Home » Nazionali »Politiche »Prodotti »Servizi » La RAI cancella dal palinsesto anche “Ambiente Italia”. FIMA: “quale futuro per informazione ambientale?”:

La RAI cancella dal palinsesto anche “Ambiente Italia”. FIMA: “quale futuro per informazione ambientale?”

settembre 13, 2016 Nazionali, Politiche, Prodotti, Servizi

Dopo la decisione di non dare più spazio alla terza edizione del programma “Scala Mercalli“, per audience considerato insufficiente, la RAI cancella ora dai palinsesti anche una testata storica come ”Ambiente Italia. La trasmissione, a cura di Beppe Rovera e Battista Gardoncini, andava in onda dagli studi di Torino dal settembre 1990, su RAI 3 nazionale. Per oltre vent’anni aveva occupato la striscia dalle 14.50 alle 15.50, per poi subire un primo ridimensionamento con lo spostamento dalle 13 alle 14 (in competizione con i TG di mezza giornata), e infine una riduzione di durata alla sola mezz’ora nell’ultimo anno.

Scompare così l’ultimo spazio del servizio pubblico dedicato alle storie dell’ambiente italiano, con le sue innovazioni e le sue eccellenze, ma anche con i suoi problemi. “Ambiente Italia – scriveva Aldo Grasso nella “Enciclopedia della televisione” edita da Garzanti – è una delle poche rubriche che possono vantare il marchio di garanzia del servizio pubblico. In onda dal 1990, si propone di raccontare agli italiani come sta un Paese troppo spesso minacciato dall’incuria e dal malaffare, ma anche ricco di uno straordinario patrimonio naturale e culturale, che merita di essere difeso e valorizzato“.

“Si tratta di un nuovo grave colpo all’informazione ambientale“, ha commentato Mario Salomone, presidente della FIMA, la Federazione Italiana Media Ambientali. “Chiediamo alla RAI e alla Commissione Parlamentare di Vigilanza cosa c’è nei palinsesti per il futuro dell’informazione ambientale. Si cancella e si cancella, ma cosa si costruisce? Qual è la visione della Rai su questi temi? E perché queste soppressioni? Il mondo dell’informazione e soprattutto i cittadini attendono risposte”. Il presidente della FIMA ricorda  inoltre che “la trasmissione ha da sempre risposto alle esigenze di servizio pubblico che la TV pubblica deve dare in materia di ambiente, sostenibilità, di qualità della vita e di salubrità (o meno) del nostro paese”.

Anche il giornalista di Repubblica Antonio Cianciullo ha commentato la notizia nel suo blog, ricordando un articolo del 3 giugno scorso del collega Ilvo Diamanti, dal titolo “Vincono ambiente e internet, giù la politica”: una “mappa” delle parole del nostro tempo che sanciva, attraverso interviste di Demos-Coop, il crescente interesse degli italiani per i temi ambientali. “Assieme alla crisi economica, al terrorismo e al problema immigrazione – scrive Cianciullo - l’ambiente è in cima alla classifica dei temi considerati più interessanti. Ci sono dunque almeno tre buoni motivi per cui il servizio pubblico dedicato all’informazione dovrebbe occuparsi di ambiente. Il primo è che interessa. Il secondo è che la questione ambientale è fortemente intrecciata all’innovazione e può perciò aiutare a rendere il paese più competitivo, con un effetto traino sull’economia. Il terzo è la valenza etica del tema e le ripercussioni dell’inquinamento sulla nostra salute”. “La nuova RAI, quella presentata come moderna, lontana dai partiti – prosegue il giornalista di Repubblica – sta riducendo lo spazio per le trasmissioni che si occupano di ambiente… Far pagare con sistemi antievasione (vedi bollette) il servizio pubblico è giusto, ma bisogna anche fornirne uno adeguato”.

Greenews.info si unisce all’appello della FIMA perché la RAI riveda le proprie strategie nell’ambito dell’informazione ambientale e conferma la stima nei confronti della redazione di Ambiente Italia, che già nel 2011, di propria iniziativa, aveva individuato e segnalato ai propri telespettatori la nostra testata e la nascente Associazione Greencommerce, contribuendo, anche in quell’occasione, a raccontare una storia di impegno a favore dell’ambiente e della green economy da parte di una realtà indipendente.

Redazione Greenews.info

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende