Home » Non-Profit »Pratiche » “La differenziata? Me l’ha insegnata mio nonno”. Il valore degli anziani per la green economy:

“La differenziata? Me l’ha insegnata mio nonno”. Il valore degli anziani per la green economy

giugno 30, 2015 Non-Profit, Pratiche

Non possiamo sapere se è il risultato di abitudini “d’altri tempi” o se è davvero meticolosa sensibilità, fatto sta che pare siano i nonni e le nonne i più green della famiglia. È quello che emerge da una ricerca realizzata dall’associazione di psicologi “Donne e Qualità della Vita” su 500 famiglie di tutta Italia e quanto confermato anche dal consorzio per il recupero e lo smaltimento di apparecchiature di illuminazione Ecolamp che, come altri enti di settore, proprio ai più anziani rivolge la maggior parte delle campagne di sensibilizzazione, poiché “estremamente importanti per aumentare la sensibilità nei nuclei familiari. Danno un contributo decisivo nella raccolta separata e sono fautori delle buone pratiche ambientali in famiglia”.

Qualche esempio? Le percentuali di risparmio energetico salgono vertiginosamente nelle famiglie in cui vive almeno un nonno (35%), stimata al 15% se i nonni non vivono in casa ma si prendono cura dei nipoti stando a casa loro nel doposcuola, che è comunque il doppio rispetto al risparmio (7%) delle famiglie in cui il lavoro di cura è delegato a tate e colf.

Le “vecchie abitudini” metabolizzate dai più anziani sono assolutamente vincenti nella raccolta differenziata, con tanto di fondo di caffè nei vasi delle piante, e risparmio dell’acqua, visto che i nonni bevono solitamente acqua dal rubinetto e non in bottiglia, e che le nonne (sulla parità purtroppo c’è ancora strada da fare) lavano i piatti tenendo una pentola piena di acqua insaponata e chiudono con il tappo il lavandino per immergere i piatti sporchi evitando di far scorrere l’acqua inutilmente. Il 70% degli intervistati lava casa, bagni, pavimenti e panni sporchi usando prodotti naturali come aceto, limone, sale e bicarbonato, e tendenzialmente fanno la spesa con il carrello o trolley, più comodo per il problema del sollevamento pesi e che riduce l’utilizzo di sacchetti di plastica.

Anche sulla mobilità gli anziani sono esemplari, con l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici nel 45% dei casi e un basso consumo di carburante, per velocità limitata e brevi distanze, nel 66%. Con i bambini i nonni abbandonano videogiochi e tablet, dando spazio ai giochi all’aria aperta, alle carte e ai disegni: passatempo creativi ed educativi, oltre che più sostenibili.

Il pregio degli over 65 non passa inosservato alle pubbliche amministrazioni, che negli ultimi tempi hanno elaborato i progetti a favore degli anziani in chiave rigorosamente verde. Un articolo de L’Espresso dello scorso 16 marzo ha raccolto alcuni dei progetti migliori dello stivale, come quello del Parco Nord di Milano che ha riservato 12 orti per gli anziani nelle zone più facilmente accessibili (per richiedere l’affidamento di un fazzoletto di terra è sufficiente recarsi al Consorzio del Parco e compilare il modulo di domanda di assegnazione). Orti e giardini terapeutici curati da pazienti geratrici sono in progettazione anche all’interno degli ospedali San Carlo Borromeo di Milano, Gagliera di Genova, San Paolo di Milano, all’ospedale di Melzo e al Sarzana di La Spezia; a Foggia i giardini della casa di cura cittadini sono invece curati dagli ospiti e a Ventimiglia Alta, nell’ex convento di Sant’Antonio Abate, gli anziani hanno riqualificato l’area esterna per la realizzazione di orti sociali per attività di pollice verde con anziani e bambini.

Ovviamente, secondo i dati della ricerca, non sono tutti da podio i nonni italiani, ma si distinguono per una maggiore sensibilità i lombardi, seguiti da toscani, emiliani, veneti e piemontesi. Dopo umbri e trentini, le ultime posizioni sono occupate da pugliesi, siciliani e calabresi.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

settembre 15, 2018

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

Per il trentunesimo anno consecutivo, domenica 16 settembre torna a Cambiano, in provincia di Torino, la manifestazione “Cambiano come Montmartre“, un evento per stimolare la creatività dei cittadini con una serie di iniziative che quest’anno ruoteranno intorno al tema “Riuso, Riciclo Creativo e Sostenibilità”. Gli artisti, le associazioni del territorio, le scuole e i diversi attori [...]

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

settembre 4, 2018

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

Repower presenterà alla 58° edizione del Salone Nautico di Genova, dal 20 al 25 settembre prossimi, la sua nuova creazione, una delle prime barche nate “full electric”, ricaricabile anche attraverso sistemi di ricarica veloce del mondo e-cars. Con RepowerE, evoluzione cabinata della Reboat, una imbarcazione aperta attiva dal 2016 sul Lago di Garda, l’azienda svizzera – [...]

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

agosto 30, 2018

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

Due giorni incentrati sulle innovazioni che le politiche di sostenibilità generano nella pianificazione urbanistica e territoriale, nella progettazione urbana e architettonica, nelle tecniche costruttive e nella erogazione dei servizi urbani. Per il secondo anno consecutivo, il 20 e 21 settembre, si terrà a Palazzo Badoer, sede della Scuola di Dottorato dell’Università Iuav di Venezia, Urbanpromo [...]

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

agosto 27, 2018

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

In un periodo in cui inondazioni e siccità devastano comunità e paesi in tutto il mondo, il nuovo rapporto del WWF internazionale “Valuing Rivers” sottolinea la capacità che hanno i fiumi, quando sono in buono stato di salute, di mitigare i disastri naturali: benefici che potremmo perdere se si continua a sottovalutare e trascurare il vero valore dei [...]

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

agosto 24, 2018

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

Oggi ricorre il secondo anniversario di quel 24 agosto 2016, quando un terribile terremoto colpì un’ampia fascia appenninica dell’Italia centrale portando con sé lutti e distruzione. A due anni di distanza il Consiglio Nazionale dei Geologi ha fatto quindi il punto, ricordando innanzitutto chi non c’è più e a chi ha perduto tutto – dai propri [...]

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

agosto 22, 2018

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

GSE, il Gestore Servizi Energetici conferma il suo impegno nell’iniziativa “Premi di Laurea” del Comitato Leonardo, giunta quest’anno alla XXI edizione, mettendo in palio una borsa di studio del valore di 3.000 euro per la migliore tesi di laurea in grado di presentare lo “Sviluppo di sistemi energetici in ambito agro-alimentare per promuovere nuovi modelli di bio-economia [...]

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

agosto 21, 2018

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

Il film documentario di Patagonia, “Blue Heart” – disponibile a partire da oggi, 21 agosto 2018, in tutto il mondo, su piattaforme di streaming come iTunes, Amazon Video, Google Play e Sony PlayStation – racconta della lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa e concentra l’attenzione internazionale sul potenziale disastro ambientale che potrebbe colpire l’Europa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende