Home » Aziende »Pratiche »Prodotti »Prodotti » TCN Group: inaugurato il polo produttivo negli ex stabilimenti Miroglio:

TCN Group: inaugurato il polo produttivo negli ex stabilimenti Miroglio

settembre 25, 2017 Aziende, Pratiche, Prodotti, Prodotti

L’è prope ‘n bel toc!“. Pare sia stata questa la prima reazione, in piemontese, degli imprenditori Giuseppe Bernocco e Sebastiano Astegiano quando il prluripremiato campione di BMX e mountain bike, Stefano Migliorini, ha mostrato loro il prototipo di una avveniristica e-bike dal design travolgente. Da qui il nome (dal sound più internazionale) di THOK E-Bikes.

Oggi Pinuccio e Seba (come li chiama Migliorini) sono soci anche in questo nuovo progetto, al quale è stato dedicato l’intero terzo piano della palazzina diventata il nuovo quartier generale del Gruppo TCN ad Alba, inaugurato ufficialmente venerdì scorso, dopo un anno e mezzo di riqualificazione a tempo di record, che ha permesso di recuperare i capannoni dell’ex stabilimento Miroglio. 45.000 metri quadrati salvati dal degrado, senza consumare nuovo suolo agricolo, in un territorio – quello tra Langhe e Roero – che ha bisogno di esempi virtuosi per imparare a conciliare la tradizione produttiva con quella turistica e con l’onere-onore di essere recentemente diventato patrimonio dell’umanità UNESCO.

Invece di colare nuovo cemento e deturpare il paesaggio con altri capannoni anacronistici, il cheraschese Bernocco ha chiesto allo Studio Graziano e Imbimbo di Alba di trovare una soluzione veloce ed efficace per rimuovere le coperture e le pareti in amianto del vecchio stabilimento salvando la struttura portante esistente. Un intervento di “trasformazione” richiamato oggi da alcune gigantografie lungo i corridoi dei nuovi spazi produttivi e da una suggestiva mostra del fotografo Stefano Barattini, dedicata, più in generale, a tutte quelle realtà industriali abbandonate “che hanno conservato un po’ di quell’anima imprenditoriale nostrana, quando l’Italia aveva una sua riconosciuta e robusta fisionomia industriale”, come scrive nella presentazione Rita Manganello.

Il Gruppo “Bianco TCN”, dopo alcune difficoltà negli anni passati, è oggi più vivo che mai: impiega oltre 300 dipendenti, spazia dalla meccanica di precisione e assemblaggi per i settori tessile, automotive e alimentare, fino alla produzione alimentare in senso stretto (con l’acquisizione della Galup) e alla mobilità elettrica di THOK e si inserisce, a pieno titolo, in quella lunga tradizione di eccellenza imprenditoriale italiana, riconosciuta e invidiata in tutto il mondo.

Secondo Migliorini, con cui abbiamo potuto chiacchierare durante l’inaugurazione, in questo rilancio c’è, in realtà, un DNA ancora più specifico del generico Made in Italy: qui siamo di fronte ad un Made in Langhe. “L‘eccellenza che viene riconosciuta a questo territorio – ci spiega – non si esaurisce solamente nell’agroalimentare e nel Tartufo, ma si ritrova in ogni attività imprenditoriale. E’un modo di vivere, oltre che di lavorare”. Una formula facile da riassumere, ma non altrettanto da mettere in pratica: conciliazione di tradizione e innovazione, cura dei dettagli, forte legame con il territorio, rispetto delle persone. Vengono alla mente – non a caso, vista l’origine del luogo – le parole di Giuseppe Miroglio (che un’altra mostra ad Alba celebra contemporaneamente, nei 70 anni dell’azienda):  ”per creare un’azienda di successo – scriveva il commendatore – è importante avere forza di volontà ed entusiasmo. Conoscere il proprio lavoro ed avere un forte spirito di osservazione per migliorare costantemente impianti e processi. Bisogna saper comprare bene e vendere al prezzo giusto. Essere rapidi nelle decisioni. E, soprattutto, bisogna collaborare con dipendenti, clienti e fornitori“.

Bernocco, Astegiano e soci sembrano intenzionati a proseguire lungo quella strada e continuare a crescere. Ci riusciranno anche con THOK, l’ultima creatura? Forse è prematuro per dirlo, ma i presupposti per chi, ieri, ha avuto l’opportunità di testare le nuove e-bikes MIG, ci sono tutti. E gli ordini dall’estero iniziano ad arrivare…

Andrea Gandiglio


 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende