Home » Progetti » A Venezia il nuovo centro studi per i cambiamenti climatici:

A Venezia il nuovo centro studi per i cambiamenti climatici

aprile 26, 2010 Progetti

san_giorgio_maggiore

E ‘nato a Venezia ICCG – International Center for Climate Governance – il nuovo polo di ricerca per lo studio dei cambiamenti climatici dall’approccio multidisciplinare, in grado di  valutarne congiuntamente gli aspetti scientifici, economici, politici e sociali, fornendo un valido supporto all’azione di governi e istituzioni nella programmazione di politiche di governance per la gestione del rischio ambientale.

Fortemente voluto da tre top managers attivamente impegnati nella promozione di progetti di ricerca e di cultura – Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni e della Fondazione Enrico Mattei, Giovanni Bazoli, presidente di Intesa San Paolo e di Fondazione Cini e George Soros, finanziere di fama internazionale a capo di Climate Policy Initiative (CPI) – l’ICCG potrebbe sembrare l’ennesima iniziativa ‘environmental frinedly’ dai nobili scopi ma, nella sostanza, una fotocopia di altre già esistenti.

In realtà sono relativamente poche le iniziative di ricerca politicamente indipendenti in grado di mettere insieme equipe di studiosi ed esperti e di produrre contributi e analisi multidisciplinari attendibili per i decisori politici che dovranno scegliere se sposare o meno la causa ambientalista. Nella lunga diatriba scientifica tra scettici e sostenitori del cambiamento climatico – che da tempo caratterizza il dibattito politico internazionale - molte fonti di studio sono state letteralmente screditate, dall’una e dall’altra parte, portando a una cronica indeterminatezza di attendibilità sul piano mediatico. Il risultato è che il cittadino non sa più che tempo farà, ne se sia il caso di nutrire seriamente preoccupazioni in merito.

In questo senso ICCG ha l’ambizione di proporsi come un interlocutore affidabile,  avvantaggiandosi non solo dell’autorevolezza dei propri fondatori, ma soprattutto delle personalità scientifiche coinvolte. L’obiettivo è quello di “offrire utili materiali ai negoziati in corso – ha spiegato Scaroni, presentando l’iniziativa a Venezia lo scorso 16 aprile – soprattutto dopo il brutto colpo, il flop di Copenhagen, c’è bisogno di un rinnovato sforzo” alludendo alla necessità di mettere a punto politiche comuni in grado di fronteggiare il rischio climatico ed “evitare danni irreparabili”. “Forse”, ha incalzato Bazoli, “siamo all’ultima ora utile”.

“Finora”, ha spiegato Carlo Carraro, presidente del Comitato scientifico della Fondazione Mattei e rettore dell’Università di Venezia, “abbiamo avuto un approccio essenzialmente modellistico al problema, ne abbiamo valutato le ricadute economiche, ma l’impegno è quello di spostarci sul piano della finanza per attrarre gli adeguati investimenti, e su quello della politica, della governance”.

ICCG ha già a disposizione un team di 60 esperti internazionali in materie inerenti i cambiamenti climatici, diversi autorevoli finanziatori tra cui la Commissione europea, il Centro mediterraneo dei cambiamenti climatici (CMCC) e il Ministero dell’Ambiente italiano nonché un fondo di 1 milione di euro e una sede propria a Venezia, sull’isola di San Giorgio Maggiore, dove già Fondazione Cini ha la sua storica sede e, da poco, anche la Fondazione Mattei.

Con quest’operazione Venezia, dal canto suo, si candida sempre più a divenire uno dei centri internazionali per la discussione delle problematiche ambientali. Da tempo infatti si parla della città lagunare come la sede per una Corte Penale Internazionale per i Crimini Ambientali  e di un polo di ricerca dedicato alle scienze del mare.

Caterina Tripepi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

luglio 28, 2017

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

Attraverso un accordo sulla mobilità elettrica sottoscritto con Nissan e l’acquisto di quattro veicoli 100% elettrici LEAF- attraverso il concessionario Nissan CFL di Lucca – Sofidel, società produttrice di carta per uso igienico e domestico (nota per il brand “Regina“), ha introdotto un importante novità nella gestione del proprio parco auto. Sofidel è infatti la prima azienda [...]

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende