Home » Aziende »Pratiche »Progetti » Così parlò Rudolf Steiner. Il 29° Convegno di Agricoltura Biodinamica:

Così parlò Rudolf Steiner. Il 29° Convegno di Agricoltura Biodinamica

novembre 17, 2010 Aziende, Pratiche, Progetti

La Vialla Casa-ConfortoRudolf Steiner, fondatore dell’agricoltura biodinamica, lo diceva già nel 1924. «Gli alimenti sono innanzi tutto cibo per la mente. E oggi basta vedere come si ammala il cervello a causa dei veleni che ci sono nell’aria, nell’acqua, nel cibo. Insomma, se mangiamo male, pensiamo male».

Bandino Lo Franco è invece il titolare, con i due fratelli, dell’Azienda Agricola La Vialla a Castiglion Fibocchi (Arezzo), che ospiterà, da oggi al 21 novembre, il 29° Convegno di Agricoltura Biodinamica.

Apriamo subito una piccola parentesi. Che cos’è di preciso questo tipo di agricoltura? E’ un metodo di coltivazione fondato sulla visione spirituale del filosofo austriaco Rudolf Steiner, che ingloba in sé tutti i principi dell’agricoltura biologica. E’ basata sulla visione di un unico ecosistema che comprende il suolo, le piante, gli animali e l’uomo, e su pratiche sostenibili. Tra queste, c’è l’utilizzo di preparati naturali, che migliorano la fertilità del terreno e rafforzano le piante.

Il convegno si aprirà stamattina con un incontro all’Università di Bologna, per poi spostarsi in Toscana. Tra i partecipanti, ci sono agricoltori, studiosi ed esperti italiani e stranieri. Tema di quest’anno è la situazione, da molti definita «drammatica», di agricoltori, terreni, paesaggio. La crisi è pesante, trovare canali commerciali non è facile per le aziende, l’ambiente è quasi al collasso. Per questo è stato scelto un titolo chiaro e inequivocabile: “SOS agricoltura”. Gli argomenti degli incontri saranno diversi. Primo tra tutti il paesaggio: «L’agricoltura deve avere anche un ruolo nella sua salvaguardia, che poi ha effetti positivi sulla biodiversità, ma anche sul turismo. La biodinamica pone molta attenzione a questo», spiega Franco Pedrini, presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, che organizza il convegno. Si parlerà anche di come questo sistema di coltivazione possa offrire delle soluzioni alla crisi: «L’agricoltura biodinamica rispetta il principio dell’autosufficienza, cercando di produrre in azienda concimi organici. Inoltre, la terra è più morbida e di conseguenza i mezzi agricoli più piccoli: così riusciamo a limitare anche l’impatto ambientale», continua. Ma questo tipo di coltivazione ha anche un impatto positivo sull’occupazione: «Le aziende biodinamiche hanno bisogno di più manodopera, e quindi creano posti di lavoro», continua Pedrini, titolare in provincia di Firenze dell’Azienda Agricola San Cristoforo, che produce cereali, frutta, ortaggi, pane, pasta, vino e olio.

Durante gli incontri, spiega Aldo Paravicini, titolare di Cascine Orsine e consigliere dell’associazione, si affronterà anche il problema dell’accesso dei giovani alla terra: «Da noi è molto difficile, servirebbero forme fiscali che agevolino l’avvio di nuove aziende agricole». E si parlerà anche dei Fondi Pac (la Politica Agricola Comune dell’Unione Europea): «Secondo noi i fondi UE andrebbero distribuiti con più criterio, stando attenti alla qualità e alla scelta culturale delle aziende». La cultura, appunto. Tutto, in fondo, sottolinea Pedrini, gira intorno a questo: «Dietro l’agricoltura deve esserci anche la cultura. Ormai, invece, il lavoro nei campi è stato svuotato di contenuti culturali e viene tenuto in vita con i contributi».

Ma non tutto è perduto. A Castiglion Fibocchi arriveranno diversi agricoltori da tutta Italia per raccontare la loro esperienza biodinamica, la loro scelta culturale. Realtà diverse, aperte al futuro, che sono la dimostrazione di come un’azienda che rispetta i principi di Rudolf Steiner possa andare avanti e crescere. Ne è un esempio la già citata La Vialla, gestita dai tre fratelli Lo Franco, che esporta, in tutta Europa, Chianti, olio,La Vialla, Courtesy of Veronica Uliviericonserve, marmellate, miele e pecorino. L’azienda, biologica dagli anni Ottanta e biodinamica dal 2000, ha un’estensione di oltre mille ettari e un agriturismo biodinamico al 100%: «Solo il sale e lo zucchero vengono da fuori, il resto lo produciamo noi».

Al convegno ci sarà anche Mario Rosario Rizzi, titolare dell’Azienda Erboristica Flora, in provincia di Pisa, che dal 1989 produce oli essenziali, tisane, cosmetici, prodotti fitoterapici con materie prime di qualità, quando è possibile biodinamiche. Ma questo non è un semplice laboratorio erboristico: «E’ importante che il benessere passi in primo luogo da noi. Per questo la mensa aziendale serve solo alimenti biologici e biodinamici e per tutti i miei dipendenti pago periodicamente massaggi con i nostri oli essenziali». Flora organizza corsi di Aromaterapia e pubblica, dall’anno scorso, l’Aromatario, una rivista trimestrale che può essere richiesta gratuitamente via internet. E in costante crescita è anche l’azienda pugliese Cefalicchio, vicino a Barletta. Fabrizio Rossi, agronomo, ha iniziato ad occuparsi di biodinamico all’inizio degli anni Novanta e col tempo all’oliveto si sono aggiunti una cantina, un albergo, un ristorante e infine anche una piccola spa, gestiti dalla sua famiglia. I progetti per il futuro non sono finiti: «Vorremmo costruire un piccolo frantoio aziendale e dedicarci anche all’allevamento, in modo da produrre da soli il concime e realizzare un’azienda a ciclo chiuso». Proprio come predicava Rudolf Steiner.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende