Home » Progetti »Smart City » A Brescia un percorso per imparare ad abitare smart:

A Brescia un percorso per imparare ad abitare smart

maggio 14, 2013 Progetti, Smart City

“Proibito è non toccare”, si legge nella presentazione delle attività e degli allestimenti che AmbienteParco crea e ricrea all’interno del Parco dell’Acqua di Brescia, con il grande obiettivo di sensibilizzare e educare unendo scienza e comunicazione nuova, accessibile, fresca.

Rispetto per l’ambiente, vivere in modo partecipe, scelte quotidiane sostenibili sono i messaggi che il parco vuole lanciare fuori dall’impostazione dei soliti laboratori, rifacendosi invece al modello dei parchi scientifici del Nord Europa, in cui il linguaggio è importante tanto quanto il contenuto. “Questo è un museo fisico – spiega Marco Caffi di Intertecnica Group Srl, una delle aziende socie di AmbienteParco - che propone installazioni di lunga durata (di 5 anni molto spesso) per dare l’opportunità ad un pubblico dagli 8 agli 80 anni di vedere le trasformazioni, di riconoscere le differenze, di consapevolizzare le scelte nei processi avviati”.

Anche in Abitare Smart la componente ludica si sposa con la valenza scientifica: è l’ultima esposizione inaugurata dal parco circa un mese fa sul tema dell’abitare sostenibile, approcciato sia dal punto di vista strutturale dell’edificio e dell’involucro che da quello comportamentale e delle scelte quotidiane dell’uomo.

Il percorso si apre con il Villaggio degli Eco.cubi, cinque casette colorate (dal rosso al verde come i colori della scala della classe energetica) di un metrocubo ciascuna, esposte in sequenza in un crescendo di attenzione ai consumi, alle tecnologie e ai comfort dell’abitare. Modellini prototipi di abitazioni costruite secondo scelte più o meno smart, i consumi vengono misurati e monitorati nel tempo e i risultati, insieme ai concetti scientifici e tecnici che li determinano, sono raccontati in modo chiaro anche per i visitatori più piccoli: è la storia del lupo e dei tre porcellini che viene riscritta, qui, dove tutti insieme collaborano per cercare soluzioni intelligenti “per vivere bene, passando dalla casa in paglia senza finestre alla casa di mattoni e serramenti ben coibentati. Abitare smart vuol dire anche essere buoni”.

La sensibilizzazione e l’educazione al rispetto per l’ambiente tra le pareti di casa prosegue con la Casa Eco.logica, un vero e proprio edificio a due piani di 50 mq ciascuno che propone un abitare sostenibile al secondo piano e tecnologie tradizionali al primo. “Il paragone dei consumi e delle scelte – continua Caffi, che è anche il referente del progetto per AmbienteParco – è immediato quando si parla di appartamenti assolutamente identici, con la stessa superficie, la stessa esposizione, lo stesso tempo di vita. I consumi vengono registrati  da computer e sensori per riuscire a tracciare nel tempo l’andamento delle spese e degli sprechi di risorse sia economiche che naturali nelle due diverse condizioni”. Consumo dell’acqua a tempo, pannelli solari per illuminazione, raffrescamento e riscaldamento, illuminazione artificiale a basso consumo, elettrodomestici classe A+ e arredamento naturale; ma anche e soprattutto la Casa Eco.logica racconta lo scarto dei consumi che si genera dalle buone o cattive abitudini del vivere di tutti i giorni, quindi nella scelta di detersivi, alimenti, detergenti “perché tutto ciò che è contenuto nelle nostre case può essere fonte di sprechi e cattiva gestione o al contrario di rispetto e cura dell’ambiente”.

Un confronto immediato e facilitato ancora grazie ad animazioni, simulazioni e vignette che intendono cogliere e rendere la “sensazione” dell’abitare confortevole e vantaggioso più che gli aspetti prettamente tecnici e scientifici delle soluzioni smart adottate. Quindi la vignetta della donna che si lamenta di non poter aprire la finestra per eliminare gli odori del fritto e quella del ragazzo che si gode una birretta raffreddata grazie a sistemi innovativi; e si può interagire con sistemi e comportamenti di simulazione che permettono un reale confronto tra i due piani e i due modelli di abitare.

Il progetto, che ha ricevuto il patrocinio di Regione Lombardia, del Comune di Brescia e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore -sede di Brescia- e realizzato grazie al sostegno di numerosi partner scientifici e commerciali, ha promosso, oltre alle visite guidate dedicate principalmente alle famiglie e alle scuole ma non solo, un convegno scientifico sull’abitare sostenibile e proporrà nell’autunno un corso di progettazione di edifici intelligenti, aperto ai professionisti del settore. Inoltre, all’interno di Abitare Smart saranno ritagliati momenti dedicati alle aziende, che nei momenti dedicati potranno presentare soluzioni e tecnologie innovative per la casa, sia dal punto di vista scientifico che commerciale.

AmbienteParco nasce da professionalità diverse –  conclude Marco Caffi – da esperti di ingegneria, ambiente, economia, comunicazione e intende mantenere la sinergia di tutte queste competenze”; per questo motivo da una parte si apre a professionalità varie e a studenti e stagisti dalle diverse facoltà, e dall’altra si propone di essere punto di riferimento e interlocutore di un pubblico e di un’utenza varia che include le scuole e le famiglie, ma anche i professionisti, i commercianti, i tecnici”. Perché le belle esperienze sono ancora più importanti quando arrivano a tutti e tutte.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende