Home » Internazionali »Politiche »Progetti » Dopo il vino, il monumento naturale doc:

Dopo il vino, il monumento naturale doc

gennaio 17, 2011 Internazionali, Politiche, Progetti

paestum, courtesy of giornaledelcilento.itNon solo prelibatezze per il palato, ora anche la natura avrà la sua etichetta  di garanzia. Dopo il vino, ecco che arriva il monumento naturale doc. La Costiera Amalfitana, le Alpi e i fiordi della Norvegia avranno d’ora in poi la possibilità di conquistarsi un bollino di qualità.

Il Parlamento Europeo ha infatti dato parere positivo all’istituzione dello European Heritage Label, un marchio di garanzia che verrà assegnato anche ai monumenti naturali. Sono denominati monumenti naturali i singoli elementi o piccole superfici dell’ambiente di particolare pregio naturalistico e scientifico, ad esempio alberi, sorgenti, cascate, laghi alpini, formazioni rocciose e di ghiaccio, caverne, giacimenti minerari e fossili, affioramenti geologici, e in particolare i fenomeni geomorfologici, che devono essere conservati nella loro integrità.

Secondo l’Europarlamento si tratta del conseguimento di un obiettivo fondamentale per la sensibilizzazione dei giovani verso il patrimonio naturale comune, con il fine di promuovere un turismo di qualità e contribuire a limitare i potenziali impatti negativi che colpiscono il sito e l’ambiente circostante. Il nuovo marchio mutua quello già adottato dall’Unesco favorendo la vera applicazione del progetto intergovernativo avviato dal 2006 che ha già riconosciuto 64 siti in 17 Stati dell’Ue e in Svizzera. Ma mentre questi siti sono stati selezionati in maniera indipendente dai Paesi partecipanti, senza il controllo di un organismo a livello europeo, European Heritage Label avrà il valore di un “brevetto” europeo.

All’inizio il nuovo programma riguarderà solo i Paesi Ue (quindi la Svizzera è esclusa), anche se gli eurodeputati hanno lasciato aperta la porta per estenderlo in futuro a Paesi extra-Ue. Si potranno selezionare due siti ogni due anni, verrà scelto solo un sito per Paese con l’aiuto di un gruppo di esperti istituito dal Parlamento Europeo, dal Consiglio, dalla Commissione Ue e dal Comitato delle Regioni e composto da membri in grado di rappresentare in modo equilibrato tutta la Comunità. I Paesi potranno anche proporre i siti con delle “cordate” internazionali.

L’attribuzione del Label europeo non comporterà tuttavia obblighi urbanistici, legali, paesaggistici in materia di mobilità ed architettura. Ma gli Stati membri saranno tenuti a sorvegliare e garantire la tutela. Dovranno garantire l’accesso alle informazioni anche in rete ad un pubblico il più vasto possibile, comprese le persone anziane e a mobilità ridotta. Benché il Label sarà permanente, potrà, in alcune circostanze, essere ritirato dalla Commissione o dagli stessi Paesi.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende