Home » Aziende »Non-Profit »Pratiche » Pneumatici: le nuove filiere per cambiare, riciclare, acquistare:

Pneumatici: le nuove filiere per cambiare, riciclare, acquistare

giugno 4, 2015 Aziende, Non-Profit, Pratiche

Per chi se lo fosse dimenticato, il 15 maggio è scaduto il “mese di tolleranza” per la sostituzione obbligatoria degli pneumatici invernali, il cui termine di legge è fissato al 15 aprile di ogni anno.  Oltre a considerazioni ecologiche e di sicurezza stradale (la tenuta di strada e frenata delle gomme termiche è peggiore di quelle estive e l’usura del battistrada aumenta in maniera significativa), è bene sapere che si rischiano pesanti sanzioni. Il Codice della Strada prevede, in caso di circolazione durante il periodo estivo con pneumatici invernali (con codice di velocità inferiore a quello prescritto per le estive), una sanzione di 419 euro, a cui si aggiunge il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di un test di prova presso una delle sedi provinciali della Motorizzazione Civile, per verificare che il divieto non sia stato aggirato.

Conviene dunque evitare il rischio e procedere con la sostituzione, seguendo alcuni semplici passi. A partire dal corretto smaltimento degli pneumatici che non fossero più riutilizzabili. Nel caso ci si appoggi ad un gommista sarà lui a preoccuparsi dell’operazione, conferendo il rifiuto ad uno dei consorzi di raccolta, come Ecopneus o Ecotyre. Ma anche chi dovesse acquistare online può contare sugli effetti dell’art. 228 del Decreto Legislativo 152/2006, che obbliga produttori e importatori di pneumatici a farsi carico di un quantitativo di PFU pari (in peso) a quanto immesso nel mercato del ricambio l’anno solare precedente. Chi acquista su siti come Tirendo, può dunque beneficiare, oltre che di prezzi più concorrenziali, degli accordi che gli importatori e rivenditori hanno sottoscritto con i consorzi e con le officine e decidere dunque di ritirare l’ordine presso un gommista convenzionato sul territorio, oppure ricevere direttamente a casa il nuovo treno di gomme, conferendo i vecchi pneumatici in officine o altri punti di raccolta, che hanno l’obbligo del ritiro gratuito.

Un sistema “di filiera” che, negli ultimi anni si è dimostrato piuttosto efficiente, evitando brutte scene del passato, come il ripescaggio di pneumatici abbandonati nei fiumi o in mare. Un fenomeno che non ha ancora esaurito i suoi danni, tanto che l’Associazione Marevivo, proprio nei giorni scorsi, ha ancora recuperato più di 200 pneumatici usati sui fondali siciliani, insieme al consorzio Ecotyre, che si occuperà di avviarli alla fase di riciclo. Questa fase di recupero di materia, avviene attraverso un processo di granulazione che riduce i PFU in frammenti, fino alla trasformazione finale in “polverino di gomma”. I riutilizzi sono poi molteplici e spaziano dalla creazione di pavimentazioni speciali e superfici sportive fino al materiale per l’isolamento e l’arredo urbano. Espressioni della green economy che ogni anno, a novembre, trovano il loro racconto a Rimini, a Ecomondo, una delle più grandi fiere internazionali del recupero e riciclo di materia, alla quale partecipano anche i consorzi di filiera.

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Rapporto Deloitte “Digital Green Evolution”: nel 2022 gli smartphone genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2

marzo 14, 2022

Rapporto Deloitte “Digital Green Evolution”: nel 2022 gli smartphone genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2

Di fronte ad un numero di dispositivi che ormai nel complesso supera la popolazione mondiale, cresce l’attenzione ai temi della sostenibilità e degli impatti ambientali derivanti dalla produzione, dall’uso e dallo smaltimento dei “telefonini“, i device di più comune utilizzo sia tra giovani che adulti. A evidenziare la criticità di questi numeri è intervenuto il [...]

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende