Home » Aziende »Politiche »Pubblica Amministrazione » Corepla: la seconda vita della plastica, dopo il riciclo:

Corepla: la seconda vita della plastica, dopo il riciclo

La plastica è un materiale resistente, ma come molte invenzioni umane, deve essere utilizzata, e poi smaltita, con cura. Proprio per la sua durabilità, gli oggetti in plastica hanno assolutamente bisogno di essere opportunamente separati per essere avviati alla raccolta differenziata. Cosa avvenga però a quella plastica dopo che l’impresa di rifiuti urbana l’ha raccolta, è un processo ignoto a molti di noi: ce lo ha spiegato Gianluca Bertazzoli, Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne del Consorzio Nazionale per le Filiera degli Imballaggi in Plastica (Corepla) nell’appuntamento online “Gocce di sostenibilità“, ideato dal Kyoto Club.

La raccolta dei materiali è una realtà piuttosto sviluppata in Italia: si stima che la raccolta di plastiche raggiungerà un obiettivo di 700.000 tonnellate nel 2012.”La raccolta differenziata, ma soprattutto quello che viene dopo – spiega Bertazzoli – è una realtà che produce ricchezza: un vero e proprio sistema industriale.”  Le materie plastiche vengono infatti lavorate per tornare ad essere una nuova materia prima (“materia prima seconda“, per la precisione).

Dopo la raccolta effettuata dai comuni, avviene una selezione e una separazione delle plastica più pregiata. Nella selezione, che si svolge in 35 impianti sparsi in Italia, la plastica è selezionata per polimero e, in alcuni casi, per colore: in realtà dovremmo parlare di plastiche, al plurale, perché esistono diversi tipi di plastica, ovvero polimeri, di cui quelli maggiormente utilizzati sono il PET, il polistirolo, l’HDPE.

Il materiale prodotto dalle plastiche più pregiate viene venduto in aste, il cui accesso è consentito ad aziende europee, in modo da garantire la tracciabilità dei rifiuti; il resto può essere utilizzato come combustibile, per esempio in cementifici. In Italia attualmente circa il 61% della plastica avviata al riciclo è recuperata, circa il 35% viene utilizzata invece come carburante e solo il 4% finisce in discarica.

A questo punto avviene il lavaggio e la macinazione, e successivamente la rigranulazione. Alla fine di questo processo abbiamo granuli o scaglie di plastica, che quindi non sono più classificati come un rifiuto, ma materia prima secondaCon la plastica riciclata si fa di tutto: dalle bottiglie ai bauletti degli scooter, è ormai possibile utilizzare la plastica riciclata per qualsiasi oggetto.

Questa filiera industriale assicura inoltre preziosi fondi ai Comuni, che vengono pagati in base al costo del servizio, come differenziale con il servizio di raccolta differenziata: il prezzo è in media di 250 Euro a tonnellata, ma con un materiale pulito si arriva a 300 Euro. Una bottiglia di plastica avviata al riciclo vale circa 5 millesimi di Euro.

Al momento è possibile riciclare solo gli imballaggi (con l’eccezione dei piatti e bicchieri usa e getta), che dal 1 maggio scorso possono essere avviati al riciclo in tutti i comuni d’Italia (anche se alcuni non hanno ancora modificato il materiale informativo). Gli unici piatti in plastica riciclabili sono quelli senza “materiali estranei” e relativamente puliti, il che complica la raccolta.

Dal 2007 il consumo di plastica è comunque in calo, un po’ a seguito della crisi economica, un po’ grazie a una riduzione del materiale utilizzato e a politiche di ecodesign, che permettono di avere gli stessi prodotti e imballaggi, ma con meno contenuto di plastica; poche, purtroppo, le iniziative per ridurre l’ammontare di rifiuti che produciamo. Quando ero piccola l’acqua, ad esempio, era in bottiglie di vetro, con il vuoto a rendere, come tutt’ora avviene in Germania e altri Paesi del Nord Europa. Sembra un ricordo di un passato lontano, che includeva un uso attento delle risorse. Adesso sembra anche un’utopia per un futuro più sostenibile.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende