Home » Prodotti »Servizi » Come difendersi dai “giorni della merla”. Insufflaggio di cellulosa: una tecnica veloce ed economica per edifici esistenti:

Come difendersi dai “giorni della merla”. Insufflaggio di cellulosa: una tecnica veloce ed economica per edifici esistenti

gennaio 29, 2020 Prodotti, Servizi

Secondo la tradizione popolare gli ultimi tre giorni di gennaio sono i cosiddetti “giorni della merla”, ovvero i giorni più freddi dell’anno. Non sempre questa credenza è confermata dai dati scientifici, ma ha un valore simbolico, perché rappresenta l’eterno tentativo dell’uomo e degli animali di difendersi, al meglio possibile, dalle temperature e condizioni meteo avverse. Ogni inverno, infatti, ha i suoi giorni più freddi (che siano a dicembre, gennaio o febbraio) e, puntualmente, in quell’occasione anche chi non si è mai preoccupato di intervenire sull’isolamento termico della propria abitazione, viene stimolato a pensarci e a trovare le soluzioni più adatte.

Per le nuove costruzioni e gli interventi di ristrutturazione più completi (soprattutto su edifici antichi) le soluzioni in bioedilizia sono molteplici e vanno valutate in base al contesto, alle caratteristiche costruttive del fabbricato e al budget della committenza. Ma per intervenire velocemente e in maniera efficace su quell’immenso patrimonio immobiliare di villette, appartamenti e condomini, costruiti in Italia tra gli anni ’60 e ’90 del Novecento, il metodo migliore sembra essere l’insufflaggio nelle intercapedini delle pareti e nei sottotetti. In particolare l’insufflaggio di fibra di cellulosa, un materiale con capacità di isolamento termico ottenuto dal riciclo della vecchia carta di giornale – ricca di lignina –  che subisce un trattamento ignifugo e di “mineralizzazione”, che lo rende inattaccabile da muffe, batteri e roditori.

Il materiale così ottenuto (a base naturale, riciclato e riciclabile) offre numerosi vantaggi. Innanzitutto può essere insufflato in modo uniforme in qualsiasi spazio, orizzontale o verticale, anche irregolare. Nelle intercapedini i risultati migliori si ottengono quando lo spazio disponibile è superiore ai 5 cm. I fiocchi di cellulosa vanno a riempire completamente il vuoto, evitando all’aria di muoversi e creare correnti dispersive e proteggendo in maniera efficace sia dal freddo che dal caldo. Sommando il risparmio sul riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo che si può ottenere, questo intervento di coibentazione può arrivare a generare benefici economici anche del 50% sulle bollette energetiche, che si sommano alla detrazione fiscale del 65% per l’efficientamento energetico, riconfermata dall’ultima Legge di Stabilità fino al 31.12.2020.

La leggerezza di questo materiale lo rende inoltre ottimo anche per interventi in tetti e sottotetti di qualsiasi tipo (tetti in legno, solai leggeri o sottotetti senza accesso diretto, non praticabili o a muricci e tavelloni).  Mentre nel caso del “riempimento” (di tetti o intercapedini) la fibra di cellulosa viene soffiata a pressione con un macchinario apposito (attraverso una serie di fori a circa 1,5 m. uno dall’altro), nella “posa libera” nei sottotetti lo spruzzo avviene “a tappeto” sulla superficie da ricoprire. Secondo le stime, 25 cm. di isolamento termico del sottotetto con fibra di cellulosa possono ridurre di oltre 12 volte la dispersione termica di tutta la casa, offrendo un concreto risparmio energetico e, di conseguenza, riducendo anche l’impatto ambientale del proprio edificio.

Tutti gli interventi di insufflaggio con la cellulosa – sia del sottotetto che nelle intercapedini -  hanno infine il grande vantaggio della rapidità e del non essere invasivi. Una volta effettuato il sopralluogo da parte di una ditta specializzata e ottenuto il preventivo, basta mediamente un solo giorno per completare l’intervento e consentire di godere, immediatamente, dei benefici economici e di comfort.  Chi teme “la merla” ha ancora tempo per agire!

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende