Home » Eventi »Prodotti »Prodotti » L’aiuto dell’informatica per la certificazione dei green building:

L’aiuto dell’informatica per la certificazione dei green building

marzo 22, 2011 Eventi, Prodotti, Prodotti

bimIn attesa  del salone delle costruzioni per eccellenza, il SAIE International Building Exhibition 2011, che si terrà a Bologna dal 5 all’8 ottobre, si è tenuta a Torino una conferenza dal titolo “Sostenibilità e sistemi informatici”, per introdurre due di quelli che saranno i temi  caldi del prossimo salone: “Energia, sostenibilità e green building” e “Servizi e software per le costruzioni”.

Parte di un percorso di incontri organizzato da SAIE, in collaborazione con GBC Italia, questo convegno ha fissato infatti la propria attenzione sul contributo dei sistemi informatici alla costruzione di edifici sostenibili, dall’analisi dell’efficienza energetica alla gestione e manutenzione finale.

Vogliamo approfondire e legare due concetti che oggi più che mai ci stanno a cuore, ha detto Matteo Bo, ingegnere e moderatore dell’incontro: sostenibilità e informatica”, dove il primo è un impegno morale di chi, per lavoro, progetta e modella l’ambiente di domani e il secondo vuole essere uno strumento perché questa “progettazione etica” sia possibile.

Quasi a rasentare la riflessione filosofica, Marco Ravone, del Competence Center – Nemetscheck, ha introdotto  il BIM – Building Information Modeling, un sistema-contenitore che vede l’oggetto architettonico nella sua totalità e complessità, come insieme di tanti aspetti, quello energetico, quello degli impianti, dei costi, dei materiali ecc, in cui nessuno di questi può prescindere dall’altro, ma, anzi, è necessario che tutti siano in relazione. “Possiamo fare l’esempio del corpo umano”, spiega il giovane Ravone: “tutti gli organi lavorano per il corretto funzionamento del nostro organismo; allo stesso modo tutte le specializzazioni e professionalità coinvolte nell’intero ciclo di vita del progetto devono comunicare e collaborare”. Ecco allora che il BIM si fa strumento di raccolta dati, di lavoro congiunto e integrato e di rappresentazione. “Il BIM è la modellazione di un edificio; è un processo di rappresentazione basato su dati reali”.

Diverso dallo strumento di progettazione, questo software è una piattaforma aperta –e quindi continuamente aggiornabile- che permette a tutti i professionisti di integrare e leggere i dati di ogni aspetto, formato, campo, settore della costruzione. “Il BIM, interviene Edoardo Accettulli di Autodesk Italia, segue tutto il ciclo di vita della struttura, dal concept alla realizzazione, dalla progettazione su carta alla ristrutturazione o demolizione”. Uno strumento molto utile per i professionisti perché rende più facile e ordinata la consultazione di dati, il loro confronto o calcolo e può fare la differenza in gara d’appalto, perché la rappresentazione in 2D o 3D dell’ “organismo architettonico risultante è davvero completa, scientifica e garantita e può essere decisiva per la resa e vendita del progetto. “Ma il BIM, continua Accettulli, è un modello utile anche per la ditta di costruzioni che grazie ai dati raccolti dal sistema è in grado di fare preventivi e pianificare i lavori (di costruzione, ma anche di manutenzione della struttura e degli impianti)”.

È chiaro che la condivisione dei saperi, la loro messa in rete e la simulazione dei comportamenti portano all’ottimizzazione di forma, costo e prestazione: questo il beneficio principale.

Complementare al BIM, esiste un altro software dedicato all’analisi delle performance energetiche e ambientali degli edifici: IES Virtual Environment rappresenta uno strumento innovativo per i progettisti che affrontano oggi la sfida dell’architettura sostenibile e che lavorano con protocolli di certificazione internazionali quali LEED, BREEAM e Green Star.

IES Virtual Environment, spiega Alberto Altavilla, responsabile Edilizia di E++, è una famiglia di software che  permette la simulazione dinamica delle prestazioni  degli edifici, passaggio fondamentale per avere le informazioni preliminari necessarie a portare avanti la scelta migliore. Lobiettivo è quello di raggiungere livelli crescenti di prestazioni energetiche dell’edificio (superiori ai valori minimi richiesti dalla normativa), così da ridurre gli impatti economico-ambientali associati all’uso eccessivo di energia, ”. Grazie a questo strumento è possibile cioé calcolare l’energia utilizzata e le emissioni di CO2 su base annualeprevedere il comportamento della struttura e eseguire una simulazione dinamica avanzata, tenendo conto del clima e della location così come di fattori quali la luce, gli ombreggiamenti, la ventilazione, l’energia, i costi del ciclo di vita, la sicurezza degli occupanti e altri parametri economici.

Analizzare i consumi e le caratteristiche, fare una previsione di costo e pensare a una serie di ipotesi (di forma, posizione, orientamento) permette al professionista di individuare i parametri “anomali” e di disturbo e di valutare e scegliere la soluzione ideale, ottimizzando consumi e costi. “Il software, che consente di eseguire in maniera immediata le simulazioni dinamiche avanzate,  in conformità con la certificazione LEED, continua Altavilla, è molto diffuso in Inghilterra e Stati Uniti. E++ sta cercando di promuoverne l’utilizzo anche in Italia, soprattutto nella fase di progettazione: spesso infatti le analisi dei consumi e dei comportamenti vengono sviluppate troppo tardi – a progetto concluso - mentre solo la previsione in fase preliminare permette il reale risparmio energetico e di costi”.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

aprile 19, 2017

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

Saranno le “destinazioni”, ossia gli esercizi commerciali che offrono prodotti e servizi (palestre, cinema, teatri, negozi ecc.) a pagare con sempre maggiore frequenza il costo dell’auto in car sharing? Ne è convinta Share’ngo, il primo operatore italiano di car sharing elettrico, che dopo le prime esperienze con Carrefour Express e Carrefour Market a Milano, renderà [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende