Home » Internazionali »Politiche »Progetti » Agroterrorismo e biosicurezza alimentare:

Agroterrorismo e biosicurezza alimentare

febbraio 28, 2011 Internazionali, Politiche, Progetti

virus_2Per biosicurezza s’intende solitamente prevenzione e cura delle malattie infettive, delle problematiche relative agli organismi geneticamente modificati ed all’utilizzo delle armi biologiche. I pericoli, in realtà, sono strettamente legati anche all’economia agricola, ornamentale ed al sistema forestale. In un’epoca in cui gli scambi fra aree lontanissime sono sempre più veloci e massicci, la catena alimentare e distributiva è più difficile da monitorare e gli organismi fitopatogeni, che minacciano colture e derrate, sono trasmessi da un’area continentale ad un’altra nel giro di una settimana, e non più nell’arco di mesi o di anni.

E’ prioritario, pertanto, potenziare e migliorare la ricerca nell’ambito della biosicurezza agroalimentare  per conoscere e contrastare qualsiasi tipo di agente patogeno potenzialmente pericoloso per colture, derrate e mangimi, in particolar modo qui in Europa dove si è ancora indietro nella ricerca, almeno rispetto a Stati Uniti o Australia.

Giovedì 24, all’Università degli Studi di Torino, è stato presentato un progetto internazionale, finanziato dalla Commissione Europea, destinato a sviluppare adeguate competenze per affrontare la proliferazione degli organismi patogeni, ma soprattutto per prevenire e rispondere ad un eventuale impiego di agenti patogeni come atto di sabotaggio. Sebbene non si siano ancora registrati casi rilevanti, un rischio di questo genere esiste e già alcune organizzazioni terroristiche, inclusa Al-Qaida, hanno minacciato di adottare presto queste nuove armi e strategie.

Per una durata di cinque anni, con un finanziamento di sei milioni di euro (non pochi di questi tempi) ed il coinvolgimento di tredici partner internazionali, il Plant and Food Biosecurity” intende sviluppare conoscenze e strumenti di valutazione per organizzare e gestire una risposta efficace ad eventuali azioni bioterroristiche, migliorare i sistemi di monitoraggio e di rilevamento delle malattie delle piante e prevenire, così, la diffusione, all’interno della Comunità Europea, di nuovi organismi patogeni.

Il network di eccellenza che svilupperà il progetto è coordinato da Agroinnova, il Centro di Competenza dell’Università di Torino specializzato proprio nella messa in rete delle conoscenze acquisite nel settore agro-ambientale-alimentare in tutto il mondo.

Alla presentazione di questa mattina era presente la direttrice di Agroinnova, la ricercatrice Maria Lodovica Gullino che ha sottolineato come “Plant and Food Biosecurity” coinvolgerà, in tutto il mondo, centinaia di studiosi ed esperti e che gran parte degli investimenti saranno dedicati alla formazione di nuovi specialisti destinati ad affrontare problematiche così delicate. Ma si darà grande importanza anche alla comunicazione, all’informazione, alla sensibilizzazione, non solo di ricercatori e studiosi, ma dell’opinione pubblica e della gente comune poichè la nostra catena alimentare è già drammaticamente esposta a contaminazioni ed inquinamento ed eventuali attacchi bioterroristici  potrebbero renderla ancora più precaria e far aumentare vertiginosamente i prezzi del cibo.

Insieme alla professoressa Gullino, sono intervenute anche la statunitense Jacqueline Fletcher del National Institute for Microbial Forensics & Food and Agricultural Biosecurity di Oklahoma, esperta propria nell’investigazione di agenti patogeni introdotti deliberatamente e Marta Bonifert del REC, importante istituto di ricerca ambientale per l’Europa centrale ed orientale con sede in Ungheria, entrambi partner del progetto. I restanti partner sono istituti od università del Regno Unito, Germania, Francia e Turchia.

Gaetano Farina

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende