

Ecco un esempio concreto di cosa intende per “contrasto apparente“. L’accostamento di due pregi, che di solito non stanno insieme perché incompatibili, antitetici, o sentiti come tali dalla maggior parte delle persone che, forse per questo – fa intuire Farinetti – raramente producono idee nuove, non solo nell’imprenditoria. Come descrivere Eataly, del resto, se non facendo ricorso ai contrasti apparenti?

Non si tratta, infatti, né di un negozio di alimentari di vicinato, né di un supermercato della grande distribuzione, ma di un luogo che cerca di conciliare le positività di entrambi, facendo convivere informalità e ricchezza dell’offerta. Dei supermercati Eataly cerca di evitare lo spiacevole effetto di non luogo, dove la regola padrona è unicamente il miglior posizionamento sugli scaffali, senza poesia. Farinetti non è però un poeta, ma si ritiene prima di tutto un mercante. Pensa però che i veri mercanti non debbano vivere solo di luce riflessa e di posizionamento della merce, ma debbano, invece, raccontarne “la storia” e le suggestioni. In altre parole contribuire a creare quell’autorevolezza che nasce dalla qualità (anche percepita).

Invece, lamenta Farinetti, ”la maggior parte delle persone conosce le caratteristiche di diversi modelli di cellulare, che ci vengono sempre descritte con dovizia di particolari dalla pubblicità, ma non sa dire quali sono i prodotti di stagione. Troviamo semplicemente la descrizione generica, ad esempio Pere, con accanto il prezzo. Questo è profondamente sbagliato, sono i prodotti che mangiamo, che ci mettiamo dentro, quelli più importanti. E i prodotti vanno raccontati: che tipo di pere sono, dove sono state prodotte, da chi e da quanto tempo. Noto però, purtroppo, che ci sono leggi che non favoriscono questo tipo di approccio, perché troppo complicate. Ad esempio per l’etichettatura dei vini ci sono ben 11 diversi enti che hanno competenze in materia. Bisognerebbe semplificare le regole sulla tracciabilità e sull’etichettatura, sul Made In o sulla tipicità, sia a livello nazionale che internazionale. Ci vorrebbe un testo unico, oppure un unico grande codice, per dare maggiori certezze, ma anche maggiori tutele, sia ai produttori che ai consumatori.” Ipse dixit.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

luglio 14, 2017

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

La sfida della sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici passa anche per le Alpi. Patrimonio di inestimabile valore per i paesaggi e luoghi unici, oggi l’arco alpino italiano è anche la culla di tante esperienze virtuose, moderne e rispettose dell’ambiente, in grado di dar impulso ad una nuova economia e incentivare un turismo [...]

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

luglio 13, 2017

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

Ford e Deutsche Post DHL Group nel mese di giugno 2017 hanno siglato un accordo con StreetScooter per la produzione di un nuovo veicolo con alimentazione elettrica da dedicare ai servizi di consegna. I partner sono ora all’opera per la realizzazione di un veicolo furgonato di grandi dimensioni da utilizzare per le consegne quotidiane. Deutsche Post [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende