Home » Aziende »Pratiche » L’edilizia in legno alla conquista del Centro-Sud:

L’edilizia in legno alla conquista del Centro-Sud

aprile 11, 2014 Aziende, Pratiche

L’Italia del Centro-Sud si apre all’edilizia in legno. E’ un cambiamento lento, di maggiore curiosità e apertura a un materiale che in queste zone, fino a poco tempo fa, era considerato adatto solo per costruire la casetta degli attrezzi. Gli ultimi dati disponibili sulle quote di mercato dell’edilizia in legno sono del 2010, quando uno studio commissionato da Promolegno ha fotografato una situazione di forte vantaggio del Nord Italia, dove si trova il 71% delle costruzioni, ma con premesse incoraggianti al centro (22%) e al Sud e Isole (7%).

In questo scenario, la ricostruzione post-sisma in Abruzzo ha fatto da spartiacque. Qui a partire dal 2009 il legno è stato utilizzato in più del 70% delle nuove costruzioni, scelto per il suo buon comportamento in caso di terremoto e per i veloci tempi di cantiere. Un’esperienza che ha sensibilizzato molti progettisti, tecnici e imprese di costruzioni, consentendo loro di testare concretamente le qualità di un materiale fino a quel momento poco conosciuto.

E’ quello che è accaduto ad Antonio Vigilante, oggi direttore generale di Ewe Wood: “La mia famiglia opera nel settore edile da generazioni. L’idea di lasciar perdere il mattone in favore del legno l’avevo già da molti anni, ma il passaggio fondamentale è stata la ricostruzione post-sisma in Abruzzo”. Lì, accanto agli edifici tradizionali, l’azienda ha avuto modo di realizzare alcuni progetti in legno, capendone i vantaggi. “Anche in Italia, così come avviene in molti altri Paesi – spiegano da Promolegno – si è finalmente aperto il dibattito sulle molteplici potenzialità del legno. Il legno infatti “stocca” la CO2 riducendo l’effetto serra, richiede pochissima energia durante il processo di lavorazione che porta dal tronco al cosiddetto “legno ingegnerizzato” (pannelli di vario tipo, lamellare, XLAM, etc), ha notevoli proprietà isolanti dal caldo, dal freddo e dal rumore, si mimetizza perfettamente anche in contesti metropolitani, dove le facciate possono essere intonacate e affiancarsi agli edifici circostanti senza soluzione di continuità. Inoltre, costruire in legno, in un’ottica di costi generalizzata, risulta più economico: le tempistiche di cantiere si riducono, grazie a procedimenti ingegnerizzati, perché le varie componenti dell’edificio possono essere preassemblate in stabilimento e poi posate in cantiere a secco in modo rapido e da personale altamente specializzato. Il cantiere rimane aperto per pochissimi giorni e con qualunque condizione atmosferica, con notevoli risparmi sui costi di realizzazione”.

Dopo il ritorno da L’Aquila, tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012 la famiglia Vigilante cambia strada e fonda Ewe Wood: “Non è stata tanto una scelta dettata dalla crisi, ma la decisione di adottare una nuova strategia. Abbiamo capito che l’edilizia del futuro va in quella direzione, e in Abruzzo abbiamo potuto constatare che anche progettisti e privati apprezzano sempre di più le potenzialità del legno”. I tecnici di Arca, agenzia che gestisce il primo sistema di certificazione per edifici in legno creata dalla Provincia di Trento, stanno assistendo a un aumento di interesse: “L’edificio più a Sud per adesso certificato è l’auditorium di Renzo Piano a L’Aquila, ma stiamo facendo attività di sensibilizzazione e formazione anche nel Meridione, con l’obiettivo di spiegare le potenzialità del legno e dissolvere alcuni luoghi comuni”, spiega Nicola Carlin, responsabile del processo di certificazione. Ci sono la paura della scarsa resistenza al fuoco, i pregiudizi sul basso potere isolante. In realtà, spiegano da Arca, “durante l’incendio la superficie bruciata del legno protegge la struttura interna, che non collassa improvvisamente e dà modo agli occupanti di evacuare nei tempi necessari”. E anche in un clima mediterraneo, un edificio in legno è in grado di svolgere con efficacia l’attività termoisolante: “Se ben progettato e correttamente isolato, l’edificio in legno mantiene una temperatura costante in tutte le stagioni. Lavorando allo stesso tempo sull’involucro e sulla massa, si ottiene un edificio confortevole, in grado di isolare anche dal calore estivo”.

Se ancora c’è da fare sul fronte della sensibilizzazione, è cambiato però l’approccio delle persone: “Due anni fa quando parlavamo di legno le persone ci guardavano storto e non ci ascoltavano. Oggi quell’atteggiamento non c’è più: non tutti sono pronti a costruirsi una casa in legno, ma è nata la curiosità di capire”, continua Vigilante. Basta dare uno sguardo ai numeri dei partecipanti al convegno organizzato il 3 aprile scorso a Fara Sabina (Rieti) da Ewe Wood in collaborazione con Arca: circa 400 iscritti, soprattutto architetti (67%), seguiti da geometri (16%) e ingegneri (9%), provenienti per oltre la metà da Roma e provincia (55%), in larga parte dal territorio reatino (32%) e alcuni addirittura da fuori regione.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende