Home » Idee »Progetti »Recensioni » “Ferrovie delle meraviglie”: amarcord tra i binari dimenticati della penisola:

“Ferrovie delle meraviglie”: amarcord tra i binari dimenticati della penisola

luglio 3, 2013 Idee, Progetti, Recensioni

La prima cosa che viene in mente è la piccola stazione di Piovarolo, fantomatico paesello della provincia rurale padana, in cui uno zelante Totò ferroviere veniva spedito al confino dopo essere arrivato ultimo ad un concorso pubblico. A Piovarolo arrivava un solo treno al giorno, e neanche si fermava. Ma almeno passava. Nelle stazioni e negli scali ferroviari ritratti in “Ferrovie delle meraviglie”, invece, da anni non si sente il fischio di un treno.

Nonostante il titolo dal vago sapore futurista possa far pensare a un elogio della velocità e dello sviluppo del trasporto ferrato, il volume fotografico edito da Co.Mo.Do (Confederazione Mobilità Dolce) è un viaggio un po’ malinconico tra le stazioni fantasma e i binari morti del Bel Paese. Tratti di strada ferrata che affiorano dalla campagna siciliana, semi-cancellati dalla terra polverosa che li fa assomigliare quasi a vestigia elleniche; nomi di paese arrugginiti insieme alle insegne che segnalavano l’arrivo a destinazione; viadotti diroccati tra le campagne dell’Appennino; tetti sfondati, sale d’attesa invase dalle erbacce; tunnel e ponti che si inerpicano tra le rocce dolomitiche, a ricordare di quando lo sferragliare arrivava fin nei paesini di montagna, spersi tra i boschi delle Alpi.

Sono, ad oggi, 6400 i chilometri di rete ferroviaria dismessi in Italia. «La previsione è di arrivare a 10mila nel 2020 – scrive Albano Marcarini, presidente di Co.Mo.Do e curatore del libro insieme a Massimo Bottini – Di fronte alle chiusure un tempo si reagiva con grandi manifestazioni che chiamavano a corteo intere cittadinanze, sindaci in testa, proteste e articoli di giornali a fiotti. Oggi quasi non se ne parla. Soprattutto pochi reagiscono, a parte qualche associazione di appassionati. C’è rassegnazione, o peggio, indifferenza».
Eppure una linea ferroviaria, oltre ad essere un sistema di trasporto ben più ecologico e sostenibile di quello su gomma, è parte del paesaggio e della storia del luogo. Così, per contrastare l’indifferenza, è nata nel 2008 la Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, attraverso cui Co.Mo.Do ha riunito e censito le varie associazioni, locali e nazionali, che si occupano di conservare o recuperare stazioni e tratti di ferrovia abbandonati.

“Ferrovie delle meraviglie” è il primo risultato di questo censimento. A una quindicina di associazioni – tra cui Greenways, Club Alpino Italiano, Italia Nostra, Legambiente e WWF – è stato chiesto di contribuire al volume con fotografie dei tratti ferroviari “adottati” e con un breve testo che ne tracciasse la storia, lo stato di salute e i possibili interventi di riqualificazione. Se riportare i treni a correre su questi binari deserti appare nella maggior parte dei casi un sogno irrealizzabile, emergono però una serie di progetti legati alla mobilità dolce e al turismo sostenibile, capaci di dare nuova vita ai tracciati dismessi recuperando le infrastrutture esistenti. Si va da idee già in via di realizzazione, come la pista ciclabile che collegherà i laghi di Como e di Lugano sfruttando la linea Menaggio-Porlezza, ad altre che si stanno pianificando, come la greenway fra Santarcangelo di Romagna e San Leo, un suggestivo percorso da affrontare a piedi, in bici o a cavallo attraverso lo splendido paesaggio delle colline romagnole; per arrivare a disegni decisamente più ambiziosi o visionari, come il treno turistico speciale che faccia il giro dei castelli e delle aziende vinicole delle Langhe sulla linea Bra-Mondovì, o le “draisines” – i carrellini a pedali per quattro passeggeri – che si vorrebbero far circolare sul tratto Polla-Petina, sull’Appennino campano.

Tra ieri, oggi e domani, la prospettiva dunque si capovolge, e dall’amarcord nostalgico si passa ad immaginare un futuro riuso, che strappi le strade ferrate dimenticate alle ortiche per riconsegnarle al territorio e alla comunità.

Giorgia Marino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende