Home » Normative »Progetti » Confagricoltura: l’opportunità del biogas “fatto bene”:

Confagricoltura: l’opportunità del biogas “fatto bene”

ottobre 6, 2011 Normative, Progetti

«Il biogas è una grossa opportunità per le aziende agricole e la sua crescita, se ben governata, non danneggerà il alcun modo il settore». Mancano poche settimane allo scadere del termine per la stesura dei decreti attuativi sugli incentivi alle rinnovabili in vigore dal 2013, e Confagricoltura lancia un messaggio: si facciano interventi per la crescita delle rinnovabili, che integrandosi con le aziende agricole generino un reddito integrativo per l’impresa, creando nuovi posti di lavoro e senza togliere spazio alle produzioni food.

Difficile però ignorare le polemiche degli ultimi mesi, che hanno visto partecipi la Lega Nord, sul fronte politicoe associazioni come Slow Food, che si dichiarano contro «impianti speculativi», soprattutto se alimentati con colture dedicate piuttosto che con scarti e liquami. «Il problema è stato presentato in modo distorto, provocando allarmismi», sottolinea Ezio Veggia, vicepresidente di Confagricoltura e responsabile per le Politiche agro energetiche. Secondo Confagricoltura, infatti, «più di un quarto degli impianti agro-zootecnici (a maggio 2011 erano 391, ndr) non utilizza materia prima agricola in senso stretto (biomasse da coltivazioni dedicate), ma solo deiezioni», e «poco meno del 60% utilizza la codigestione di effluenti zootecnici, sottoprodotti agroindustriali e colture dedicate». Gli impianti alimentati esclusivamente con colture dedicate sono «sicuramente meno del 15%».

Un altro capitolo della questione riguarda le superfici necessarie a realizzare e alimentare gli impianti. L’accusa è che «la terra deve servire solo a produrre il pane». Attualmente, secondo l’organizzazione degli agricoltori, sono utilizzati per il biogas poco più di 60.000 ettari coltivati a mais, circa il 6% delle superfici coltivate a granturco in Italia.  Gli obiettivi di crescita al 2020 sono ambiziosi: «Il  piano d’azione nazionale per le energie rinnovabili – spiega Veggia – prevede il raggiungimento al 2020 di una potenza installata di 1.200 MWe da biogas. Un traguardo conseguibile utilizzando circa 200.000 ettari, corrispondenti a meno del 2% della superficie agricola italiana utilizzata». Quasi un quinto della superficie a risposo, che «oscilla intorno a 1 milione di ettari». A cui vanno aggiunti, fa notare Veggia, «quelle aree produttive, pari a 300.000 ettari, una volta destinate alla coltivazione di barbabietole da zucchero e tabacco».

Confagricoltura ammette la possibilità che si creino «situazioni di squilibrio a danno degli allevatori». Ipotesi che già oggi preoccupano gli allevatori, soprattutto quelli di aree come la Pianura Padana. Problemi legati sostanzialmente a un aumento dei prezzi dei terreni in vendita e in affitto e dei mangimi, che in parte si sono già presentati in zone particolarmente vocate all’allevamento, come la Provincia di Cremona.

Insieme alla Cia e alle associazioni della filiera agro energetica, Confagricoltura ha stilato una serie di proposte per uno sviluppo equilibrato del settore, contenute nel documento “Il biogas fatto bene”. Proposta principale, proprio per «ridurre i fenomeni di competizione per l’uso del suolo agricolo» è la soglia di autonomia del 70%: «L’autorizzazione – spiega Veggia – deve essere data solo a chi ha almeno il 70% delle materie prime per far funzionare l’impianto». Altre proposte riguardano la fissazione delle tariffe, in modo da premiare i comportamenti virtuosi dell’azienda che «chiude il proprio ciclo produttivo energetico con il riutilizzo del calore per attivare nuove produzioni e del digestato (cioè il residuo del processo di digestione anaerobica di scarti vegetali e liquami, ndr) per la fertilizzazione dei propri terreni».

L’obiettivo su cui puntare, dice Donato Rotundo, responsabile Ambiente di Confagricoltura, è «lo sviluppo dei piccoli impianti per l’autoconsumo». E sempre nell’ottica dell’autosufficienza energetica, Confagricoltura sottolinea l’importanza di incentivare il mini-eolico, che «si adatta molto bene all’inserimento nelle aziende agricole». Per quanto riguarda invece il fotovoltaico, secondo l’organizzazione è necessario intervenire perché «sia data maggiore diffusione agli impianti su terreni abbandonati».

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende