Home » Aziende »Pratiche »Prodotti »Pubblica Amministrazione »Servizi » Recupero, depurazione, stoccaggio: processi e impianti per salvare l’”oro blu”:

Recupero, depurazione, stoccaggio: processi e impianti per salvare l’”oro blu”

La fine del mese di ottobre è arrivata e sulla maggior parte del territorio italiano continua a non piovere. La siccità e gli incendi di quest’anno hanno messo a dura prova l’agricoltura, i boschi e gli acquedotti, ma soprattutto hanno riportato prepotentemente l’attenzione su una risorsa sempre più preziosa e la sua gestione: l’acqua.

E’ormai evidente, infatti, che non potrà più essere percorribile, nel futuro prossimo, il modello del consumo senza recupero, ma servirà sempre più affidarsi ad impianti e tecnologie di recupero e stoccaggio delle acque piovanedepurazione di ogni tipo di scarico liquido, sia in ambito civile che industriale. Ovvero: mai buttare via una goccia e ripulire tutto il recuperabile, anche per evitare di inquinare le falde e i corsi d’acqua.

Ad oggi esistono già precisi obblighi di legge per alcuni settori produttivi, così come per gli insediamenti urbani o extraurbani e numerose soluzioni disponibili sul mercato. Si tratta di impianti “di prima pioggia” per il recupero e lo stoccaggio delle acque meteoriche, depuratori per acque di scarico civili, fosse biologiche, vasche di filtrazione e disoleatori per autofficine, autolavaggi ecc. Impianti e prodotti che devono essere accompagnati da marcatura CE e, preferibilmente, da certificazioni di qualità del produttore, come le norme UNI della serie ISO 900o.

I depuratori per acque di scarico civili, ad esempio, sono indicati per la depurazione delle acque reflue domestiche, cioè per il trattamento epurativo di tutte quelle acque scaricate da insediamenti di persone, che provengono dai servizi igienici, dai bagni o dalle cucine. E’ il caso delle abitazioni, ma anche delle attività professionali come alberghi, ristoranti, scuole, campings e villaggi turistici, negozi, uffici, teatri, ecc. Se ben fabbricati questi depuratori consentono numerosi vantaggi: innanzitutto possono essere completamente interrati (non alterando quindi il paesaggio), richiedono una manutenzione minima e minimi costi di esercizio (consumano cioè pochissima energia elettrica).

Uno dei sistemi biologici epurativi più efficaci per la depurazione delle acque reflue civili è quello a “fanghi attivi in aerazione prolungata”. In questo processo il liquame grezzo, dopo aver subito i pretrattamenti (come la separazione dei grassi reflui provenienti dai lavelli delle cucine) viene convogliato in un bacino di aerazione dove, mediante l’insufflazione di una quantità di aria, si favorisce la formazione di masse di microrganismi (fanghi attivi) che assorbendo le sostanze inquinanti contenute nell’acqua le eliminano poi sotto forma di composti ossidati semplici (acqua, anidride carbonica, ecc.). Successivamente i fanghi attivi vengono separati dal liquido per decantazione: mentre l’acqua depurata effluisce, i fanghi attivi decantati vengono inviati nuovamente alla vasca di aerazione in maniera che in quest’ultima la massa di fanghi biologicamente attivi (i distruttori della sostanza organica inquinante) sia sempre in eccesso rispetto al liquame.

Anche gli impianti di depurazione delle acque reflue industriali per industrie agricole, alimentari ed allevamenti sono simili, per conformazione, agli impianti usati negli scarichi domestici. Ma la progettazione di questi impianti necessita di un accurato studio preliminare del tipo e della quantità giornaliera del liquame da trattare e del carico inquinante provocato.

Gli impianti di trattamento delle “acque di prima pioggia” per piazzali di rifornimento carburanti o aree di stoccaggio di materiali inquinanti, invece, vengono impiegati per la depurazionee lo smaltimento programmato delle acque di origine meteorica, precipitate nel periodo iniziale dell’evento meteorico. Con il termine “acque di prima pioggia” vengono infatti definite le quantità di acqua piovana precipitata nei primi 15 minuti dell’evento meteorico. Per decantazione, dalle acque di prima pioggia verranno separate sabbie, terricci e tutte le altre materie sedimentabili trascinate dall’acqua, le quali si accumuleranno sul fondo vasca. Questo procedimento programmato di trattamento e smaltimento delle acque è necessario affinché i cosiddetti ricettori finali (le canalizzazioni di acque bianche, ecc.) abbiano il tempo di ricevere tutte le quantità derivanti dalle precipitazioni meteoriche del luogo – sempre maggiori a causa delle “bombe d’acqua” legate ai cambiamenti climatici – che nell’assieme simultaneo risulterebbero, al contrario, superiori alla loro potenzialità di recepimento e smaltimento.

Esistono poi diverse soluzioni di stoccaggio, dalle vasche antincendio, impiegate, in ambito industriale, per stoccare acqua da utilizzare in situazioni di emergenza, alle “vasche semplici”  che possono essere impiegate come serbatoi di stoccaggio dell’acqua per irrigazioni, sia in ambito agricolo che per giardini di abitazioni.

Le tecnologie dunque non mancano, serve ora un progressivo “adattamento culturale”, per preservare sempre più e sempre meglio le risorse idriche. Fino all’ultima goccia.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

dicembre 4, 2020

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

La sostenibilità e l’attenzione alle tematiche ambientali e sociali si sta confermando tema chiave per le aziende, in quanto strumento importante di competitività e di attrattività verso gli investitori e il mercato, come dimostra il sondaggio Ipsos sul tema dell’economia circolare, presentato all’EcoForum di Legambiente lo scorso ottobre, secondo il quale un’impresa su quattro investe [...]

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

novembre 12, 2020

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

FCA Italy S.p.A., società interamente controllata dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles N.V., ed ENGIE EPS, player tecnologico dell’energy storage e della mobilità elettrica, hanno stipulato un Memorandum d’Intesa per costituire una joint venture che dia vita ad un’azienda leader nel panorama europeo della e-Mobility e che potrà avvalersi delle risorse finanziarie e della consolidata esperienza [...]

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

ottobre 28, 2020

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

La salvaguardia dell’ambiente dagli elementi inquinanti è il tema del quarto appuntamento con “A qualcuno piace Green”, il viaggio in un’Italia sorprendentemente sensibile e innovativa sui temi ambientali con il biologo marino e divulgatore Raffaele Di Placido, in onda giovedì 29 ottobre alle ore 21.10 su laF (Sky 135, on Demand su Sky e su Sky Go). “Salute e benessere” [...]

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende