Home » Aziende »Pratiche »Progetti » Datemi un pallet e vi solleverò il mondo. Intervista a Primo Barzoni:

Datemi un pallet e vi solleverò il mondo. Intervista a Primo Barzoni

ottobre 21, 2010 Aziende, Pratiche, Progetti

Primo BarzoniIl re del Salone del Gusto 2010 è lui. La sua impronta è ovunque negli stand della fiera. Anche se non produce cibo, ma si limita a movimentarlo, nel modo più sano, giusto e pulito possibile, come vuole Slow Food. Primo Barzoni, presidente di Palm SpA quest’anno ha letteralmente invaso Terra Madre e il Salone di Torino con i suoi greenpallet, di cui sabato presenterà il disciplinare e che, al termine della fiera, torneranno nel ciclo produttivo grazie a Lavazza e Mapei

Per ridurre l’impatto dell’evento, tutte le bancarelle, gli stand del mercato e altre aree espositive del Salone del Gusto saranno infatti allestite con i Greenpallet®, progettati secondo i principi dell’eco-design, realizzati con legname certificato FSC e PEFC e accompagnati dall’etichetta AssoSCAI, l’Associazione per lo Sviluppo della Competitività Ambientale di Impresa.

Barzoni, a capo, insieme agli altri sette fratelli, di un’azienda che da falegnameria in provincia di Mantova, è diventata, in pochi decenni, il leader del pallet in Italia, è riuscito dunque in un’altra – più signficativa – impresa, che qualche anno fa sarebbe potuta sembrare semplicemente irrealizzabile, se non folle: trasformare il supporto principale di ogni logistica aziendale, il “bancale”, invisibile al consumatore, non solo in un elemento di riduzione del proprio impatto ambientale, ma anche in un oggetto di design, per formare i bambini delle scuole e allestire gli stand di manifestazioni fieristiche e grandi eventi.

L'approccio sistemico di Palm e Slow food, Courtesy of Palm SpAD) Come è nata la partnership con il Salone del Gusto?

R) Sono, da tempo, un frequentatore del Salone e tre anni fa abbiamo avuto dei contatti con Slow Food: i loro presidi sono stati i primi a lavorare alla sostenibilità degli imballaggi dei prodotti e quest’anno parteciperemo anche noi alla premiazione dei migliori. Palm porta avanti un percorso parallelo, aiutando la riduzione della carbon footprint di filiera, che nel nostro caso ha raggiunto il -18% rispetto al 2007. Qualche anno fa abbiamo iniziato a lavorare anche sull’allestimento sostenibile degli spazi nudi in fiera, a Ecomondo e al Sana. In quei casi si trattava di pallet di recupero, che però non a tutti piace. Al Salone del Gusto di quest’anno presentiamo invece, per la prima volta, un approccio diverso: abbiamo coinvolto due nostri clienti storici, Lavazza e Mapei, che reimmetteranno nel ciclo produttivo i quasi 10.000 pallet nuovi, utilizzati per allestire 7.000 mq. di stand.

D) Ma che giro fa solitamente un pallet? Lo spieghi a chi non è del settore.

R) L’azienda ci commissiona un certo quantitativo di pallet, che vengono prodotti e inviati al cliente, il quale li usa per consegnare la merce alla grande distribuzione. Qui si crea a volte il “buco nero” dell’illegalità: 4/5 pallet su 10 non ritornano all’azienda – nè i propri nè quelli equivalenti, dello stesso formato (che è standard per garantire l’intercambiabilità). Così si perde la tracciabilità, con il rischio che un pallet utilizzato per trasportare bidoni di prodotti chimici, magari velenosi, venga poi usato da un produttore biologico, creando una contaminazione del prodotto e un pericolo per la salute. Il nostro pallet è interamente tracciato e arriva da boschi e foreste certificate e fornitori che aderiscono alla carta Valore Sociale. Il 25% del legno è recuperato inoltre da pioppeti entro i 70 km.

D) Per capire meglio l’impatto di questa filiera ci può dare qualche dato?

R) L’Italia è il terzo produttore in Europa, con 200 milioni di pallet all’anno. Palm ne fabbrica circa 2 milioni e mezzo, in 1.200 modelli diversi, perchè seguiamo la logica dell’ecodesign, ovvero li progettiamo insieme al cliente secondo le particolari esigenze di prodotto, di portata, movimentazione e del mercato di destinazione.  

D) E quali merci trasportate?

R) Un po’di tutto, alimentari, ceramiche, prodotti di vetrerie e del settore edile e chimico, parti meccaniche, caslinghi, abiti, arredamenti… Il settore food è quello più sensibile al tema dell’ecosostenibilità perchè è quello con maggiori obblighi nei confronti del consumatore. Per questo siamo molto attenti agli sviluppi dell’approccio sistemico del professor Bistagnino, nato intorno a Slow Food e all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, che cercano di educare il consumatore a una nuova e più organica concezione del cibo. Il disciplinare del greenpallet, che presenteremo sabato, vi si avvicina attraverso i concetti di pulito, sicuro e salubre. Quando si pensa a un prodotto, bisogna pensare subito a tutta la catena di fornitura. Quindi non cercare un packaging dopo averlo creato, ma progettare subito tutta la catena, dalla produzione, all’imballaggio, al trasporto alla dismissione.

Andrea Gandiglio 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

gennaio 23, 2017

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

Dal lunedì al venerdì (escluso il periodo di Pasqua dal 24 al 29 marzo) tutti coloro che si recheranno a sciare nella stazione piemontese di Bardonecchia, utilizzando i treni in partenza da Torino potranno ritirare l’”ecoskipass” al prezzo speciale di 26€, anziché 36€. Sarà sufficiente presentare il biglietto del treno all’ufficio skipass di Piazza Europa (proprio di fronte [...]

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende