Home » Eventi »Pratiche »Prodotti » La via verso la dematerializzazione dei documenti:

La via verso la dematerializzazione dei documenti

aprile 2, 2010 Eventi, Pratiche, Prodotti

matrix, Courtesy of filetransit.comSono tanti i nomi usati per indicarli: documenti, informazioni, testi, contenuti, dati… Il nome non è tanto importante quanto il fatto che altro non sono che una forma di energia: un’energia “digitale”, fatta di bit e byte, di 0 e di 1, di circuiti elettronici e microchip, di enormi server e di elementi di computer che sempre più tendono alla miniaturizzazione proprio mentre la quantità di byte prodotti aumenta vertiginosamente – dai 12 miliardi di miliardi di byte del 2002 ai quasi 1000 previsti per il 2010.

La dematerializzazione e la digitalizzazione dei documenti – sia essa tramite scansione di oggetti cartacei o simili, piuttosto che inserimento a mano dei dati  ex novo – è diventata ormai da alcuni anni la croce e la delizia di imprese, privati e pubbliche amministrazioni.

Che si tratti del creare un archivio on line della propria collezione di ricette oppure di creare un database che faccia dialogare i cittadini con l’anagrafe del proprio luogo di residenza, la digitalizzazione di quello che un tempo era un “semplice” documento cartaceo è ormai imprescindibile – e, soprattutto nel caso delle Pubbliche Amministrazioni, tali processi vanno incentivati e regolamentati.

Il Consiglio dei Ministri, recentemente, ha approvato le ultime modifiche al Codice dell’Amministrazione Digitale richieste dalla Legge 69/2009, uno dei pilastri su cui poggia il disegno di modernizzazione e digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Le principali novità riguardano l’istituzione di un ufficio unico responsabile delle attività ICT di tutte le PA del territorio nazionale, con l’introduzione di un protocollo informatico che uniformi le attività delle PA italiane; la semplificazione dei rapporti con i cittadini e le imprese attraverso l’introduzione di forme di pagamento via computer, l’utilizzo della firma digitale, la dematerializzazione dei documenti eccetera. Non da ultimo, il Consiglio dei Ministri ha sottolineato l’importanza della sicurezza nello scambio e nella conservazione dei dati, predisponendo inoltre dei piani d’emergenza che possano garantire la continuità dello scambio di dati e della fornitura di servizi nel caso di calamità.

Di questa fondamentale novità – ma non soltanto – si è discusso a OMAT 2010, che si è tenuta nei giorni scorsi a Milano (il 30 e il 31 marzo) con l’obiettivo di istruire una fetta sempre più grande del mercato e avvicinare il maggior numero possibile di attori con poteri decisionali alle soluzioni di information management.

Le sessioni della parte convegnistica sono state infatti studiate per soddisfare le esigenze delle diverse figure professionali partecipanti, e si sono sviluppate attraverso diversi temi: la dematerializzazione e la successiva conservazione dei dati digitali, le possibili evoluzioni di metodi e mezzi operativi, gli aspetti legati alle normative italiane a cui si è accennato sopra, e in particolare la fatturazione elettronica.

L’evento si è concluso, nel pomeriggio del 31, con la presentazione dell’Award Ecohitech, che si svolgerà a Roma il 10 e l’11 novembre 2010  in occasione dell’edizione romana di OMAT. Organizzato dal Consorzio Ecoqual’It, l’Award Ecohitech è il più importante riconoscimento ambientale per le imprese del settore hi-tech per i risultati di eco-compatibilità, efficienza energetica e gestione rifiuti raggiunti mediante lo sviluppo di prodotti, soluzioni e processi rispettosi dell’ambiente – giunto ormai alla sua dodicesima edizione.

E’ ben noto infatti che anche i computer consumano energia e producono gas a effetto serra; ma dal momento che, secondo le fonti ufficiali, ogni ricerca su Google produce 0.2 grammi di CO2, si tratta comunque di una quantità tale da essere meno di un millesimo di quella prodotta in media da un automobile ogni chilometro. Un bel risparmio, dunque, che permette di comprendere come la dematerializzazione delle informazioni, oltre a limitare la produzione di carta (e la relativa deforestazione), sia un grande passo avanti verso una gestione più sostenibile delle attività produttive.

Eva Filoramo


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende