Home » Progetti » A Grugliasco le piante viaggiano nella macchina del tempo:

A Grugliasco le piante viaggiano nella macchina del tempo

giugno 14, 2010 Progetti
Albicocche, Courtesy of Flickr.comNon siamo sul set di Ritorno al Futuro 5, ma nel campus Agroinnova della Facoltà di Agraria di Grugliasco, alle porte di Torino, dove martedì 8 giugno è stata presentata ANT – Agri New Tech, il nuovo spin-off dell’Università di Torino che si occuperà di biotecnologie applicate all’agricoltura e all’ambiente, con l’obiettivo di trasferire al mondo delle imprese i risultati di anni di ricerche svolte a livello internazionale.
 
Come la laboriosa formichina della favola di Esopo (ant, in inglese), i docenti, i ricercatori e i borsisiti del centro di innovazione hanno infatti sviluppato, negli ultimi anni, studi e brevetti di notevole interesse applicativo, in particolare nell’ambito della valorizzazione dei rifiuti organici e della difesa delle colture.
Grazie ad una selezione di microrganismi brevettati e ad una metodologia di analisi all’avanguardia per la valutazione della qualità dei compost (il meteriale frutto della decomposizione e dell’umificazione di materiali organici, come potature, sfalci d’erba, rifiuti dell’industria agroalimentare ecc.), ANT ha sviluppato tecniche di cura delle piante sostenibili e a basso impatto ambientale, in grado di proporre alle aziende valide alternative ai tradizionali rimedi di natura chimica. 
 
Il compost infatti, pur essendo principalmente utilizzato come fertilizzante, grazie alla ricca microflora che contiene può, in molti casi avere un concomitante effetto di contenimento dei parassiti delle piante, comportandosi come un efficace agrofarmaco naturale che rende le piante più sane e resistenti.   
Queste metodologie, trasformate in servizi di supporto tecnico e scientifico, vengono ora offerte da AgriNewTech alle imprese, sia del settore agroalimentare e vitivinicolo che del settore sportivo e ornamentale. Per comprenderne le ricadute commerciali ed economiche basti pensare all’importanza, per le aziende produttrici, di preservare le cosiddette insalate “di IV gamma“ (quelle nei sacchetti, pronte all’uso, diventate un prodotto di punta nei supermercati), o al peso in alcune regioni italiane, come il Piemonte, del settore vitivinicolo (33% dell’export agroalimentare) o ancora al comparto dei tappeti erbosi per uso sportivo (campi da calcio e da golf), che coprono oggi 744.000 ettari di terreno.
La sperimentazione di queste frontiere dell’innovazione avviene, oltre che nei consueti laboratori di ricerca di cui dispongono le università, negli avveniristici fitotroni, le “macchine del tempo” che hanno particolarmente colpito la nostra immaginazione e che hanno indubbiamente favorito la selezione del centro di Grugliasco – da parte del Comitato di esperti nominato dal ministro Brunetta – per partecipare alla manifestazione L’Italia degli Innovatori, che si terrà nel mese di agosto nel contesto dell’ Expo di Shanghai 2010.    
Si tratta delle più grandi celle climatiche di questo genere a livello nazionale, costruite da ANT - insieme ad un’azienda italiana e con tecnologie inglesi e tedesche - per svolgere ricerche sull’effetto dei cambiamenti climatici sulle colture e sulle malattie delle piante. Le dimensioni di questi prototipi - che costano 100.000 € l’uno e coinvolgono 3 ricercatori a tempo pieno - sono tali che al loro interno, oltre a insalate e piantine varie, si possono allevare addirittura arbusti o piccoli alberi, come i pioppi.
In ogni fitotrone è possibile, in sostanza, ricreare le condizioni ambientali che meglio si adattano alle esigenze di ricerca, non solo in termini di temperatura, umidità e intensità luminosa, ma soprattutto in termini di concentrazione di anidride carbonica. All’interno delle celle è infatti possibile mantenere una concentrazione di CO2 fino a 2.000 ppm, per effettuare esperimenti che aiutino a capire come l’incremento di anidride carbonica potrà influenzare lo sviluppo delle piante in futuro.
L’unico elemento preoccupante di tutto ciò è l’assunto stesso su cui si fonda l’utilità di queste sperimentazioni: attualmente l’atmosfera terrestre ha infatti circa 380 ppm (parti per milione) di CO2, ma il monitoraggio dei ricercatori dimostra che questa concentrazione è costantemente in aumento…

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende