Home » Nazionali »Politiche »Prodotti »Servizi » Sharewood & Co. L’economia della condivisione non conosce più limiti:

Sharewood & Co. L’economia della condivisione non conosce più limiti

marzo 21, 2016 Nazionali, Politiche, Prodotti, Servizi

Chi non si è mai fatto prestare un passeggino o una bicicletta dagli amici? Lo chiamavamo “favore” o “prestito”, ma era già sharing economy, un modello che oggi sta cambiando radicalmente il nostro modo di intendere il mercato così come lo conosciamo tradizionalmente, creando le basi per un sistema economico innovativo in grado di sfidare, con nuove armi, la crisi finanziaria, sociale e ambientale.

Si tratta della cosiddetta “economia collaborativa“, basata principalmente sullo scambio e sulla condivisione di beni materiali, servizi e conoscenze, attraverso le possibilità offerte dalla rete web. Il fenomeno coinvolge aspetti non solo economici, ma anche sociali della vita quotidiana, richiamando inevitabilmente alla mente esperienze e tradizioni passate, come quelle del mutualismo e delle cooperative, fino alle imprese sociali.

Possiamo dire che il modello della sharing economy si fonda essenzialmente su tre elementi portanti  irrinunciabili: la condivisione, ovvero l’utilizzo in comune di una risorsa; la relazione inter-individuale, basata su relazioni orizzontali tra soggetti posti in posizione paritaria, senza alcun riferimento al binomio fornitore-distributore o professionista-consumatore; il ruolo della piattaforma tecnologica, che diventa il terreno fertile nel quale alimentare la condivisione e le varie relazioni digitali e reali.

La sharing economy sta vivendo una crescita tale, anche in Italia, che il legislatore stesso ha recentemente sentito l’esigenza di apprestare una specifica disciplina legislativa del fenomeno, depositando alla Camera, lo scorso 27 Gennaio 2016,  la bozza per una proposta di legge recante la “disciplina delle piattaforme digitali per la condivisione di beni e servizi e disposizioni per la promozione dell’economia della condivisione” .

Vista la generalità e declinabilità del modello economico, le applicazioni pratiche possono essere moltissimi e in diversi settori. Si passa dai più famosi casi nel settore dei trasporti (attraverso il car sharing, car pooling e bike sharing) o dei viaggi ( mediante il CouchSurfing o il BeWelcome)  , fino alle forme di condivisione più particolareggiate e specifiche.

Oltre, infatti, a conoscenze e servizi, è ormai possibile condividere anche beni materiali inutilizzati o non più necessari o voluti, evitando così di lasciarli invecchiare in scaffali o armadi stracolmi. La rete internet offre ormai diversi portali interamente dedicati, ad esempio, al noleggio di beni e attrezzature sportive (come Sharewood), al noleggio di snowboard o sci, racchette da tennis, biciclette o anche attrezzature da pittura o fotografiche.

Questo fenomeno ha anche, indubbiamente, dei vantaggi di tipo ecologico. Il risultato è infatti quello di limitare il consumismo che ha costituito la piaga ambientale dei decenni passati (epoca di “vacche grasse”), e ritornare – con nuove formule e strumenti – a vecchie pratiche dove né “si butta via nulla”, né si compra nulla di più del necessario. Con annesso risparmio in termini economici.

Redazione Greenews.info

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende