Home » Pratiche »Pubblica Amministrazione »Smart City » Smart City Exhibition 2013: città in cammino verso la resilienza climatica:

Smart City Exhibition 2013: città in cammino verso la resilienza climatica

A che punto siamo con lo sviluppo delle Smart City? A tracciare il quadro della situazione ci pensa Smart City Exhibition 2013, la manifestazione, promossa e organizzata da BolognaFiere e FORUM PA, dedicata interamente alle città intelligenti. Un’occasione importante per la condivisione, la formazione e il networking tra i migliori progetti “smart” grazie all’ampia prospettiva internazionale, che porta a Bologna, dal 16 al 18 ottobre, oltre 90 città italiane e straniere. «La contemporaneità di Smart City Exhibition con SAIE, il 49esimo Salone dell’Innovazione Edilizia – fanno sapere gli organizzatori – rafforza quest’anno la tre giorni bolognese, che si conferma come l’evento italiano di riferimento per l’elaborazione e la verifica dei percorsi verso nuovi modelli di città che sappiano mettere al centro i cittadini e i soggetti produttivi dei territori urbani».

Smart City Exhibition ripropone molte esperienze di successo nel solco della scorsa edizione: da “iCity Rate“, il Rapporto annuale con il rating sulle città intelligenti italiane, che è stato presentato il 16 ottobre, ai format innovativi “Meet the City” per il confronto tra le best practices europee. Non mancano comunque le novità in questa seconda edizione: in primis la presenza delle oltre cinquanta città aderenti all’Osservatorio Nazionale Smart City dell’ANCI che presentano il Vademecum realizzato per supportare le città nella stesura di un piano operativo per la Smart City. Nel corso della tre giorni si terrà, inoltre, la presentazione dei testi di ricerca scelti attraverso una call pubblica realizzata nei mesi scorsi in partnership con le più importanti università italiane.

Un aspetto importante delle Smart City del futuro, che trova spazio nella manifestazione, è la “resilienza climatica”, vale a dire la capacità di adattamento delle città ai cambiamenti del clima e, di conseguenza, la realizzazione di piani operativi in quest’ottica. A sollecitare l’azione su questo argomento è anche l’Unione Europea, che attraverso la nuova “Strategia europea di adattamento ai cambiamenti climatici, chiede alle amministrazioni territoriali di implementare misure volte alla gestione degli impatti dei cambiamenti climatici. Inoltre, secondo la nuova programmazione comunitaria 2014 – 2020, la necessità di investire in reti ed infrastrutture intelligenti dovrà affiancarsi ad una maggiore resilienza dei rischi finanziari e climatici.

In questa direzione va BLUE AP (Bologna Local Urban Environment Adaptation Plan for a Resilient City), un progetto unico nel suo genere in Italia che si concluderà a settembre 2015. BLUE AP nasce con l’obiettivo di dotare la città di Bologna di un “Piano di adattamento al cambiamento climatico” che preveda anche la sperimentazione di alcune misure concrete da attuare a livello locale, per rendere la città meno vulnerabile e in grado di agire in caso di alluvioni, siccità e altre conseguenze del mutamento del clima.

Il Comune di Bologna coordina il progetto, che coinvolge altri tre partner: Kyoto Club, Ambiente Italia e ARPA Emilia Romagna. Il lavoro di pianificazione e sperimentazione svolto con BLUE AP nella città di Bologna, permetterà la realizzazione di linee guida per la definizione di analoghi “piani di adattamento”, che potranno essere adottati da tutte le città italiane di medie dimensioni. Bologna sarà quindi la città-pilota che, per prima in Italia, potrebbe dotarsi degli strumenti per affrontare la sfida del cambiamento climatico.

Il progetto prevede inoltre l’elaborazione di uno schema economico, che costituirà uno strumento utile per valutare le modalità di finanziamento delle azioni identificate e per permetterne la concreta realizzazione del progetto. Ma in che modo si finanzia un “piano cittadino per l’adattamento al cambiamento climatico”? Per la realizzazione del progetto i promotori puntano a ricorrere a partenariati pubblici-privati, a fondi internazionali e a finanziamenti della Banca Europea per gli Investimenti, destinati alle città che manifestano l’esigenza di creare infrastrutture ambientali. A questo proposito, nell’ambito di Smart City Exhibition 2013, si svolgerà giovedì 17 ottobre (ore 14.00 – 17.45) la conferenza “Open Day Smart & Resilient Communities”, organizzata dal Coordinamento Agenda 21 Nazionale e dai partner del progetto BLUE AP. «L’appuntamento – fanno sapere gli organizzatori – vuole essere un primo momento di confronto con le assicurazioni, le banche e le imprese private su come si possano rigenerare territori e costruire comunità che siano in grado di rispondere alle future opportunità e criticità derivanti dai mutamenti climatici. Assicurare uno sviluppo sostenibile e sicuro dev’essere oggi una priorità delle amministrazioni pubbliche e del mondo dell’impresa».

Giuseppe Iasparra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende