Home » Aziende »Eventi »Pratiche »Pubblica Amministrazione » Bologna: l’agricoltura va in città:

Bologna: l’agricoltura va in città

Promuovere la cultura della ruralità e salvaguardare i suoli agricoli: questo il comune denominatore delle esperienze presentate a Bologna con “L’ agricoltura va in città. Tra orti, mercati e parchi-campagna“, una mostra itinerante e due incontri su parchi, agricoltura e fruizione degli spazi.

L’inurbamento ha comportato una rottura violenta del rapporto tra città e campagna. Ormai, con le seconde e terze generazioni di cittadini, si è perso il patrimonio di conoscenze e connessioni tra ambiente urbano e ambiente rurale”. Per Maria Luisa Bargossi, del servizio Territorio rurale dell’ Assessorato Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, recuperare la relazione con la campagna significa “rileggere il problema del tempo e del rapporto tra spazio costruito e aree coltivate: sottrarre la banalizzazione del paesaggio rurale all’espansione a macchia d’olio dell’urbanizzato, oggi non più così “urbano”, accogliente”. La figura dell’agricoltore, fa notare Bargossi, è oggi destinataria di funzioni nuove: veicolo di nuovi ragionamenti in grado di orientare ai consumi, elemento capace di tramandare valori antichi con la capacità critica moderna.

Fattorie didattiche per le scuole, iniziative come “Cantine aperte“, i mercati contadini di vendita diretta, il recupero di fabbricati rurali come agriturismi sono alcune tra le numerose realtà emiliane che cercano di ripristinare la relazione tra civiltà contadina e urbana, recuperando così anche un quadro di relazioni sociali. “La nostra esperienza di orto condiviso e periurbano, raggiungibile in autobus, ha creato anche una “piazza” per i frequentatori del parco, un luogo dove incontrarsi” racconta Silvano Cristiani, che con la Cooperativa Biodiversi gestisce dal 2007, a seguito di un bando del comune di Casalecchio di Reno, il Parco della Chiusa (ex parco Talon). “Con il Progetto OrTalon abbiamo reintrodotto l’agricoltura nel parco, scegliendo la biodinamica a basso impatto per l’ettaro a nostra disposizione. E’ nato come un hobby per una ventina di persone, ma è diventato un’occasione professionalizzante” spiega Cristiani, che con la cooperativa ha coinvolto in tre anni centoventi persone, tra corsi di agricoltura biodinamica e lavori nei campi. “La cooperativa ha assicurato continuità, perchè è tutto autogestito, ma siamo aperti all’apporto di volontari, organizzati in turni settimanali o più frequenti. I nostri agricoltori volontari hanno poi uno sconto sulla spesa al momento della raccolta dei prodotti dell’orto”.

Sul connubio tra turismo naturalistico e cultura cinematografica punta invece il Parco del Delta del Po , area protetta a cavallo di Emilia e Veneto, in cui la sola parte emiliana si estende per 54mila ettari a ridosso della costa. Gestito da un consorzio di enti locali (le province di Ravenna e Ferrara e dieci comuni) il parco si dipana tra mare, lagune, canali e due saline, tra cui quella di Cervia ancora produttiva. Un’area che nei secoli è stata fortemente antropizzata, ma che offre scorci e fauna molto suggestivi, non sfuggiti all’industria del cinema.

 ”Il Parco ottiene milioni di finanziamento dai programmi europei, ma sono risorse assorbite dalla conservazione e cura del parco stesso”, spiega Raffaella Tommasi. “Invece con il bird watching, la fotografia naturalistica e la ricerca di location cinematografiche abbiamo incrementato la conoscenza del parco e la sua fruizione”. Il Centro Documentazione Cinematografica di Comacchio, all’interno del Parco, si prepara a diventare un originale attrattore di turismo e, in prospettiva, luogo di summer school e percorsi di cineturismo: “Abbiamo catalogato sceneggiature, abiti di scena, musiche e manifesti dei numerosi film, video e documentari girati nel territorio del parco” continua Tommasi. Tra i più noti, spiccano celebri capolavori del cinema italiano del Dopoguerra, da “La donna del fiume” di Mario Soldati, trampolino di lancio di una giovane Sofia Loren raccoglitrice di anguille, a “Paisà” di Roberto Rossellini. Girato nell’area industriale di Ravenna, invece, “Il grido” di Michelangelo Antonioni (1957); in “Un ettaro di cielo” di Casadio recitava nel 1958 Marcello Mastroianni.

I paesaggi del Delta del Po, tutelati come patrimonio dell’umanità dall’Unesco, sono una realtà animata anche da itinerari enogastronomici che valorizzano le vocazioni del territorio: sagre, vendita diretta dai coltivatori ed eventi stagionali hanno per protagonisti i prodotti del parco, come asparagi, radicchio, zucche, insalate, vigneti e la risorsa ittica tipica della zona, l’anguilla.

La mostra “Il territorio come valore. Recuperare l’architettura rurale” promossa dallla Regione Emilia-Romagna con APT Servizi, è visitabile all’Urban Center di Salaborsa, a Bologna, fino al 2 luglio.

Cristina Gentile

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

gennaio 12, 2017

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

Un’edizione “ad alto grado di innovazione” per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, in programma a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. Formula vincente di Klimahouse è l’ormai calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte da 450 selezionate aziende di settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende