Home » Pratiche »Pubblica Amministrazione »Smart City » WalkTO, una mappa per camminare in città:

WalkTO, una mappa per camminare in città

Il mondo rivela di più a chi viaggia a piedi. L’ha capito l’amministrazione torinese che, dal 2012 in occasione della giornata nazionale del camminare, ha dato corso al progetto “Torino città camminabile”. Il frutto che mette a sistema il lavoro svolto fin qui si chiama WALKTO, ed è la mappa per scoprire a piedi la “Bellezza di Torino”.

WALKTO è stata presentata lunedì in conferenza stampa a Palazzo Civico, con maestri di cerimonia Enrico Bayma (Direzione del Territorio e dell’Ambiente), Enzo Lavolta (Assessore all’Ambiente e all’Innovazione), Danilo Bessone (Comitato direttivo Turismo Torino e Provincia) e il Sindaco Piero Fassino, a rimarcare l’importanza “strategica” attribuita all’’iniziativa.

Sì, strategica. Per una città che vanta 21 milioni di metri quadrati di parchi e giardini, la più ampia superficie di vie porticate d’Europa e dati di affluenza turistica in costante crescita – laddove il turismo sembra essere in ordine decrescente, la quarta causa di produzione d’emissioni di CO2 – è fondamentale conferire a WALK TO non solo il ruolo di strumento critico per i cittadini che ogni giorno si spostano in Torino in maniera leggera, ma sopratutto quello di volano per un turismo sostenibile, rivolto a tutti quei visitatori che vogliono visitare una città storica a piedi, ammirarne la bellezza, scoprire scorci nascosti, godere delle sue opportunità. Insomma, pedestrian is more!

E così ecco la mappa WALKTO, stampata grazie al contributo scientifico di Turismo Torino e Provincia e a quello economico-produttivo di Seat Pagine Gialle (ricordate  quando ancora si teneva in auto una copia di Tutto Città?) e di GTT (Gruppo Trasporti Torinesi). Dove c’è una offerta ragionata di pedonalità ci sarà anche l’esigenza di collegamento efficace e possibilmente eco-sostenibile tra itinerari pedonali e zone aperte al traffico.

Realizzata in quadricromia, verrà distribuita gratuitamente nei punti informativi e negli uffici del turismo. Ma è possibile che con tutta l’attenzione profusa sul tema dei comportamenti ecologici non sia venuto in mente a nessuno di stampare le ben 50.000 copie (tranquilli, è solo la prima tiratura) su carta riciclata?

Le cose che fanno di WALKTO davvero la mappa di una geografia urbana camminabile sono i rilievi di tutte le vie pedonali, ciclo-pedonali e porticate della città, di tutte le modalità di collegamento da una zona all’altra attraverso mezzi di trasporto ispirati alle buone pratiche ambientali (TO-bike, car-sharing elettrico, Metro, autobus ecologici), e ancora la segnalazione di tutte le vie d’accesso a piedi alla città, come la via Francigena e la recente Superga-Vezzolano-Crea. Ci sono poi tavole specifiche dedicate alle aree verdi, come quella del Valentino, delle Maddalene, del Parco Dora, etc.

Infine la proposta di 12 itinerari individuati attraverso la suddivisione della mappa in cerchi concentrici, secondo le zone dalla più centrale alle più periferiche. Tutti gli itinerari vengono descritti in maniera parametrica e suddivisi in numero di chilometriminuti di percorrenza (a seconda dell’andatura lenta o veloce), calorie consumaterisparmio di grammi di CO2. In questo la mappa riesce ad armonizzare la precisione del dato tecnico all’attenzione al tratto locale, con la tipica ironia sabauda. Due esempi: in quella che dovrebbe essere la parte d’interfaccia smart di WalkTo è presente la App di SMAT (municipalizzata dell’acqua) con la mappa dei turet, inconfondibili fontane cittadine con l’apice a foggia di torello, simbolo della città. E ancora, tra i parametri di valutazione degli itinerari pedonali c’è anche il consumo consentito di gianduiotti in relazione alle calorie consumate!

Il ritorno a una mobilità lenta è oggi così sentito perché nessuno vede in esso alcuna contraddizione con un indirizzo smart delle città. In questo senso, c’è la parte App che consente di incrociare ancora più contenuti e piani di lettura, dagli itinerari turistici nel centro di Torino di ToTo4all, alla geografia dell’acqua potabile di SMAT, alle indicazioni più generali di Torino App, tutte applicazioni scaricabili gratuitamente.

Una considerazione finale. Se prima di essere comunicata e veicolata una rete infrastrutturale non esiste per un pubblico, ora che l’infrastruttura è nota bisognerebbe farla vivere del suo potenziale narrativo. La rete e i dispositivi mobili possono generare interazioni e narrazioni: innumerevoli punti di vista in grado di dirci qualcosa sul territorio, i suoi itinerari e i suoi visitatori. Quando c’è di mezzo l’uomo un territorio può morire o vivere. Molto dipende dalla sua narrazione…

Orlando Manfredi



 

 

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende