Home » Idee »Prodotti »Servizi »Smart City » Cieli bui? No, cieli efficienti. La parola a Maximo, il software di IBM:

Cieli bui? No, cieli efficienti. La parola a Maximo, il software di IBM

novembre 26, 2012 Idee, Prodotti, Servizi, Smart City

Il governo ci aveva provato: con la proposta di norma chiamata infelicemente “Cieli bui”, inserita nella legge di stabilità, si cercava di raggiungere un obiettivo di maggiore efficienza energetica nell’illuminazione pubblica. La norma stabiliva che entro 120 giorni dall’approvazione da parte del Parlamento, il Presidente del Consiglio avrebbe dovuto emanare un decreto per ridurre i costi dell’illuminazione. Come? Per lo più spegnendo o affievolendo l’illuminazione pubblica e stradale. La norma non è stata poi approvata, anzi in Commissione Bilancio è stato votato all’unanimità un emendamento per sopprimerla.

Resta però la necessità per i comuni italiani, per i quali il costo relativo a consumi elettrici costituisce la seconda o terza voce di spesa, di rendere più efficienti la gestione e la manutenzione dell’illuminazione pubblica, che al momento richiede la movimentazione di molto personale e denaro.

In questo può essere di aiuto lo sviluppo di nuove tecnologie e software: immaginate che invece di vedere i consumi energetici scritti su una bolletta a fine mese, sia possibile visualizzare i consumi live su uno schermo, ripartiti su base di singolo palo della luce e in tempo reale. Non solo, dallo stesso schermo è possibile visualizzare quali pali della luce necessitano di manutenzione, o quali sono gli incroci che hanno bisogno di maggiore luce. A questo e ad altre necessità risponde il software  Maximo della IBM: attraverso un quadro di gestione è possibile monitorale in modo integrato tutti i consumi di un comune, non solo i consumi elettrici, ma anche i contratti di gas, acqua, leasing, locazioni. In definitiva, tutte le utenze e i servizi.

I vantaggi sono molti: dall’ottimizzazione della manutenzione alla possibilità di gestire le accensioni in maniera più efficiente, senza lasciare zone buie ma magari con la possibilità di definire affievolimenti laddove sia possibile, e la possibilità di monitorare eventuali perdite. Dai trasporti, all’energia elettrica, all’acqua. Ma anche per quanto riguarda il traffico. “Questo nuovo software permette infatti di poter avere una amministrazione pubblica più efficiente e con costi che non vadano fuori controllo, attraverso il monitoraggio degli asset e proiezioni di costi futuri,” ci ha raccontato Francesco Pappalardo, commerciale di IBM per soluzioni e progetti software.

Il monitoraggio avverrebbe attraverso l’installazione di centraline, da inserire in vari punti del tessuto urbano, ad esempio sui pali della luce. Queste centraline avrebbero quindi molte funzionalità, tra cui rilevare i dati. Le centraline potrebbero poi essere utilizzate anche per altre funzioni, come per impianti wifi, come punti di ricarica di bici elettriche o per il controllo del traffico: la smart city diventa così semplice da gestire. Con Maximo, i dati vengono inviati a una centrale di controllo di sistema, dove sono visualizzati su un dashboard di gestione. Ad esempio ci sono delle soluzioni sensitive per monitorare gli orari di punta di traffico: possono costituire un modo avanzato di sostituire la telecamera, con un sensore in grado di contare automaticamente le macchine per minuto. E’ un sistema basato sul ricevere i dati in maniera istantanea e allertare chi di dovere in tempi rapidi, ma anche un database di informazioni sul quale programmare i trasporti cittadini: per gestire in modo efficiente le strade già esistenti invece di doverne realizzare di nuove.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende