Home » Aziende »Pratiche »Prodotti »Prodotti » Materiali “slow” e a impatto nullo: ecco la bioedilizia 2.0:

Materiali “slow” e a impatto nullo: ecco la bioedilizia 2.0

ottobre 19, 2012 Aziende, Pratiche, Prodotti, Prodotti

Bioedilizia 2.0. Se da anni si parla del costruire sostenibile, la novità del 2012 è un cambio di approccio: sono sempre di più infatti le aziende che dalla natura non prendono solo le materie prime (rinnovabili), ma anche le tecniche, con processi produttivi sempre più a impatto ridotto, e i tempi, con ritmi di produzione più lenti e più vicini ai cicli naturali, rispetto a quelli industriali classici. Basta fare due passi nei padiglioni di MADE Expo, la fiera dell’edilizia milanese che si chiude domani, per farsene un’idea.

Negli stand si scoprono prodotti semplici e innovativi al tempo stesso, privi di sostanze chimiche dannose, e  facili da smaltire, alla fine del loro ciclo di vita. Prendiamo per esempio i blocchi Editerra, nati dalla creatività di Edilana, azienda sarda ideatrice di pannelli di lana di pecora per l’isolamento termo-acustico. “Si tratta di una fibra molto leggera realizzata con un processo a freddo, unendo alla terra cruda paglia, lana e piante della famiglia della malva. Miele, nocciolino d’olivo e olio di mare fanno stare insieme tutto e aiutano l’asciugatura. Editerra è pensato per una casa passiva, perché ne rallenta i processi di riscaldamento in estate e raffreddamento in inverno”, racconta Daniela Ducato, fondatrice dell’azienda, premiata già nove volte per la sostenibilità dei prodotti. La stagionatura viene fatta al sole, e dura alcuni mesi. “Il punto di partenza sono stati i vecchi mattoni di terra e paglia, a cui abbiamo unito processi innovativi studiati con i giovani ricercatori che collaborano con noi”. Un prodotto che non crea problemi in fase di smaltimento: “Basta interrarlo”, restituendo così le materie all’ecosistema.

Sono nati da una concezione slow dell’edilizia anche i Biomattoni, i tavolati e i pannelli in canapa e calce dell’azienda comasca Equilibrium. Con un processo abbastanza semplice, unendo la pianta essiccata – prodotta a Carmagnola, in provincia di Torino, da Assocanapa – alla calce naturale, si ottengono prodotti dalle molte qualità: “Sono ottimi isolanti, ed hanno la capacità di assorbire l’umidità e di sanificare l’aria degli ambienti interni sterilizzando il vapore attraverso la calce, che è un disinfettante naturale”, racconta il consulente tecnico Egidio Malighetti. “Bisogna solo avere pazienza e tenere conto dei tempi di essicazione della calce”, aggiunge il responsabile della produzione Luca Fratus. La fase di smaltimento è a impatto zero: “Il Biomattone è biodegradabile e totalmente riciclabile: basta frantumarlo e reimpastarlo con acqua e calce”. Nello spazio Green Home Design, l’architetto Aldo Cibic ne dà un’interpretazione di utilizzo magistrale, con il progetto “Coltivare una casa“, in scala 1-1.

Dalla paglia alla canapa, dal sughero al legno: Adp è un’impresa toscana che distribuisce pavimenti e rivestimenti da parete con la corteccia di querce da sughero certificate FSC: “Oltre ad essere ecologici, i pannelli in sughero permettono di non usare colle e altre sostanze chimiche per il fissaggio, perché aderiscono facilmente al pavimento”, spiega l’azienda. Anche qui, come per la canapa, un unico rimpianto: dove è finita la produzione italiana? Il 70% della materia prima mondiale (anche per i tappi) ormai arriva dal Portogallo, leader indiscusso che ha saputo mantenere in vita la filiera. Almeno sul legno ci difendiamo ancora. La trevigiana Itlas produce da diversi anni un parquet a chilometro zero con legni provenienti dal bosco del Cansiglio, certificato PEFC e FSC. “I pavimenti – spiega l’azienda – sono prodotti senza utilizzare solventi, e sono trattati con cere, oli naturali e vernici all’acqua, mentre l’emissione di formaldeide si attiene ai rigorosi standard giapponesi”. Inoltre, “tutta l’energia necessaria per la produzione viene dai pannelli fotovoltaici installati sul tetto dello stabilimento, che hanno permesso di ridurre del 45% le emissioni di Co2; mentre la segatura vergine viene utilizzata per alimentare la caldaia per l’essiccazione”.

Sono solo alcune delle suggestioni che si possono raccogliere in questa caleidoscopica rassegna dei materiali per l’edilizia che è MADE 2012. Chi volesse rendersi pienamente conto dell’evoluzione della ricerca in questo settore può fermarsi a contemplare la library di Material Connexion, una sorprendente banca dati dei materiali innovativi e sostenibili (oggi la più completa al mondo), nata a New York nel 1997 e presente, dal 2002, anche a Milano. Tra le chicche della Material Boxcampionario venduto in promozione in fiera e ai nuovi abbonati online – un derivato della carta riciclata che, pressato e lavorato, diventa una superficie rigida ed estremamente resistente per arredi di interior design completamente biodegradabili.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

settembre 15, 2016

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

L’efficientamento energetico del Policlicnico militare del Celio a Roma, uno dei maggiori ospedali italiani, sarà il primo atto dell’accordo di collaborazione fra ENEA e Ministero della Difesa. Il protocollo d’intesa firmato l’altro ieri a Roma dal Presidente ENEA Federico Testa e dal Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano prevede la riqualificazione e l’efficientamento energetico di edifici [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende