Home » Prodotti »Servizi » La raccolta automatica dei rifiuti approda in Italia:

La raccolta automatica dei rifiuti approda in Italia

luglio 14, 2010 Prodotti, Servizi

Oppent, Courtesy of ufficio stampa OppentUn sistema per raccogliere i rifiuti che elimina i cassonetti e l’immondizia dagli angoli delle strade e riduce l’impatto ambientale. Automatic Waste System (Sistema Automatico di Smaltimento Rifiuti) è una tecnologia già sperimentata con successo in vari paesi del mondo che sta ora per approdare anche in Italia grazie a due aziende concorrenti, Envac e Oppent.

Il primo progetto per l’edilizia residenziale, approvato il 28 maggio scorso, sarà realizzato dalla milanese Oppent per la torre Eurosky di Roma, ideata dall’architetto Franco Purini nell’ambito del progetto Business Park Europarco, e dovrebbe essere pronto nel settembre 2012.

L’impianto, prevede tre “bocchettoni” per la raccolta differenziata (carta, plastica e generico) che si trovano a ognuno dei 28 piani della torre. L’utente inserisce nell’apertura giusta il sacchetto con i rifiuti che, attraverso un sistema di tubazioni sotterranee e un impianto pneumatico, viene spinto fuori dall’area residenziale fino a una centrale di raccolta. Lì, un compattatore riduce i volumi di stoccaggio, elimina gli odori grazie alla presenza di filtri attivi e scarica i rifiuti in tre diversi container.

Un sistema simile è già attivo nella sede della Banca d’Italia di Frascati, dove lavorano 1.400 dipendenti, ma unicamente per la raccolta della carta. Il Comune di Venaria Reale, in provincia di Torino, ha anche promosso un bando integrato per la costruzione del sistema automatico di raccolta rifiuti, insieme alla realizzazione del teleriscaldamento e del nuovo sistema di illuminazione pubblica, ma la gara è andata deserta, a quanto pare, per mancanza di sufficienti garanzie per le aziende partecipanti.

Diversi sono invece i paesi europei in cui sono installate strutture per la raccolta automatica della Envac. Maximiliano Mutti, Country Manager per l’Italia della multinazionale svedese, che ha già installato oltre 600 impianti nel mondo, ci spiega: ”In Svezia abbiamo costruito 300 impianti, in Spagna 80: a Barcellona 500mila persone sono servite dalla raccolta automatizzata. L’investimento per un impianto del genere è tra i 7 e gli 8 milioni di euro, però visti i minori costi per la raccolta, si calcola il ritorno dell’investimento in quindici anni”. “L’Italia – prosegue Mutti – è ormai recettiva verso queste tecnologie, sia a livello pubblico che politico”.

I vantaggi di questi impianti sono del resto evidenti. In primo luogo, la riduzione del 90% dei mezzi di raccolta rifiuti sulle strade, il che comporta una diminuzione dell’inquinamento atmosferico e acustico; ma anche l’ottimizzazione e valorizzazione della raccolta differenziata e, last but not least, una migliore qualità dell’igiene e del decoro urbano, con l’eliminazione dei cassonetti. Tutti elementi che potrebbero contribuire al recupero e alla promozione turistica di molti centri storici italiani.

Ci sono infatti almeno un’altra settantina di progetti che attendono l’assegnazione e potrebbero partire presto, sia per singole unità abitative che per interi quartieri, come nelle zone City Life e Porta Nuova a Milano, nell’ex ospedale Umberto I di Mestre, a Bagnoli Futura a Napoli e nelle città di La Spezia e Borgaro Torinese.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

luglio 28, 2017

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

Attraverso un accordo sulla mobilità elettrica sottoscritto con Nissan e l’acquisto di quattro veicoli 100% elettrici LEAF- attraverso il concessionario Nissan CFL di Lucca – Sofidel, società produttrice di carta per uso igienico e domestico (nota per il brand “Regina“), ha introdotto un importante novità nella gestione del proprio parco auto. Sofidel è infatti la prima azienda [...]

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende