Home » Eventi »Prodotti » L’interazione auto-rete elettrica nella città del futuro:

L’interazione auto-rete elettrica nella città del futuro

gennaio 26, 2011 Eventi, Prodotti

Da sinistra Ing. Livio Gallo, Ing. Federico Golla, Dott. Vittorio Braguglia, Courtesy of Matteo BovioCome saranno le città di domani? Quali soluzioni e strumenti innovativi possono contribuire a migliorare la qualità della vita? Innanzitutto la riconquista dello spazio pubblico come luogo di incontro e  mobilità elettrica.

Così Siemens, Enel e Smart hanno fatto il punto della situazione, ieri a Milano, per rimarcare le linee guida di un trasporto urbano più sostenibile. Una nuova scossa per dare vita a un piano congiunto di mobilità elettrica che porta il nome di e-mobility Italy e vede interagire le competenze delle tre aziende.

Il progetto prevede la diffusione di 100 vetture elettriche alimentate da 400 punti di ricarica, pubblici e privati, messi a disposizione da Enel. Siemens Italia sarà invece partner tecnologico per la realizzazione del sistema di connessione alla rete delle auto elettriche, i contratti, i servizi, compresi quelli dedicati agli utenti e il controllo della rete. “A mio avviso in fatto di mobilità elettrica in Italia abbamo un vantaggio importante, che deriva dalla forte spinta sull’innovazione delle utilities e di aziende che stanno investendo in risorse preziose”, ha affermato in apertura dei lavori Federico Golla, amministratore delegato di Siemens Italia, che ha presentato l’Operation Center, ovvero l’infrastruttura di connessione.

Nella fase sperimentale, nei primi mesi del 2010, il team congiunto di ricercatori Siemens e specialisti Enel ha messo a punto il software. Ma tutto ha avuto inizio con un accordo stipulato a Bologna nel dicembre 2008 tra Smart ed Enel. La vettura protagonista del progetto e-mobility Italy è ora la Smart Fortwo Electric Drive, una vettura a trazione elettrica completamente fedele, nel design e nel comfort alla versione originale.

Enel fornirà un’infrastruttura di ricarica intelligente, in grado di dialogare con le vetture, di riconoscerle e di permettere a coloro che guideranno le smart fortwo electric drive di usare i punti di ricarica dedicati al progetto. Una rete al momento unica al mondo che consente un rapporto costante con i clienti e che prevede funzioni innovative per la gestione della ricarica.
I primi “electric drivers” che assaporeranno l’energia di questa nuova vettura vivono a Roma, Milano e Pisa. Tre città che rappresentano stili di mobilità diversi e possibilità quindi di sperimentare le varie potenzialità della smart electric drive.

Le previsioni al 2020 stimano un numero di auto elettriche variabile tra 1 e 4 milioni, circa il 10% del parco installato. Gli osservatori sono concordi che molto dipenderà dal prezzo del petrolio, dagli incentivi governativi e dall’innovazione tecnologica. Andando verso una mobilità sostenibile, l’utilizzo dell’elettricità sembra comunque rappresentare la soluzione migliore, garantendo efficienza e sicurezza.

L’efficienza energetica di un’auto elettrica, infatti, è due volte superiore a quella di un veicolo che utilizza un motore a combustione. Inoltre si tratta di energia che può essere prodotta a basse o nulle emissioni di enidride carbonica, da centrali eoliche o impianti solari. Utilizzando le proprie batterie come riserve temporanee di energia, le auto elettriche potrebbero risolvere inoltre il problema delle fonti di energia rinnovabile, che forniscono elettricità in modo discontinuo, anche quando non è necessaria, come di notte. Le batterie dell’auto potrebbero, infatti, essere ricaricate con questo eccesso di energia e più tardi, quando la domanda decresce, re-immettere energia nella rete.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende