Home » Idee »Prodotti » Eco-sci? E’ possibile!:

Eco-sci? E’ possibile!

dicembre 23, 2009 Idee, Prodotti

Courtesy of RecycledskisPur sembrando un controsenso anche i “bianchi” sport invernali hanno iniziato la propria svolta “green”, nel tentativo di meglio intercettare la sensibilità del consumatore.

Le aziende produttrici presentano ogni anno sul mercato nuovi modelli più veloci, più sicuri, più confortevoli di quelli dell’anno precedente e i “vecchi” sci e snowboard finiscono inesorabilmente la loro carriera nelle cantine, ma più spesso nelle discariche.

In Francia, dove ogni anno vengono gettate 1500 tonnellate di sci, l’azienda Tri-Vallèes ha inventato un metodo per il riciclo: estratte le parti metalliche il resto può essere trasformato in combustibile ad alto potenziale per i forni dei cementifici. “Questi materiali – spiega Gauthier Mestrallet responsabile ricerca e sviluppo di Tri-Vallees – bruciano bene e sviluppano un calore notevole. I cementifici sono interessati all’offerta, perché 3 tonnellate di questi rifiuti equivalgono a una tonnellata di petrolio“.  Così, anche se il numero di sci riciclati non è ancora abbastanza elevato da alimentare una catena di riciclaggio autonoma, nel 2009 ne sono state utilizzate 190 tonnellate, con l’obbiettivo di raggiungere quota 250 per il prossimo anno.

Più creativa la soluzione proposta da Green Mountain Sky Furniture, compagnia del Vermont (USA) che del riciclo ne ha fatto un’arte. Gli sci vengono adattati per la realizzazione di oggetti di design unici: sedie, tavoli e panche realizzate su ordine del cliente. Basta quindi portare i vecchi sci perchè i designer scatenino la propria creatività, oppure, utilizzare le riserve di magazzino impiegando gli sci restituiti da altri clienti.

Anche sul mercato del nuovo, comunque, non mancano le proposte “green”: per le sciatrici esperte sono a disposizione gli sci Attraxion Echo di Rossignol, che utilizzano materiali naturali e riciclati ma diventano aggressivi sulle piste. Il 20% della fibra utilizzata è naturale e la sua coltivazione richiede poca acqua, mentre il cuore dello sci è in pioppo estratto da una foresta a coltura controllata. Rispetto agli sci tradizionali, viene utilizzato il 50% di inchiostro e il 10% di materiali compositi in meno. Il battistrada è composto al 25% da materiale riciclato e anche lo stemma è realizzato con rimanenze di pelle nubuck.

Sempre la Rossignol propone per lo snowboard la tavola Experience con un battistrada in polietilene riciclato, una sola mano di inchiostro di serigrafia per minimizzare l’uso di solventi e nessun rivestimento superiore. Naturalmente, la custodia per il trasporto è in cotone senza cerniera, quindi riciclabile.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende