Home » Prodotti »Prodotti » La prova del nove in edilizia. GBC Quartieri e la misura della sostenibilità:

La prova del nove in edilizia. GBC Quartieri e la misura della sostenibilità

marzo 31, 2014 Prodotti, Prodotti

Cercare di convincere qualcuno che un’idea nuova sia valida o migliore di quelle tradizionali non è banale. Per questo dimostrare, anche matematicamente – quando possibile - il beneficio che la novità può creare, può essere utile.

“La nostra mission – spiega Laura Pighi, architetto Responsabile del Programma Aree e Quartieri Sostenibili per Habitech, ospite lo scorso 19 marzo della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino per discutere di Sustainable Urban Forms- è la trasformazione del mercato dell’edilizia e dell’energia nella direzione della sostenibilità, quale leva strategica per l’innovazione e lo sviluppo”.

La sostenibilità, quindi, come chiave di lettura della trasformazione e ristrutturazione dei modelli, dei mercati e dei prodotti: una trasformazione che si fa sempre più necessaria di fronte ad un modello, quello attuale, che va verso la rottura. “Non è una novità se parliamo di collasso del sistema, che vede un continuo aumento dei consumi e una diminuzione delle risorse. Anche graficamente ci appare chiaro che se la parabola dei consumi si alza e quello delle risorse si abbassa, non si trovano più punti di contatto. Per questo la sostenibilità è l’unico strumento di qualità e la priorità nel nuovo approccio allo sviluppo”.

E’dunque opportuno scegliere la sostenibilità, prosegue l’architetto, per produrre innovazione e nel caso di processi e prodotti “è importante essere attenti, osservare, studiare, condividere e diffondere. Ma per fare tutto questo bisogna creare gli strumenti opportuni”.

Quali strumenti? GBC Quartieri, ad esempio, è il sistema di rating sviluppato da GBC Italia per la valutazione di progetti di area (con un minimo di due edifici), sia per interventi ex novo, che di riqualificazione dell’esistente.

Ma a cosa serve un protocollo di certificazione? I sistemi di rating sono strumenti di misurazione di specifici indicatori individuati in base agli obiettivi di qualità definiti e da raggiungere. Quindi in caso di interventi (o di gruppi di interventi della stessa tipologia) si fissano alcuni indici (obiettivi), si elaborano gli indicatori specifici e si costruiscono gli strumenti per la misurazione dei relativi dati; poi si pensano le strategie per il raggiungimento delle prestazioni stabilite.

L’obiettivo di un intervento è la qualità, che per noi equivale a sostenibilità e green; la qualità è misurabile attraverso lo strumento specifico che si sceglie e solo una volta che si hanno i dati e i  calcoli alla mano è possibile comunicare, diffondere e promuovere l’intervento che si è progettato e così essere più convincenti nella proposta”. Un po’ come una prova del nove.

E un buon sistema di certificazione deve essere usabile, trasparente e soprattutto open source, cioè accessibile. “Solo in questo caso diventa un sistema di qualità; un sistema di misurazione della sostenibilità, della qualità e del valore; uno strumento che facilita il project management e un pretesto per reingegnerizzare il processo di innovazione di prodotti e servizi”.

GBC Quartieri promuove tra gli obiettivi primari le prestazioni di sostenibilità ambientale del territorio, delle infrastrutture, delle dotazioni e degli edifici sostenibili, riconoscendo e valorizzando gli interventi che abbracciano un approccio integrato alla qualità della vita, alla salute pubblica e al rispetto per l’ambiente.

Questo protocollo - conosciuto come sistema LEED for Neighborhood Development (LEED® ND), sistema di certificazione internazionale sviluppato da USGBC con il Congress for the New Urbanism e il Natural Resources Defence Council, di cui mantiene la struttura, e allineato con le normative italiane - ha la forma di una check list divisa in cinque categorie: Localizzazione e Collegamenti del Sito (LCS), Organizzazione e Programmazione del Quartiere (OPQ), Infrastrutture ed Edifici Sostenibili (IES), Innovazione nella Progettazione (IP) e Priorità Regionali (PR).

Per ognuno di questi aspetti si aprono una serie di prestazioni e caratteristiche che vanno “spillate” nel caso in cui corrispondano all’idea di progetto e, a seconda dei crediti “guadagnati”, l’intervento può essere certificato come Base (40-49 crediti), Argento (50-59), Oro (60-79) o Platino (80 e più).

È evidente che prenderanno più punti quei progetti che prevedono una buona connessione con le reti di trasporto pubblico, edilizia green, aree verdi e di socialità o relazioni di area con le strutture preesistenti. È valutata la qualità della vita, dei servizi offerti agli abitanti e dell’abitare”, e anche se non nasce come strumento di pianificazione urbanistica, è certa la sua utilità per le municipalità che potrebbero adottarlo per la promozione, l’incentivazione e la riqualificazione sostenibile del territorio urbano, o per la stesura di linee guida di sviluppo.

Il protocollo, lanciato nella sua versione breve il 22 marzo in occasione di Expoedilizia a Roma, è oggi consultabile on line e in primavera partiranno gli accreditamenti per i professionisti del settore.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

febbraio 27, 2017

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

Aboca, Stefano Mancuso e i DeProducers tornano insieme con lo spettacolo Botanica per continuare ad unire musica e scienza e raccontare le meraviglie del mondo vegetale. Un progetto innovativo e coinvolgente che vede la consulenza scientifica di uno dei più importanti ricercatori botanici internazionali, il Prof. Mancuso, tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia [...]

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

febbraio 27, 2017

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

EVE – Electric Vehicle Energy è un progetto che nasce dalla collaborazione tra tre grandi realtà toscane, come Enegan, trader di luce e gas che opera a livello nazionale, il Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa) – realtà composta da 60 imprese hi-tech – e Dielectrik, che lavora alla progettazione e alla produzione di prototipi di generi [...]

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

febbraio 23, 2017

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

Tecnologie e progetti innovativi a forte impatto sociale o ambientale. Queste le soluzioni social venture per un’economia sostenibile, presentate in occasione della nona edizione italiana della Global Social Venture Competition (GSVC), premio internazionale ideato dall’Università di Berkeley (Usa) per favorire e sviluppare le idee imprenditoriali destinate a questo settore. L’evento, ospitato presso il Centro Convegni [...]

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende