Home » Eventi »Prodotti »Prodotti » Cosmoprof 2012, per una bellezza sostenibile:

Cosmoprof 2012, per una bellezza sostenibile

marzo 12, 2012 Eventi, Prodotti, Prodotti

Camomilla romana, olio di girasole ed extravergine di oliva, burro di karité, amido di riso, proteine del grano: nella “cucina” del Cosmoprof, salone della cosmesi di Bologna (dal 9 al 12 marzo), un numero di ricette sempre superiore è al naturale, di origine vegetale e, spesso, da agricoltura biologica.

Anche un rossetto, steso sulle labbra, è qualcosa che viene mangiato. Per questo abbiamo pensato alla nostra linea di make up Baciami Bio, con tutti ingredienti da agricoltura biologica certificata CCPB” così Giuseppe Montalto, di Montalto Natura. La piccola azienda di Busto Arsizio, fondata nel 1957 da appassionati di montagna ed erboristica, è tra i pioneri della più rigorosa cosmetica naturale e slow: “Per i nostri olii ci basiamo su principi alchemici – spiega Montalto – lasciando alla pianta tempi di trasformazione molto lunghi: 40 giorni al sole, poi altrettanti al buio, prima delle varie fasi di miscelazione e filtrazione”. Oltre a procedimenti di questo tipo, rispettosi dei tempi della natura, é l’attento uso degli ingredienti che fa la qualità del prodotto: “L’acqua è fondamentale, non a caso è il primo ingrediente sull’etichetta” sottolinea Montalto. “Come per l’omeopatia e i Fiori di Bach, l’acqua con la sua “memoria” genera frequenze vibrazionali capaci di trasmettere benessere“. In questa produzione, tutta improntata al rispetto dell’autenticità delle risorse, è coerente anche la scelta dei fornitori di materie prime: “Ci riforniamo di calendula, elicriso, lavanda da cooperative sociali antroposofiche che praticano l‘agricoltura biodinamica. Crediamo che l’energia del prodotto risenta di questa natura sociale: perchè un principio attivo sia efficace e dia qualcosa di buono alla pelle, come negli olii essenziali, deve essere fatto con amore”. Ma sbaglierebbe chi, con sufficienza, volesse liquidare questo approccio “ispirato” come anacronistico o genericamente new age. “All’inizio eravamo considerati quasi degli stregoni” ricorda il titolare. Eppure oggi il mercato da ragione a queste imprese che, forti della qualità dei loro prodotti e del boom biologico, dall’Italia esportano cosmetici e shampoo in tutto il mondo, dall’Europa a Giappone, Cina e Stati Uniti inclusi.

Sempre tra i padiglioni dedicati ai prodotti bio, incontriamo Laboratori AmoreBio, che presenta una linea di dermocosmetici naturali, biologici e certificati, specifici per la cura del bambino. La totale assenza di parabeni, siliconi e coloranti rende questi shampoo, detergenti e saponi adatti alla pelle più delicata dei neonati. La loro formula, tutta Made in Italy, è stata studiata per prevenire il rischio di reazioni allergiche e prevede l’impiego d’ingredienti di origine naturale, derivanti da agricoltura biologica certificata Ecocert, coltivati senza l’uso di pesticidi o fertilizzanti chimici. E anche il packaging di AmoreBio si caratterizza per cartoncini certificati FSC e plastiche riciclabili. Un intero processo produttivo dunque, dalla formulazione fino al confezionamento, rispettoso dell’ambiente:  “Tutti i prodotti e tutte le aziende coinvolte nell’iter produttivo – sottolinenano da AmoreBio – vengono sottoposti a rigidi e severi controlli qualitativi con la supervisione dell’ente certificatore”. Oltre alla linea di cosmesi biologica naturale, l’azienda ha inoltre annunciato, a Cosmoprof, una Linea Tessile per mamme e bebè, con prodotti di cotone biologico certificato e tinti solo con colori e sostanze naturali ricavate dalla frutta.

Nell’ambito delle manifestazioni collaterali, Cosmoprof 2012 ha anche ospitato i saloni e centri benessere Davines e Comfort Zone, dove è stata proposta la Seconda Giornata della Bellezza Sostenibile, con servizi e trattamenti gratuiti e all’insegna del naturale e del biologico. Dopo la prima edizione, che aveva coinvolto oltre 250 saloni in Italia e tutelato 11 ettari di aree boschive in crescita nei Parchi della Valle del Ticino, anche quest’anno il ricavato delle offerte sarà destinato a progetti di tutela boschiva e riqualificazione ambientale, in collaborazione con LifeGate. In questo modo l’evento sarà reso “a impatto zero”: le emissioni di CO2 prodotte, nonché due linee di prodotti Davines e Comfort Zone, verranno infatti calcolate, ridotte e compensate tramite la creazione e la tutela di foreste in crescita in alcune aree del mondo. Mentre Davines ha reso noto che, grazie al ricavato della Giornata della Bellezza Sostenibile del 2011, sono stati concordati diversi interventi nei contesti urbani di Milano e Roma, che prevedono la piantumazione di nuovi alberi nell’area meneghina del Naviglio Grande e la riqualificazione del Parco della Madonnetta nella capitale. Bello e possibile, dunque. Una sola nota: prevenire, con una progettazione fieristica più attenta (sin dall’inizio) alla riduzione dell’impatto ambientale è sempre meglio che curare. Così come la buona cosmesi, in alcuni casi, può evitare di dover intervenire in seguito con la chirurgia. A buon intenditore poche parole…

Cristina Gentile

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

maggio 13, 2019

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

Per la comunità scientifica italiana, in particolare quella che studia i Poli, si tratta di un grande risultato, che aprirà la strada a nuovi studi. L’OGS, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – grazie ad un finanziamento di 12 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ha acquistato dalla norvegese Rieber [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende