Home » Idee »Progetti » CO2morrow, tra arte e tecnologia:

CO2morrow, tra arte e tecnologia

gennaio 15, 2010 Idee, Progetti

CO2morrow, Courtesy of FlickrIl progetto CO2morrow, visibile sulla facciata della Royal Academy of Arts di Londra fino al 31 gennaio, è un’installazione che fa parte della mostra Earth: Art of A Changing World, partner culturale del summit COP15 di Copenhagen, tenutosi a dicembre. 

Alta nove metri, la scultura visualizza i livelli di anidride carbonica presenti nell’atmosfera del Regno Unito. “Questo progetto”, racconta l’artista Marcos Lutyens, di Los Angeles, ”e’ piu’ di un intreccio intelligente di scienza, arte e patrimonio: questo progetto sta tutto nel modo in cui oggi l’artista deve reinventarsi e lavorare con una tavolozza che include tecnologia, dati, flussi sociali e con una tela fatta d’aria, dell’aria che respiriamo”.


Commissionata dalla National Trust, CO2morrow e’ costruita in fibra di carbonio, alluminio e 1400 LED. La scultura e’ la combinazione di materie prime, energia e scarti di lavorazione prodotti durante ciascuna delle fasi del suo ciclo vitale: design, produzione, uso e ricicloha aggiunto Lutyens.
Nella forma il pezzo e’ ispirato ai cristalli-spugna, molecole in grado di catturare l’anidride carbonica presente nell’aria, inventate da Omar Yaghi, professore alla Universita’ della California di Los Angeles (UCLA). CO2morrow e’ un’idea complessa che racchiude molti aspetti”, sostiene Alessandro Marianantoni, ricercatore-artista dell’UCLA, che ha partecipato alla realizzazione dell’opera. “Quello che tuttavia piu’ mi appassiona e’ l’idea di raccogliere informazioni, solitamente invisibili alla societa’, tradurle in un linguaggio, nella fattispece visivo, ed inserirli in uno spazio pubblico“.

 
Gli appassionati di arte che non potranno ammirare l’installazione alla Royal Academy of Arts di Londra, potranno rifarsi visitando le numerose proprieta’ del National Trust che, in una mostra itinerante, ospiteranno l’opera, del peso di 500 chili, a partire dal mese di febbraio. Giunta alla fine del suo ciclo vitale, la scultura sara’ affidata a Karborek, azienda italiana leader nel processo di riciclo dei materiali compositi, con sede a Martignano in Puglia, che si e’ offerta di recuperare le fibre di carbonio che la compongono per utilizzarle in altri lavori.

Come sottolineato da Marianantoni infatti: “I nostri obiettivi sono di considerare non solo le proprieta’ meccaniche, la funzionalita’ e l’estetica, ma anche l’impatto sociale e ambientale. Quello che mi affascina e’ questa idea della riusabilità, in cui la fine coincide con un nuovo inzio.

Veronica Caciagli

Climate Change Officer, British Consulate General in Milan

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

ottobre 28, 2020

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

La salvaguardia dell’ambiente dagli elementi inquinanti è il tema del quarto appuntamento con “A qualcuno piace Green”, il viaggio in un’Italia sorprendentemente sensibile e innovativa sui temi ambientali con il biologo marino e divulgatore Raffaele Di Placido, in onda giovedì 29 ottobre alle ore 21.10 su laF (Sky 135, on Demand su Sky e su Sky Go). “Salute e benessere” [...]

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende